spot_img

Cus Palermo, Scardina: “Serie B frutto di grandi sforzi, il sogno si è avverato”

Il Cus Palermo è in Serie B e Riccardo Scardina si gode queste giornate da sogno. Il direttore generale del comparto Futsal della società universitaria è al settimo cielo. Per lui si tratta di un altro grande traguardo, raggiunto al terzo anno con questa società. E dalle sue parole emerge tutta la soddisfazione per questo risultato: “Troppe emozioni e belle sensazioni. Sapevamo che sarebbe stato un campionato difficile e lo abbiamo intrapreso con il piglio giusto. Abbiamo vinto sia campionato che Coppa Italia e questo ci ripaga degli sforzi che abbiamo fatto quest’anno, oltre al percorso avviato tre anni fa”.

RIVIVI IL MATCH -> Highlights Akragas – Cus Palermo (Serie C1 Girone A Futsal)

Cus Palermo, la grande gioia di Scardina

La programmazione in casa Cus Palermo, gestita in tandem da Riccardo Scardina e Giovanni Lombardo, è stata alla base di questa stagione da urlo. Il dg, ai microfoni di Sporticily.it al termine della gara contro l’Akragas, rimarca il concetto: “È una programmazione partita tre anni fa. Abbiamo creato la nuova sezione Futsal del Cus mattoncino dopo mattoncino. Poi abbiamo migliorato la posizione di classifica anno dopo anno. Ringraziamo chi è stato al nostro fianco, dai giocatori agli allenatori passando dai dirigenti. Tutti loro ci hanno fatto fare il salto di qualità. Un grande gruppo, un grande staff, una grande organizzazione”.

Una Serie B da programmare

A San Cataldo contro l’Akragas è arrivato il pareggio, il minimo necessario per andare in Serie B. Scardina, però, non nega di aver temuto la beffa: “Negli ultimi minuti ho temuto di perdere e di fare lo spareggio con l’Alcamo. Per fortuna è finita bene, anche se dobbiamo fare un plauso all’Akragas che fino all’ultimo ci ha messo in difficoltà e ha onorato il campionato. Noi ci abbiamo provato in tutti i modi, faccio i complimenti al loro portiere che è stato decisivo”.

Infine si parla di futuro. Scardina fa capire che il Cus Palermo si godrà qualche giorno di break, prima di iniziare a pensare alla Serie B: “Intanto ci riposiamo questa settimana, ci godiamo la Pasqua. Poi inizieremo il giro di consultazioni e a programmare quella che era un’utopia fino a qualche anno fa. Ora però è un grande sogno che si è avverato”.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli