spot_img

Alessandra Sensini: “Bellissimo tornare a Palermo, Italia forte a Parigi 2024”

Alessandra Sensini è ancora una volta uno dei “volti” della Next Generation Foil Academy. La manifestazione si svolgerà per il secondo anno consecutivo a Palermo, questa volta sullo specchio d’acqua di Mondello. Ai microfoni di Sporticily.it, la storica campionessa della vela italiana ha espresso gioia nel tornare in Sicilia: “È sempre una bellissima sensazione sentire il vento fresco di Mondello e soprattutto vedere i colori. Sono quelli che nei miei occhi mi rimangono impressi”.

Con Alessandra Sensini abbiamo fatto il punto sul momento del foil in Italia. Dopo la ventata di aria nuova data da questa specialità, ora si tratta di un punto di riferimento a livello nazionale: “Il foil ormai è presente nella vela olimpica con cinque classi che assegneranno medaglie a Parigi. L’Italia sta andando molto forte a livello olimpico ma anche a livello giovanile, anche grazie al progetto della Next Generation Foil Academy powered by Luna Rossa. Anche per questo siamo a Palermo, che è anche la casa di Luna Rossa. Questo connubio ci fa molto piacere, ho visto tantissimi giovani, tutti molto interessati e appassionati. La presenza di Checco Bruni ha dato anche una motivazione in più”.

Alessandra Sensini e la vela a Parigi 2024

Così come ha fatto sempre ai nostri microfoni Checco Bruni, anche Alessandra Sensini ha provato a fare un proclama per chi vorrebbe avvicinarsi a uno sport come la vela. “È uno sport bellissimo – ha detto – , che ti dà una grande sensazione di libertà e lo fai immerso nella natura. È uno sport di squadra, perchè hai compagni di squadra con cui uscire in acqua. Ogni giorno è diverso, questa è la cosa bella. Il vento e il mare cambiano sempre e sono sempre da scoprire”.

LEGGI ANCHE -> Checco Bruni: “Luna Rossa pronta per la Coppa America, spero nel Palermo in A”

Infine abbiamo fatto con la campionessa olimpica di Sydney 2000 nella classe mistral un passaggio proprio sui Giochi Olimpici di Parigi 2024. Un’edizione a cinque cerchi alla quale la Nazionale italiana si presenta alla grande: “Le sensazioni sono buone, è inevitabile dirlo. Abbiamo dei ragazzi giovani e molto forti. La squadra è quasi completata, mancano ancora 2/3 classi. Incrociamo le dita e ci vediamo tra pochi mesi a Parigi”.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli