spot_img

Tacopina: “Al Catania auguro gran futuro. SIGI? Chi mi attacca è un idiota”

Joe Tacopina non ci sta e replica alle recenti dichiarazioni in cui è stato tirato in ballo. Il noto imprenditore americano è stato ascoltato dai colleghi di Itasportpress in merito ai recenti attacchi ricevuti dall’avvocato Giovanni Ferraù: “Se, e ripeto se, sono state dette quelle cose, chi mi continua ad attaccare pubblicamente, è chiaramente un idiota che evidentemente sfugge alle proprie mancanze. Come si dice in America, “la prova è nel budino”, nel senso che eravamo pronti a chiudere due volte per l’acquisto del Calcio Catania, ma loro non lo erano”.

In particolare il nuovo patron della Spal ha voluto sottolineare alcuni aspetti della trattativa andata in fumo praticamente un anno fa. Soprattutto per quel che riguarda il mancato impegno da parte di Sigi nel completare l’opera da lui stesso avviata: “Secondo il contratto di acquisto, la SIGI ha promesso di ridurre l’enorme debito ma non ci sono riusciti di un solo euro. Ecco perché nessuna persona si è fatta avanti per investire e acquistare il club etneo dopo che sono stato costretto ad andare via. Abbiamo messo 800.000 dollari nelle casse del Catania perché la Sigi mi ha pregato assicurandomi che sarebbero stati in grado di chiudere l’operazione e ridurre i debiti. Non hanno fatto nulla di tutto ciò”.

Tacopina attacca Ferraù

Secondo Tacopina, Ferraù sta cercando di scaricare sull’italo-americano le responsabilità per i fatti avvenuti in un secondo momento. Stiamo parlando ovviamente del fallimento del Calcio Catania. Tuttavia l’imprenditore non ci sta e replica: “Il fatto che qualcuno di loro continui a parlare e a trovare scuse per i propri fallimenti mostra il vero carattere di quella persona. Sempre se l’ha detto perché nei giorni scorsi Ferraù mi ha assicurato che non ha mai affermato nulla del genere nei miei confronti in riferimento all’articolo di qualche giorno fa. Comunque adesso ho davvero finito di sprecare il mio tempo e le mie energie per discutere dei fallimenti degli altri”.

Da lì è arrivata la decisione di lasciar perdere l’affare Catania e di portare i propri fondi in altri lidi. Con la decisione di puntare su una realtà genuina e meglio strutturata come la Spal: “I miei investitori ed io abbiamo prontamente raccolto e acquistato il 100% di uno dei più grandi club della storia del calcio italiano che come tutti sanno è la SPAL. E lo abbiamo fatto investendo un’enorme quantità di denaro quest’anno, ma non ho bisogno di giustificarmi con chi dice sciocchezze senza sapere nulla”.

In ogni caso, al termine dell’intervista Tacopina ha voluto fare un augurio ai tifosi del Catania. Un sostegno importante in vista delle prossime tappe della ricostruzione di un progetto tecnico e societario serio e ben strutturato: “Spero solo che tutto vada alla grande in futuro per il Catania e per quelle persone fantastiche che ho incontrato nel mio breve periodo nel capoluogo etneo”.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli