spot_img

Serie D, Catania e il calo fisico di dicembre: rossazzurri pronti a rialzare l’asticella

Una prima parte di stagione da assoluta protagonista quella vissuta dal Catania che ha chiuso l’andata del girone I di Serie D con 42 punti all’attivo e dieci di vantaggio sulle inseguitrici Locri e Lamezia Terme. Il percorso degli etnei è iniziato nel migliore dei modi, nove vittorie consecutive nelle prime nove giornate di campionato prima del pareggio in casa della Cittanovese. Una rosa di livello quella costruita dalla dirigenza rossazzurra, l’approdo dell’imprenditore italo-australiano Ross Pelligra ha cambiato le sorti del club. Dopo il fallimento e la ripartenza dalla Serie D, adesso le ambizioni del Catania sono quelle di ritornare tra i professionisti il più rapidamente possibile.

LEGGI ANCHE -> Catania, la rinascita firmata Pelligra: la ripartenza etnea è da record

Il girone di ritorno del Catania

L’esordio in campionato del Catania in quel di Ragusa ha fin da subito messo le cose in chiaro, 2-0 secco firmato Francesco Lodi e Manuel Sarao. Da quella trasferta in poi sono arrivate altre otto vittorie di fila prima dello stop avvenuto il 6 novembre quando in casa della Cittanovese la sfida si chiuse sullo 0-0. In seguito sono arrivate le vittorie casalinghe contro Canicattì (3-0) e Acireale (1-0) oltre al pari esterno sull’ostico campo del Lamezia Terme. Il mese di dicembre è stato senza dubbio il momento in cui la squadra è apparsa sottotono, la stanchezza ha sicuramente inciso e lo hanno confermato anche le prestazioni.

Il 4 dicembre, a evidenziare il calo fisico della compagine etnea, è arrivato il pari in casa della modesta Sancataldese. Al vantaggio dei padroni di casa firmato da Xepapadakis ha risposto un gol di Michele Somma che ha ripreso il risultato. La settimana successiva gli uomini guidati da mister Giovanni Ferraro sono tornati alla vittoria grazie all’1-0 inflitto al Real Aversa, a decidere il match un gol di Francesco Rapisarda nel corso della ripresa. Il 18 dicembre ecco la prima battuta d’arresto in casa Catania, a infliggere la prima sconfitta ai rossazzurri è stato il Santa Maria Cilento. I campani hanno portato a casa i tre punti grazie al 2-1 finale: vantaggio casalingo con Bonanno a cui è seguito il pari di Palermo, la rete decisiva è stata firmata da Tandara.

Il mese di dicembre del Catania

Prima della breve pausa natalizia gli etnei hanno ospitato al “Massimino” il Trapani, gara molto equilibrata in cui ha prevalso l’esperienza del Catania. I granata si erano portati in vantaggio con la rete di Kosovan su rigore nel corso del primo tempo, i rossazzurri nella ripresa tra il 49’ e il 51’ l’hanno ribaltata grazie a Palermo e Rizzo.

Un mese di dicembre per nulla negativo dal punto di vista dei punti conquistati che sono comunque sette in quattro gare. La prima sconfitta non ha inciso per nulla sull’umore della squadra che è comunque incappata in un calo fisiologico che il breve stop potrebbe comunque cancellare. Adesso il Catania è atteso dal ritorno in campo il prossimo 8 gennaio quando al “Massimino” arriverà il Ragusa nella gara valida per la prima di ritorno.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli