spot_img

Messina, con Rosafio hai una marcia in più: buona intesa con Zunno ed Emmausso

Quasi sei anni dopo, Marco Rosafio è tornato a segnare e gioire con la maglia del Messina addosso. La rete che ha riaperto il match contro la Turris è stata d’importanza capitale, dato che i giallorossi sembravano piuttosto frenati dall’agonismo degli avversari. E non è la prima volta, da quando è arrivato, che si mette in luce. Pur con una condizione atletica non eccellente, Rosafio è sempre partito titolare ed ha subito creato una buona intesa con i compagni di reparto. Specie con Emmausso e Zunno, tanto che il tecnico Modica ha varato un 4-2-3-1 proprio per non rinunciare a nessuno dei suoi fantasisti. Così, grazie anche a Rosafio, il Messina sembra avere una marcia in più in vista dell’obiettivo salvezza.

Messina, giallorossi sempre in gol dall’arrivo di Rosafio

L’arrivo nel calciomercato invernale di Rosafio a Messina ha alle spalle due necessità: una del calciatore, l’altra dei giallorossi. Rosafio ha accettato di tornare in Sicilia perché voleva ritrovare continuità dopo 6 mesi complicati alla Spal (ancora proprietaria del suo cartellino). D’altro canto i peloritani cercavano un uomo che garantisse loro maggiore imprevedibilità e che velocizzasse la manovra. Cosa che solo a tratti hanno fatto Emmausso e Zunno e che non è riuscito a dare capitan Ragusa. Uno dei fautori dell’ultima salvezza, mai tornato al top dopo l’infortunio che lo ha fermato in estate.

Ripetere i 12 gol della stagione 2017-18 per Rosafio sarà complicato, ma certamente con lui il Messina ha cambiato passo. E forse non è un caso che quando c’è in campo l’ex Spal in campo i peloritani segnano sempre. Succede con continuità dal match d’esordio del numero 70, con l’Audace Cerignola, con i siciliani messo a referto 6 reti in 4 partite. E in alcuni casi i gol li ha ispirati proprio lui, come nel match contro la Casertana dello scorso 14 gennaio. La prima marcatura di Emmausso nasce infatti dalla ribattuta di un tiro velenosissimo di Rosafio direttamente da calcio d’angolo. Un favore, diciamo così, che il numero 10 ha restituito contro la Turris, fornendo l’assist al compagno.

Ma è proprio la grande intesa tra i tre trequartisti che sta impressionando, visto che solo da poche partite giocano insieme. Rosafio fa il suo sulla destra, mettendoci gran classe con il suo mancino. Dall’altro lato c’è Zunno, che sa anche farsi valere in area. E poi c’è Emmausso, croce e delizia della squadra, capace di sfruttare anche un minimo errore avversario per colpirlo. In questa maniera il Messina si è rilanciata in campionato e può mettere nel mirino certamente una salvezza tranquilla. Con la mente già rivolta alla prossima partita, con la Virtus Francavilla.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli