spot_img

Benevento-Catania, precedenti: perfetto equilibrio tra giallorossi e rossazzurri

Il programma della 19a giornata del girone C della Serie C offre anche la gara molto interessante tra il Benevento ed il Catania. Sarà una sfida tra due squadre in cerca di riscatto dopo una prima parte di campionato che ha regalato più delusioni che gioie. Sta meglio il Benevento, che nonostante una sola vittoria nelle ultime cinque, ha raccolto otto punti in più dei suoi avversari. Il Catania, infatti, è reduce da due sconfitte consecutive – l’ultima contro il Sorrento – che lo hanno fatto scivolare nella parte destra della classifica. Questi i precedenti tra Benevento e Catania.

Benevento-Catania, il bilancio complessivo dei precedenti

Sono dodici i precedenti tra Benevento e Catania giocati in Campania. Salta subito all’occhio il perfetto equilibrio negli scontri tra queste due squadre: quattro vittorie per parte e quattro pareggi. Primi due incroci finiti in parità nelle stagioni di Serie C ’74-’75 e ’77-’78. Un anno dopo, colpaccio del Catania, che espugna il Santa Colomba grazie alla rete di Frigerio. Il primo successo dei campani giunge in Coppa Italia: i rossazzurri, reduci dalla deludente retrocessione dalla Serie A con soli 12 punti conquistati (record negativo con la massima serie a 16 squadre), perde 1-0 con la rete di Laurenti. Durante gli anni novanta, le due squadre si incrociano per quattro volte in Serie C2, con una vittoria dei campani firmata Guida e D’Emilio, e due affermazioni etnee entrambe per 0-1, firmate da Pasquale Marino e Luca Lugnan. In mezzo altri due pareggi e le ultime due affermazioni della Strega, di cui va ricordata l’ultima, che ha coinciso con il ritorno dei campani in Serie B: 1-0 firmato Campagnacci.

Ventidue anni fa l’ultima affermazione etnea: rocambolesco 2-3

Nel paragrafo precedente non è stato riportato l’ultimo successo degli etnei, giunto 22 anni fa. Una vittoria rocambolesca, che risulta essere come l’ultimo acuto dei rossazzurri nel Sannio, con le ultime sfide che hanno sempre fatto registrare zero punti conquistati per la squadra rossazzurra. Era il Catania di Vincenzo Guerini, quello che qualche settimana dopo avrebbe vissuto uno dei pomeriggi più bui, calcisticamente parlando, ovvero la sconfitta col Messina nei playoff promozione.

14 aprile 2001: trentesima giornata del girone B della Serie C1 2000/01. Al Santa Colomba va di scena una sfida tra due squadre che vivono un momento decisamente opposto. Il Benevento staziona nelle zone basse di classifica ed ha necessario bisogno di punti per rischiare di essere risucchiato nella zona playout. Dall’altra parte c’è il Catania del presidente Riccardo Gaucci, che naviga nelle zone altissime della classifica, in una lotta a tre tutta siciliana per il primato, con Messina e Palermo. Gli etnei sono guidati da Vincenzo Guerini. Il primo tempo è spettacolare: vantaggio rossazzurro con Cordone ed immediata risposta beneventana con Caruso. Gli etnei si riportano avanti con un altro beniamino dei tifosi, ovvero Alessandro Ambrosi. Il Benevento non ci sta e la riprende prima dell’intervallo con Bonfiglio. Quando la partita sembra destinata a concludersi in parità, al minuto 90 arriva la rete decisiva di Criniti, che regala tre punti preziosi agli etnei. A fine campionato il Benevento otterrà la salvezza, mentre il Catania dovrà rimandare la promozione in Serie B a favore dei cugini rivali del Messina.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli