spot_img

Sport, per la Sicilia il 2023 è d’oro: Minì svetta, Orizzonte Catania campione

Il 2023 è stato per lo sport in Sicilia un anno ricco di soddisfazioni. Per chi vive in questa isola, ricca di contraddizioni, problemi ma in cui ci si può accontentare anche di poco, una volta tanto non è il calcio a salire sugli scudi. Sono infatti tantissimi gli atleti e sono quasi altrettanto le società che hanno portato in alto l’onore della regione che con fierezza, da febbraio 2022, portiamo in giro per le vostre case con notizie, approfondimenti e contenuti di vario genere.

Andiamo allora a vedere chi sono stati i siciliani che ci hanno rappresentato al meglio in questo anno ormai prossimo alla conclusione.

Un anno di sport in Sicilia, Minì super nel 2023!

Il primo nome che vogliamo snocciolare non può non essere quello di Gabriele Minì. Il pilota nativo di Marineo è ormai diventato uno dei rappresentanti di punta del motorsport siciliano e italiano a livello internazionale. Forse meno reclamizzato di quanto meriterebbe, considerando i risultati conseguiti in questi anni. E il 2022 in un certo senso è stato l’anno della consacrazione per Gabriele. Al debutto in Formula 3 ha portato a casa tre successi, tra cui quelli a dir poco prestigioso in quel di Montecarlo. La sfortuna non si è ovviamente dimenticata di Minì, soprattutto in alcune gare in cui poteva raccogliere punti utili per la corsa al titolo iridato.

La stagione che si è appena conclusa ha consentito al marinese anche di ottenere due riconoscimenti: la partecipazione al Macau GP (evento clou di fine anno) e la firma per la Prema Racing, la scuderia più prestigiosa al di sotto delle Formula 1. E ora arriva il 2024, che potrebbe essere un nuovo anno di svolta per il siciliano.

Isgrò, Musumeci e il futsal che avanza

Il futsal ci ha regalato grandi soddisfazioni, in particolare in ottica di giocatori che stanno scalando sempre di più le gerarchie di questo sport in chiave nazionale e non solo. Resta la grande certezza rappresentata da Anthony Isgrò, che ha visto nel 2023 un anno fantastico, per sè e per tutto lo sport isolano. Il talento palermitano ha ottenuto le prime presenze e anche i primi gol con la maglia della Nazionale guidata da coach Massimiliano Bellarte.

Una Nazionale che vede in Carmelo Musumeci il suo capitano e condottiero straordinario. Il giocatore della Meta Catania Bricocity è senza dubbio il leader tecnico e carismatico del futsal italiano. Tra l’altro proprio lui è stato uno dei protagonisti di un evento straordinario, come il ritorno della stessa Italfutsal in Sicilia. La partita contro la Macedonia del Nord in quel di Catania è stata uno spettacolo, sugli spalti prima ancora che sul parquet. E non è un caso che ci sia stata la firma di Carmelo nella vittoria azzurra.

Tanti exploit negli sport di squadra per la Sicilia nel 2023

Non mancano naturalmente i grandi sportivi siciliani capaci di esaltarsi negli sport di squadra, con le rispettive formazioni. Il 2023 è stato senza dubbio l’anno di Costanza Verona. La cestista, meglio nota come “Cocca”, è stata una delle protagoniste dello scudetto conquistato nel basket femminile dalla Famila Schio. In quella che è una vera e propria istituzione per la pallacanestro in rosa, la playmaker palermitana ha fatto ottime cose. Oltre a essere ormai un pilastro della Nazionale guidata da coach Lino Lardo. A proposito, quest’ultimo sta provando a risollevare la Passalacqua spedizioni Ragusa dopo qualche anno sottotono.

Sempre a proposito di Nazionali e di parquet, ma stavolta con la rete in mezzo, il 2023 ha visto un Roberto Russo comunque decorato. Non è arrivata la soddisfazione dello scorso anno, in cui venne conquistato il titolo mondiale. Il giocatore di Partinico si è comunque incoronato vice-campione d’Europa, al termine di un cammino complicato anche da problemi fisici che lo hanno costretto a saltare diverse partite. Il classe 1997 ha anche conquistato la Supercoppa Italiana e il Mondiale per Club con Perugia, in un anno straordinario.

Restiamo nel volley per la Saturnia Farmitalia Catania. La formazione etnea ha vinto i playoff di Serie A3, conquistando così l’accesso in A2. L’estate, però, ha regalato una bella sorpresa, visto che la società originaria di Acicastello, acquisendo il titolo di Vibo Valentia si è presa uno dei posti nella Superlega, il massimo palcoscenico nazionale della pallavolo.

Campioni d’Italia e del mondo

Tante le formazioni siciliane che hanno svettato a livello nazionale. In primis la Ekipe Orizzonte Catania, capace di conquistare l’ennesimo scudetto nella pallanuoto femminile. Un trionfo che parte da due colossi di questo sport come il presidente Tania Di Mario e il coach Martina Miceli.

Non possiamo non parlare del Circolo del Tennis e della Vela Messina, campione d’Italia nel tennis maschile ai danni di Sinalunga. I campioni in carica non hanno potuto nulla contro la squadra guidata dai fratelli Giorgio e Fausto Tabacco. I peloritani hanno in un certo senso vendicato Palermo, sconfitta in semifinale proprio dai campioni uscenti.

Nelle finali di Torino si è vista anche la formazione del Ct Palermo, arrivata fino in fondo con la squadra femminile. Un team composto quasi interamente da ragazze palermitane, nate e cresciute sui campi di questo circolo. Purtroppo, però, Casale Monferrato si è rivelata più forte e più pronta.

Chi non ha vinto lo scudetto proprio per pochissimo è la Handball Erice. La formazione femminile è andata a un passo dal titolo, perdendo solamente la bella nella finalissima contro Salerno.

Lasciamo l’Italia per andare in giro per il mondo. E ci andiamo in sella alla Ducati guidata da Francesco “Pecco” Bagnaia, campione iridato per il secondo anno consecutivo. Un successo che vede in Tommaso Pagano, ingegnere responsabile della telemetria, un pizzico di sicilia. Tommaso, infatti, è nato a Bagheria e si gode un altro trionfo.

Giovani in rampa di lancio

Se c’è uno sport in cui abbiamo dimostrato di andare forte nel 2023, queste sono le arti marziali. Soprattutto a livello giovanile, ma andiamo con ordine. Partiamo con Anthea Mangione che è stata la sorpresa degli Europei Junior taekwondo, portando a casa una medaglia di bronzo.

Passiamo ora al windsurf e alla specialità del Wing Foil, disciplina con forti influenze dal kitesurf. Ed è qui che Francesco Cappuzzo si è preso il titolo di campione del mondo. E come dimenticare il tandem composto da Sofia Giunchiglia e Giulia Schio, medaglia d’argento ai Mondiali Juniores nella specialità 49er FX. Tra l’altro nei giorni scorsi per loro è arrivata la chiamata delle Fiamme Gialle, con un 2024 che le vedrà esordire tra le big.

Loro sono solo alcuni degli esponenti di punta dello Sport in Sicilia nel 2023.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli