spot_img

Messina, Fumagalli: “Siamo tosti e ‘ignoranti’, arbitri prepotenti con noi”

Ermanno Fumagalli si fa portavoce del momento d’oro del Messina. Il portiere, intervenuto alla trasmissione “Antenna Giallorossa” su RTP, è tornato sull’importante prestazione fornita col Benevento. A dire il vero, solo l’ultima di una serie ormai lunga di ottime partite che hanno rilanciato le ambizioni dei peloritani. Una squadra che, per bocca dello stesso Fumagalli, era partita per salvarsi ma ad oggi è in lotta per un posto nei playoff. Il portiere coglie l’occasione anche per dare voce al disappunto del gruppo squadra sugli errori arbitrali visti negli ultimi incontri.

Messina, Fumagalli: “Contro di noi tanta prepotenza, errori arbitrali netti”

Fumagalli sottolinea che il Messina visto a Benevento è una squadra che passa sopra ogni difficoltà. Sia in termini di risultato, che di decisioni arbitrali avverse: “Contro il Benevento abbiamo fatto un’ottima prestazione. Affrontavamo una squadra forte, costruita per vincere, ma la differenza di classifica non s’è vista. Anche in svantaggio e con i torti arbitrali che si susseguono senza sosta, abbiamo dimostrato di essere una squadra tosta che fa bel calcio”.

Il portiere è uno dei pilastri di questa squadra e non si tira indietro per far sentire la propria voce. Il tema è proprio quello dei mancati rigori concessi al Messina, soprattutto negli ultimi incontri: “Le situazioni sono nette. Non capisco come gli arbitri, che si giocano tanto nel salire di categoria, non li abbiano visti. Avverto nei nostri confronti tanta prepotenza. Col Crotone era impossibile non vedere il fallo su Rosafio”.

Fumagalli: “Salviamoci, poi penseremo a farci un regalo”

Allo stadio Ciro Vigorito, il Messina ha dato prova ancora una volta che è una squadra molto organizzata. La perla di Giulio Frisenna nel finale arriva al culmine di una prestazione di alto livello, come altre se ne sono viste quest’anno. Superata l’iniziale difficoltà di inizio stagione, i peloritani hanno messo la quinta e ora sognano. Ma Fumagalli, pur non negando il pensiero ai playoff, porta tutti coi piedi per terra: “Coi campani siamo sempre stati sul pezzo. Siamo una squadra tosta e ‘ignorante’. Il primo obiettivo è la salvezza, visto che Monopoli e Turris hanno vinto la quota si alza. Dopo penseremo a regalare qualcosa alla società, ai tifosi e a noi. A inizio anno tutto questo era impensabile, volevamo solo non soffrire come in passato”.

Nella sua ormai lunghissima carriera (qualche settimana fa ha superato le 700 presenze tra i professionisti), Fumagalli ha vestito tantissime maglie. Ma, tra le sue piazze preferite, ad oggi una svetta sulle altre: “Messina sopra tutte, l’anno scorso abbiamo vissuto tante emozioni in crescendo, fino all’apoteosi. Si sta ricreando quello stesso spirito. Poi ci sono anche Foggia, Castellammare di Stabia, Avellino e Piacenza”.

Ultimo focus di Fumagalli sul prossimo impegno del Messina, la sfida al Latina di Gaetano Fontana. Una formazione in ripresa, rientrata nella corsa playoff. A conti fatti, uno scontro diretto: “Il Latina sta facendo bene, a tratti fa anche del bel gioco. Contro il Crotone ha fatto una buona partita e ha vinto. Ci attente una squadra tosta ma sappiamo cosa fare. Cercheremo di portare a casa più punti possibili, considerando la brutta figura dell’andata. Dobbiamo cancellare quella partita”.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli