spot_img

Giugliano-Messina (risultato 1-0), highlights: beffa nel finale, in gol Salvemini

Dopo più di un mese cade il Messina, che incassa un pesantissimo gol nel finale e perde 1-0 in casa del Giugliano. Nel primo tempo i giallorossi danno la netta sensazione, pur non essendo troppo pericolosi sotto porta, di avere una marcia in più degli avversari. Nella ripresa, però, i peloritani si abbassano tanto, prestando il fianco agli avversari. Alla fine, il gol dell’ex Salvemini decide la gara, regalando un dispiacere ai siciliani che già assaporavano l’aria dei playoff. Il Giugliano sale così a 39 punti, il Messina rimane a 35 e punta al riscatto nelle prossime partite.

Giugliano-Messina, le formazioni ufficiali

Il Giugliano, padrone di casa, scende in campo con il 4-3-3, con alcune novità rispetto alle attese. A protezione del portiere Russo ci sono Valdesi, Cargnelutti, Caldore e Oyewale (che vince il ballottaggio con Yabre). A centrocampo il trio è quello composto da Romano, Maselli, De Rosa mentre in avanti ci sono Baldé, Salvemini e Ciuferri.

Il Messina risponde col consueto 4-2-3-1 che vede l’inserimento a sorpresa di Scafetta come terzino destro. La linea difensiva, davanti a Fumagalli, vede anche la presenza di Manetta, Dumbravanu e Ortisi. A centrocampo si rivede Firenze al fianco di Franco, mentre sulla trequarti torna Rosafio. L’ex Spal affianca Emmausso e Zunno alle spalle dell’unica punta Plescia (che oggi festeggia 26 anni).

Il racconto del primo tempo

Nei primi minuti del match c’è un ritmo elevato ma tanti errori di misura, probabilmente dovuti anche al manto sintetico dello stadio De Cristofaro. Il Messina arriva al tiro per la prima volta al 9′, provando a sfruttare un errore in impostazione del Giugliano, ma Franco spara alto da ottima posizione. I peloritani cercano accuratamente il varco per entrare in area, trovando spesso a sinistra lo spazio giusto. Al 20′ Ortisi si incunea nei 16 metri avversari e carica il destro rasoterra, ma Russo blocca in due tempi.

Risponde poco dopo il Giugliano, che si fa vedere dalle parti di Fumagalli con un colpo di testa di Romano, facilmente controllato dal veterano giallorosso. Ma la sensazione è che dalle accelerazioni degli uomini di Modica possano nascere sempre dei pericoli. Soprattutto Zunno sembra totalmente incontenibile, con Valdesi sempre in affanno sul numero 11. Ancora Franco ci prova col destro dalla distanza, ma il suo tiro viene parato a terra da Russo. Anche Emmausso replica la stessa conclusione, ma ancora una volta il portiere gialloblù blocca la sfera.

Il Giugliano innalza i toni della contesa e l’andamento del match ne risente. I tanti contrasti energici spezzano efficacemente il ritmo ai peloritani, che chiudono la frazione gestendo il possesso palla. Il primo tempo si chiude sullo 0-0, col Messina decisamente più pericoloso dell’avversario campano. A margine del commento, va detto che il Messina reclama due rigori, su cui l’arbitro decide di soprassedere.

Nella ripresa il Messina cala e arriva la beffa

La seconda frazione ricomincia come era finita la prima: tanti contrasti e gioco spezzettato. Stavolta, però, è il Giugliano ad approcciare meglio la partita. Dopo un paio di occasioni senza troppa convinzione, è Salvemini al 54′ a sfiorare il vantaggio. Gran botta da fuori del numero 10 che chiama all’intervento Fumagalli, che respinge come può in angolo. Poco dopo, è Ciuferri a sfiorare il gol con un tiro cross sbilenco ma insidioso, che finisce di poco sul fondo.

Il Messina risponde immediatamente, ancora con un tiro da fuori stavolta di Plescia. Il tiro del 28 è insidioso perché rimbalza davanti a Russo, ma l’estremo difensore mette in angolo con un buon riflesso. Ancora Giugliano al 62′, con un altro tiro cross di Romano che rischia di beffare Fumagalli, abile a mandare il pallone in corner con la punta delle dita. Nella ripresa il Giugliano ci crede di più e pressa costantemente il Messina nella propria metà campo. Tra i più attivi in questa fase di gara c’è l’ex Baldé, che cerca lungamente il gol dell’ex.

I padroni di casa dominano e alla fine, quando ormai solo un minuto dal 90′, pervengono al gol che decide la partita. È Salvemini a sfruttare una respinta corta da calcio d’angolo e beffare Fumagalli con un mancino beffardo, che si infila nell’angolo in basso a sinistra. La partita termina quindi con un Messina in affanno e sconfitto per la prima volta in trasferta in questo 2024.

LEGGI ANCHE -> Risultati Serie C Girone C oggi: si inizia con Giugliano-Messina e Monopoli-Latina

Giugliano-Messina, gli highlights del match

Andiamo ora a vedere gli highlights di Giugliano Messina.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli