spot_img

Palermo, Corini: “Ritiro importante, ceduti grandi professionisti. Vialli grande uomo”

Eugenio Corini fa il punto dopo il mini-ritiro di Roma. Un momento in cui ha ritrovato la sua squadra dopo le vacanze di fine anno: “Sono contento di questo ritiro, i ragazzi si sono fatti trovare pronti dopo il lavoro fatto nelle vacanze. Abbiamo lavorato con intensità e applicazione, sono contento”.

In mattinata il Palermo ha affrontato la formazione Primavera della Viterbese. La sgambata è servita anche per ritrovare il feeling con il calcio giocato, che per la Serie B è ferma da Santo Stefano: “Il test era importante per dare minutaggio ai ragazzi dopo qualche settimana senza partite. Abbiamo fatto bene, si sono viste ottime cose e abbiamo segnato gol, che è sempre importante. C’è stata buona applicazione e buonissima intensità”.

Tra le altre cose, il mini-ritiro è iniziato con un paio di casi di positività. Entrambi, però, sono per fortuna rientrati: “Chi ha avuto il Covid si è negativizzato. Avevano comunque lavorato nelle proprie camere, ora da un paio di giorni si sono negativizzati e sono a disposizione. Era importante ritrovarli nella settimana che ci porta al Perugia”.

Il Palermo e Corini hanno perso per strada alcuni giocatori. Tra questi Floriano, Accardi e Crivello, tutti ceduti. Il tecnico dedica loro un bel messaggio, facendo leva sul legame di gruppo: “Sono professionisti esemplari, ragazzi straordinari con valori morali importantissimi. Auguro loro il meglio, con me si sono sempre applicati al massimo. Gli auguro le migliori fortune perchè se lo meritano. Giovedì sera siamo andati a cena, è importante ritrovarsi fuori da un contesto professionale. I ragazzi si sono divertiti, è stato piacevole fare questa cena di gruppo che alimenta le connessioni”.

Dopo il weekend, si tornerà a Palermo per preparare la sfida contro il Perugia. Una sfida importante da impostare nel modo giusto già in settimana: “Da lunedì si comincia a lavorare con intensità sul Perugia. Già questa settimana abbiamo lavorato su qualche tema importante. Vogliamo ripartire e farlo al meglio. Abbiamo chiuso l’anno con inerzia positiva e vogliamo riprendere con la stessa inerzia contro un avversario difficile. Sappiamo quali saranno le insidie e stiamo lavorando al meglio”.

LEGGI ANCHE -> Palermo, Saric: “Dimostrerò quanto valgo, soldi spesi per me sono uno stimolo”

Infine Corini rivolge un pensiero a Gianluca Vialli. Lo conobbe ai tempi della Sampdoria, a inizio anni 90, e ha lasciato un grande segno: “Gianluca è stato un grande calciatore, un professionista esemplare, un leader vero. Uno di quelli che si assumevano responsabilità importanti anche fuori dal campo. Lo ha dimostrato da calciatore, da allenatore, da dirigente e anche nella malattia. L’abbraccio con Mancini agli Europei è stato straordinario. Lascia un grandissimo ricordo. Quando una persona lascia un grande ricordo di sé, vuol dire che è stato una persona importanti”.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli