spot_img

Picerno Catania, le pagelle: Castellini e Chiricò intraprendente, Costantino spreca

Andiamo a vedere le pagelle della sfida tra Picerno e Catania. La sfida, valida per il recupero della terza giornata del girone di ritorno del campionato di Serie C Girone C, si è conclusa con il risultato di 1-0. La rete decisiva porta la firma di Gallo, che al minuto 20 ha realizzato il gol che vale la vittoria per la formazione lucana.

RIVIVI IL MATCH -> Picerno Catania (risultato 1-0) highlights: decide Gallo, etnei spreconi

Pagelle Picerno Catania: i migliori e i peggiori tra i rossazzurri

Spicca senza dubbio la prestazione di Alessio Castellini, il quale conferma di vivere una grande crescita partita dopo partita. Bene anche Cosimo Chiricò, sicuramente tra i più intraprendenti in casa etnea. Stona invece la prestazione fornita da Rocco Costantino, soprattutto per le tante occasioni sprecate.

Difesa

ALBERTONI 6 – Ancora una chance per il portiere, il quale dimostra ancora una volta di non demeritare un posto così importante. Non può nulla sulla rete di Gallo.

CASTELLINI 6,5 – Il difensore conferma la sua crescita e la sua abilità nel ricoprire tutti i ruoli della difesa. Da terzino sinistro fa benissimo, nel finale sfiora il jolly su punizione.

CURADO 6 – Viene ripescato dalla panchina dopo la bocciatura di Foggia e se la gioca nel migliore dei modi. Spreca un’occasione in avvio di secondo tempo, ma fare gol non è il suo mestiere.

MONACO 6 – Conferma nell’undici di partenza per l’ex Perugia, il quale disputa una buona partita annullando Murano. Nei minuti finali viene schierato da centravanti aggiunto, senza successo.

BOUAH 5,5 – Decisamente più timido rispetto a Castellini sulla sua fascia, forse non del tutto a suo agio nella connection con Chiricò e più attento a difendere che a offendere.

Centrocampo

WELBECK 6 – L’ex Catanzaro è chiamato a fare frangiflutti, un compito che svolge in maniera egregia e senza troppe sbavature. Potrebbe essere per lui la prima di tante presenze da titolare.

QUAINI 5,5 – Ancora una prestazione al di sotto della sufficienza per l’ex Fiorenzuola, il quale cambia compagno di reparto ma non registro. Lucarelli ha bisogno di qualcosa di più (dal 61′ DI CARMINE 5,5 – Mezz’ora per cercare di aggiungere tasso offensivo, ma non riesce a incidere sulla falsariga della prova di Foggia).

Attacco

CHIRICÒ 6,5 – Il numero 32 torna a sfodera una di quelle prestazioni che ci si attende sempre da lui. Volitivo, intenso, sempre sul pezzo e pericoloso, con tiri in porta o assist. Gli manca solo il gol (dal 71′ CHIARELLA s.v. – Avrebbe più di 20 minuti per incidere, ma non ci riesce mai)

TELLO 6 – Posizione non del tutto inedita per lui, quella di mezzala con licenza di offendere. Non ha sempre il guizzo giusto, ma ci prova. Deve solo riprendere la condizione (dal 71′ PERALTA s.v. – Così come Chiarella, non riesce a sfruttare al meglio il tempo che gli viene concesso)

CICERELLI 5,5 – Non gioca sulla stessa falsariga del match di Monopoli, non è intenso e qualitativamente sul pezzo come siamo abituati a vedergli fare. Ci si aspetta sempre tanto da lui (dal 71′ KONTEK s.v. – Chiamato a giocare da centrale per far fare la punta aggiunta a Monaco, non viene particolarmente impegnato)

COSTANTINO 5 – Si becca il voto negativo perchè fallisce ciò che è chiamato a fare, ovvero segnare. Sono almeno tre le occasioni in cui il centravanti avrebbe potuto sicuramente fare di più.

Pagelle Picerno Catania, il giudizio del tecnico etneo

LUCARELLI 6 – Lavora con il materiale che ha a disposizione, al netto di infortuni e altre indisponibilità. Giusta la scelta di giocare a specchio con il Picerno, che di fatto segna per una giocata estemporanea. Se i suoi attaccanti fossero stati più precisi, il Catania sarebbe tornato a casa almeno con un punto.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli