spot_img

Palermo, Marconi: “Da anni non segnavo così tanto. Rinnovo? Ci spero”

Ivan Marconi, difensore del Palermo e match-winner dei rosanero nella sfida contro il Bari, ha parlato ai microfoni di Sky. Il centrale, al secondo gol consecutivo (terzo in stagione) sta vivendo un momento d’oro come leader del reparto arretrato. Ma adesso la sua prolificità sotto porta fa si che i rosanero siano agganciati al treno playoff.

LEGGI ANCHE -> Palermo-Bari, le pagelle: Marconi re delle mischie, Saric domina a centrocampo

Palermo, Marconi: “Da anni non segnavo tanto. Rinnovo? Ci spero”

Marconi è tornato a segnare dopo la rete utile per il pareggio col Perugia. Ma questo gol vale 3 punti, come quello contro il Parma. Insomma, comincia a diventare un goleador nelle sfide importanti: “Stasera è andata molto bene, sono contento. Ho fatto gol anche la settimana scorsa e non abbiamo preso gol. Per un difensore è l’ideale. Era da anni che non segnavo 3 gol in campionato, è la seconda volta nella mia carriera. L’anno scorso non ne ho fatto neanche uno, ma ho fatto tanti salvataggi ed è arrivata la promozione”.

Marconi ha esaltato il calore del pubblico, vicino alla squadra anche in una serata dal meteo proibitivo come questa: “A Palermo si incendia tutto in un attimo, spero che quel fuoco arriverà. La piazza merita palcoscenici incredibili, diamo ai tifosi il supporto che serve e loro lo daranno a noi”. In sala stampa poi aggiungerà: “Non voglio fare il ruffiano, ma questo pubblico mi fa venire gli occhi lucidi. So cosa ci possono dare i tifosi, il mio sogno sarebbe quello di riproporre quanto è accaduto l’anno scorso quanto ad affluenza allo stadio. Spero che riusciremo a dare ai palermitani ciò che desiderano, so che ribolle la voglia di venire allo stadio, stasera le condizioni erano avverse e va fatto un plauso a chi c’era a sostenerci”.

L’azione del gol è confusionaria, difficile da concretizzare. Ma il numero 15 ha mostrato grande freddezza, accompagnato da una dose di fortuna. Per Marconi una dedica speciale, pensando anche al futuro in rosanero: “Abbiamo cercato sia io che Tutino di segnare. Dopo il gol ho cercato con lo sguardo mia moglie, doveva atterrare stasera a Palermo ma temevamo che atterrasse a Catania a causa del vento. Dedico a lei questo gol. Il rinnovo? Ci spero, sono tranquillo. Se i risultati sono quelli di stasera, verrà tutto da sé”.

Marconi in sala stampa

Marconi è poi intervenuto in sala stampa, scendendo più nello specifico sull’andamento del match: “La partita mi è piaciuta molto sul piano caratteriale, siamo rimasti sempre sul pezzo e sempre uniti. Il Bari è una squadra di tutto rispetto, con attaccanti molto forti e caratteristiche ben precise. Se gli lasci spazio ti fanno male. Siamo stati bravi nel complesso a contenere la situazione, poi l’episodio ci ha regalato i tre punti”.

Il difensore ha elogiato tutta la squadra per il modo in cui si è difesa dagli attacchi degli avversari: “Quando non si prendono gol è tanto merito della fase difensiva, ma non dei difensori. La fase difensiva parte dagli attaccanti, a differenza di Perugia eravamo molto più presenti e grintosi. Forse ci è servito lo schiaffo di Perugia per rimetterci in carreggiata, i complimenti vanno a tutta la squadra”.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli