spot_img

Messina, Modica: “Regalato due reti al Picerno. Gol annullato? Serve il VAR in C”

Giacomo Modica, allenatore del Messina, ha parlato al termine della partita pareggiata dai giallorossi contro il Picerno. Il risultato finale di 2-2 è frutto di una prestazione convincente e caparbia, giocata alla pari con una squadra che si gioca i posti nobili della classifica. Il rischio di giocarsi una partita a viso aperto, andando in svantaggio di due gol a fine primo tempo, viene ampiamente ricompensato nella ripresa. I gol di Emmausso e Zunno riequilibrano una gara che il Messina non avrebbe meritato di perdere.

Messina, Modica: “Gli errori ci stanno, ma serve il Var in Serie C”

Dopo una settimana da incendiario, Modica veste i panni del pompiere e spegne le polemiche sul gol di Ragusa, annullato a inizio ripresa. L’allenatore però vuole la tecnologia anche in questa categoria: “Sul gol annullato la mia opinione conta poco, lascio giudicare voi. Anche se sono un romantico, ammetto che il Var è un’innovazione che può servire anche in Serie C. Non esistono categorie per introdurre le tecnologie. Gli errori vanno esistono, comunque accettati, anche se disturbano”.

Modica passa poi ad analizzare l’andamento di Messina-Picerno: “Primo tempo particolare, dove abbiamo fatto degli errori e regalato due gol al Picerno. Loro hanno fatto meglio, ma noi siamo stati bravi a rimanere in partita. Il nostro è stato un grandioso secondo tempo, condotto con ritmo, intensità e qualità. Il tutto con un campo gibboso, pieno d’acqua. Diamo merito questi ragazzi che hanno fatto del bel calcio”.

Modica: “Manetta aveva bisogno di riposo, Lia migliora”

Scelta a sorpresa quella di non mettere dal primo minuto Manetta, preferendogli Polito al centro della difesa. Una scelta azzardata, che il tecnico giustifica così: “Manetta aveva giocato sempre e da un po’ con convive con un dolore. Non era al meglio, mentre Polito l’ho visto in crescita e gli ho dato una chance”.

A Modica viene poi chiesto un commento sulla prestazione di alcuni singoli. L’allenatore risponde ma precisa che oggi è soddisfatto di tutta la squadra: “Lia sta migliorando, mi occorreva la sua gamba per contenere i loro esterni. Alla fine ha vinto il dolore. Nella ripresa la mossa di Zunno centravanti ha tolto sicurezze ai loro centrali. Mi interessa però la prestazione di squadra: ci siamo mossi bene, in maniera armoniosa. Tutto sommato non abbiamo risentito del campo pesante, non volevamo perdere”.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli