spot_img

Telimar, arrivano i marziani del Pro Recco: sfida con vista sui playoff

Missione quasi impossibile per il Telimar Palermo che si prepara a ospitare il Pro Recco. I vincitori degli ultimi due triplete – fatto di scudetto, Coppa Italia e Champions League – vengono a fare visita alla Piscina Comunale, che purtroppo sarà ancora una volta chiusa al pubblico. Un vero e proprio peccato perchè non tutti (solamente 100 autorizzati) potranno godere di una partita che sulla carta si prospetta molto interessante. Anche perchè, al di là del valore dell’avversario, la formazione di coach Marco Baldineti vuole chiudere bene la regular season. La qualificazione ai playoff appare fuori discussione, dunque l’obiettivo è quello di chiudere al meglio l’anno solare.

LEGGI ANCHE -> Telimar En Tourcoing (risultato 9-10): palermitani eliminati, cronaca e tabellino

Telimar Palermo, la vigilia di coach Baldineti

Andiamo allora a leggere cosa ha detto Marco Baldineti, coach del Telimar Palermo, alla vigilia del match contro il Pro Recco. “Se ad inizio stagione, con una squadra così rinnovata e ringiovanita, ci avessero detto che avremmo lottato fino all’ultimo secondo del group stage per arrivare tra le migliori sedici della seconda competizione europea ci avrei messo la firma. Ma il gruppo è cresciuto tanto in questi mesi e la partita col Tourcoing era alla nostra portata. Lo abbiamo dimostrato conducendo gran parte della sfida, salvo poi commettere qualche errore nel momento più delicato, quando la troppa frenesia e la troppa voglia di vincere ci hanno fatto disunire. I ragazzi erano ansiosi di risolvere la partita e ci hanno provato da soli. Forse, eravamo fin troppo carichi”.

C’è anche un moto di orgoglio. Il Telimar, infatti, vuole fare bella figura a differenza di alcuni precedenti passati. “In passato – prosegue Baldineti – contro i recchelini non abbiamo fatto risultato, ma abbiamo sempre dimostrato di non aver paura, affrontandoli a viso aperto e tenendo loro testa per quanto possibile. Stavolta, però, questa sfida arriva forse nel momento peggiore. Cercheremo come sempre di fare del nostro meglio, ma sarà più un test mentale oltre che fisico, in vista dell’impegno di Roma contro l’Astra che chiuderà questa fase del campionato”.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli