spot_img

Cittadella, prossimo avversario Palermo: gli uomini di Gorini imbattuti da ottobre

Il Palermo torna in campo questa settimana per il primo match del 2024: prossimo avversario il Cittadella. Percorsi diametralmente opposti quelli di granata e rosanero nel girone d’andata. I veneti hanno avuto un avvio poco brillante, prima di fare un importante salto di qualità da novembre in poi. Un miglioramento che ha permesso loro di risalire la classifica e superare proprio i siciliani. Questi ultimi hanno da par loro vissuto sulle montagne russe la prima parte di stagione. La sfida è decisamente un banco di prova importante per le ambizioni di promozione delle due squadre. Queste alcune statistiche e curiosità sul Cittadella.

Cittadella, prossimo avversario Palermo: statistiche e curiosità

Della storia del Cittadella, prossimo avversario del Palermo, vi abbiamo già parlato prima del match di andata. I granata sono al 17° campionato di Serie B della loro storia, tutti disputati dopo il 2000. Dall’arrivo in cadetteria hanno portato in questo modo un nuovo tipo di gestione di squadra, molto british se così si può dire. Cicli molto lunghi con i propri allenatori (appena 5 tecnici in 28 anni) e una grande attenzione ai talenti delle categorie minori: questi i punti cardine del Cittadella.

Una squadra che ha certamente beneficiato di questo assetto, tanto che nel tempo si è trasformata in una mina vagante della Serie B. Basti pensare il Cittadella è arrivata per 5 volte negli ultimi 10 anni ai playoff, sfiorando in 2 circostanze la promozione in Serie A. Il tutto senza i grossi budget e i “paracadute” che hanno a disposizione le squadre che retrocedono dalla massima categoria. Le ultime 2 stagioni dei patavini sono state però piuttosto anonime, anzi la lotta per la salvezza – che era l’obiettivo nei primi anni di B – è tornata “di moda”. Ma quest’anno è tornato il Cittadella cinico e combattivo che i tifosi ricordavano.

LEGGI ANCHE -> Cittadella-Palermo nella storia della Serie B: motivo è il calendario asimmetrico

Avvio complicato, poi la risalita: veneti imbattuti da 8 partite

L’avvio di stagione del Cittadella, prossimo avversario del Palermo, non è stato dei più semplici. Solo 3 vittorie nelle prime 11 partite di campionato avevano relegato i granata ad una posizione di classifica scomoda, a pochi punti dalla zona playout. La svolta è però arrivata nel mese di novembre.

Mentre squadre come il Palermo o il Modena cominciavano a perdere colpi, la squadra di Edoardo Gorini ha macinato risultati su risultati. Una risalita passata anche dallo stadio Renzo Barbera, con i rosanero battuti nel girone d’andata per 0-1. Con 6 vittorie e 2 pareggi in 8 partite, il Cittadella è risalito sino al 4° posto, con 33 punti conquistati. Lontana ormai l’ultima sconfitta arrivata il 27 ottobre contro la Cremonese.

Ad arricchire il momento positivo dei granata, la crescita dei suoi gioielli, pescati come detto nelle categorie inferiori o nei settori giovanili di altre squadre. Basti pensare a Filippo Pittarello, oggi capocannoniere dei veneti con 4 gol e prelevato dal Cesena dopo un anno di prestito alla Feralpisalò. Oppure si pensi al piccolo funambolo Claudio Cassano, che con FantAntonio condivide solo il cognome e un passato nella Roma. Per non parlare dei vari Tommy Maestrello, Alessio Vita, Giuseppe Carriero che sono arrivati negli anni e sono la colonna portante di questo Cittadella.

Ascoli-Cittadella, gli highlights del prossimo avversario Palermo

Questi gli highlights di Ascoli-Cittadella, ultima partita del prossimo avversario del Palermo prima della sosta. Il match è terminato sullo 0-0.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli