spot_img

Casteldaccia, porte girevoli: Cascione ai saluti, verso il ritorno Randazzo

Porte girevoli ed intrecci di calciomercato. Dinamiche classiche in sede di campagna trasferimenti, operazioni correlate e parallele. Tasselli ad incastro, prossimi a ricollocarsi in seguito ad una sorta di effetto domino. Il Casteldaccia targato D’Antoni, che punta al mantenimento della categoria in Eccellenza, ha individuato – ancora una volta – in Giuseppe Randazzo, portiere classe 1991 già in passato (tra il 2021 ed il 2022) estremo difensore granata, un profilo di spessore sul quale fare affidamento. Chi andrà via sarà Antonio Cascione, titolare tra i pali di Monti e compagni.

LEGGI ANCHE -> Aspra, Ferrara resta in panchina: la salvezza passa dall’ex San Giorgio Piana

Simbolo della rinascita dell’Aspra targato Salvatore Arena, condottiero che ha firmato due promozioni in due anni in gialloverde dalla Prima Categoria all’Eccellenza. Antonio Cascione, portiere tesserato in estate dal Casteldaccia, è stato protagonista di una splendida cavalcata culminata con il primo storico approdo nella massima categoria regionale siciliana della formazione allora allenata da Giuseppe Tumminia. Un totale di 48 presenze e parecchi clean sheet, da sommare alle imbattibilità contro Castellammare e Fulgatore di quest’anno. Il classe 1998, a pochi mesi di distanza dal suo approdo alla squadra allenata da Mineo, dovrà trovarsi un’altra formazione. Infatti – secondo quanto raccolto dalla redazione di Sporticily.itCascione lascerà spazio a Randazzo. Il portiere, attualmente in forza al Città di Mistretta, è finito in cima alla lista del direttore Orifici. La scorsa stagione lo ha visto brillare con la Supergiovane Castelbuono, campione di Coppa e promossa in Eccellenza.

Casteldaccia, gruppo compatto verso la salvezza

casteldaccia orifici

Mineo e la sua banda in questo (quasi completo) girone d’andata sono riusciti a totalizzare 14 punti in 12 partite disputate. L’obiettivo salvezza diretta, brillantemente centrata l’anno scorso, è comunque alla portata. Infatti, l’attuale dodicesimo posto, oggi condannerebbe ai playout il Casteldaccia. Tuttavia l’essere a pari punti con il Geraci (attualmente consolidato in Eccellenza, classifica alla mano) apre enormi spiragli salvezza a quasi 20 partite dalla fine della regular season.

Nel frattempo, a pochi giorni dall’apertura del mercato, il direttore Salvatore Orifici sta cercando di muoversi d’anticipo per puntellare la rosa. Un organico al quale è stato aggiunto il giovane ed interessante Mohamed Bah qualche settimana addietro. Infatti, oltre al molto probabile ritorno di Randazzo in porta, è possibile che in casa granata arrivino altri elementi in ogni reparto. Soprattutto in quello offensivo, dove neanche un mese fa è rimasto sguarnito il posto di Claudio Velardi, trasferitosi all’US Mazara 46, fuori da qualsiasi finestra di mercato. Seguiranno aggiornamenti sul Casteldaccia, fresco di grande vittoria sul campo della più quotata Unitas Sciacca.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli