spot_img

Catania, Carra è il nuovo dg: “Col Parma dalla D alla A in 3 anni, ora nuova sfida stimolante”

L’organigramma del nuovo Catania è stato svelato nel corso della conferenza stampa odierna al President Park Hotel: Luca Carra sarà il nuovo direttore generale. Un profilo di alta esperienza è stato scelto per riportare il club etneo in alto. Il dirigente si è presentato e ha rivelato quelli che sono i piani della società di Ross Pelligra. “Non posso che ringraziare chi mi ha dato la possibilità di prendere parte a questo progetto”, ha precisato innanzitutto. Al suo fianco ci sarà il direttore sportivo Antonello Laneri. Ignoto ancora il nome dell’allenatore che guiderà i rossazzurri.

E in merito alla sua carriera: “Ho già avuto un’esperienza di questo genere, sono stato amministratore delegato del Parma dopo il fallimento. Siamo stati bravi e fortunati nel tornare in Serie A dalla D in tre anni. Ho girato per Catania e mi sembrava di rivivere quel che è successo a Parma. Anche lì abbiamo dovuto ricostruire tutto. Sicuramente sarà una sfida stimolante e non ho avuto dubbi nell’accettare, per me è un’opportunità importantissima e sono felice di averla accettata”.

LEGGI ANCHE -> Catania, Scibilia: “Dobbiamo rincorrere, ripartiamo da meno di zero”

Carra sul Catania e la Serie D

Il dg Luca Carra, che sa bene qual è il percorso che attende il Catania a partire dalla Serie D, ha voluto sottolineare che sarà necessario impegnarsi per lottare ai vertici. “Non dobbiamo commettere l’errore di credere di vincere il campionato solo perchè ci chiamiamo Catania. Le avversarie daranno il doppio quando giocheranno contro di noi. L’errore sarebbe quello di sottovalutare le nostre avversarie, quindi anche noi dovremo dare sempre il massimo”. Un apporto fondamentale, in tal senso, sarà dato dal pubblico. “Ci servono ancora alcune informazioni dal Comune prima di far partire la campagna abbonamenti. Dopodichè faremo partire tutto. Il nostro obiettivo è quello di avere lo stadio pieno ogni domenica”, ha aggiunto.

LEGGI ANCHE -> Catania, Grella: “Allenatore e calciatori, stiamo valutando più profili. Vinceremo la D”

E conclude: “A Catania ho visto un progetto e una proprietà seria e ambiziosa. Società di Serie B ce ne sono molte, ma sono poche quelle con una progettualità e una solidità come questa. Si tratta di una scelta basata su un progetto serio. Si può fare calci partendo dalla Serie D e arrivando in A con una proprietà del genere. Già da ieri ho iniziato ad occuparmi di tutto quello che servirà per esprimersi al meglio. Dai campi di allenamento allo stadio, dalla campagna abbonamenti che sarà fondamentale. Uno dei segreti dei successi in categorie inferiori è l’unità di intenti da parte di tutte le componenti”.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli