spot_img

Telimar, contro Camogli non puoi sbagliare: serve il bis dopo Trieste

Il Telimar Palermo se la vedrà contro Camogli in una partita da non sbagliare. Dopo la bella vittoria ottenuta sabato scorso in casa della Pallanuoto Trieste, è necessario dare un seguito. Anche perchè sulla carta la formazione guidata da Marco Baldineti è favorita per ottenere un altro successo. Di fronte c’è una squadra in difficoltà come quella ligure, ma la guardia dovrà restare sempre alta. Tra le altre cose il sodalizio del presidente Giliberti dovrà fare a meno ancora una volta del centro-boa bulgaro Mikael Metodiev.

Di fronte ci sarà un ex come Thomas Tabbiani, che proprio nella finale contro Camogli festeggiò insieme alla sua precedente squadra la promozione in Serie A1 ormai quattro anni e mezzo fa.

LEGGI ANCHE -> Ortigia Siracusa alla prova Pro Recco: Ciccio Condemi torna da avversario

Telimar, la carica di Fabiano

Edoardo Fabiano presenta la sfida tra Telimar Palermo e Camogli. Queste le parole dell’attaccante: “Siamo molto contenti dei tre punti perché venivamo da un periodo non facile, in cui abbiamo affrontato numerose trasferte ed eravamo stressati sia dal punto di vista fisico che dal punto di vista mentale. Sono punti che ci danno fiducia, che ci danno morale e che ci hanno permesso di posizionarci momentaneamente al quinto posto in classifica in questo nostro difficile campionato di serie A1”.

“Il Camogli – prosegue Fabiano – è una squadra che non bisogna sottovalutare, perché vanta nel proprio roster elementi di grande esperienza che possono metterci in grande difficoltà. La chiave della partita sarà sicuramente l’approccio mentale che daremo al match”.

In conclusione Fabiano ammette che il Telimar deve pensare gara dopo gara. Ma la sfida contro Posillipo è già in testa: “Restiamo concentrati sul match di domani ma sappiamo bene che tra pochi giorni ci aspetta una un’altra grande battaglia, quella contro il Posillipo, una squadra che sta dimostrando quest’anno di poter mettere tutti in difficoltà e che in casa, come sempre, diventa ancora più forte, come dimostra anche la sfida con l’Ortigia. Sarà una partita molto dura dal punto di vista fisico, con tante espulsioni. Si vincerà sicuramente gestendo al meglio l’uomo in più e l’uomo in meno”.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli