spot_img

Ternana, Breda: “Orgoglioso, a Palermo non era facile ma li abbiamo demotivati”

Roberto Breda festeggia la vittoria ottenuta dalla sua Ternana a Palermo. I rossoverdi sono riusciti a ribaltare il pronostico, che dava per favoriti i rosanero. I tre punti al “Renzo Barbera”, preziosi per la corsa alla salvezza, sono arrivati grazie alle reti di Pereiro, Pyyhtia e Raimondo. Non sono bastati ai padroni di casa i gol di Lund e Brunori per evitare di rimanere a mani vuote.

LEGGI ANCHE -> Palermo Ternana (risultato 2-3), highlights: notte fonda al Barbera, festeggiano gli umbri

Breda commenta Palermo-Ternana

La Ternana è partita subito offensiva sul campo del Palermo. “Abbiamo queste caratteristiche, soprattutto nell’ultimo periodo, andiamo a pressare alto e fare il nostro gioco. Lo abbiamo fatto a Reggio Emilia ed è andata bene. Qui sapevamo di poterlo fare, ma in certe partite devi essere bravo a sfruttare gli episodi. Da parte della squadra c’è stata la bravura di provarci fino alla fine, anche dopo l’1-3. Quando hai certe cose nel DNA fai fatica a cambiare. Sono orgoglioso della prestazione, non era facile, soprattutto all’inizio in cui loro hanno spinto. Abbiamo tenuto botta, ci siamo sciolti e abbiamo continuato a giocare. Questo risultato ci voleva”, ha commentato Roberto Breda.

E sui singoli: “Luperini lo conoscete, qua ha fatto la storia. Sappiamo che ha queste belle caratteristiche, ha qualità e voglia di proporsi sempre. Raimondo sta facendo bene ma abbiamo tanti ragazzi bravi, tra 2003 e 2004 abbiamo minimo 2-3 titolari in campo. Non è questione di età, a me piacciono giocatori bravi e abbiamo una buona rosa. Non possiamo stare tranquilli, ho un bel gruppo. Tutti hanno fatto una partita importante, di personalità e qualità fisiche e mentali. In queste partite devo essere sempre concentrato e non abbassarti mai. Abbiamo continuato a sviluppare con intensità, qualità e gambe”.

Il campionato della Ternana finora è stato in salito, ma la voglia è quella di risalire la classifica. “Oggi abbiamo fatto la partita che volevamo fare, volevamo dimenticare il Lecco ma la B è questa, ogni partita è una storia a sé, ogni gara ha difficoltà diverse. Sapevamo che potevamo fare una partita importante. Dobbiamo continuare, in B vieni punito quando pensi di essere bravo. Abbiamo ora il Parma, sarà una partita difficilissima, ci godiamo stasera ma da domani ci penseremo”.

LEGGI ANCHE -> Palermo, Corini: “Troppa frenesia, Ternana ha fatto cosa voleva. Traorè bravo”

L’avversario

Roberto Breda si è espresso anche sulle caratteristiche dell’avversario: “Sapevamo che il Palermo è una squadra a trazione anteriore ma anche in difesa ha giocato importanti. Se fai correre il Palermo all’indietro diventa complicato per loro. Abbiamo avuto 2 giorni per preparare la partita, ma con cose che sono nostre e sappiamo fare. Noi spingiamo tanto, anche nei secondi tempi. Anche all’andata è stato così, anche in 10 abbiamo continuato a giocare. Al di là del loro calo fisico noi eravamo sempre presenti e abbiamo demotivato il Palermo, facevano fatica a creare situazioni. Nel nostro modo di lavorare ci sono queste caratteristiche. Ognuno ha i propri metodi, noi riusciamo a venire fuori alla distanza”.

E ha concluso: “La B è questa, ogni partita è una storia a sè. Quando sono arrivato la squadra aveva fatto 6 punti. Quando sei sotto in classifica sei quasi sempre costretto a fare risultato, anche in situazioni che sembrano scontate. La cosa più bella è stata far capire alla squadra che si può fare punti in qualsiasi campo. Perdere col Lecco ci avrebbe fatto giocare in maniera diversa oggi. Ogni punto fa la differenza, vogliamo giocarcela con le nostre armi. Il gruppo sta divetando sempre più maturo ma la B non perdona niente. Ho avuto sempre i ragazzi a totale disposizione, hanno sempre avuto voglia di venire fuori da questa classifica”.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli