spot_img

Pallanuoto: Telimar e Ortigia ancora contro, si gioca gara2

Sarà la tribuna piena dell’Olimpica di Palermo il teatro della Gara 2 della Finale Play-off del Campionato Nazionale di Pallanuoto Maschile di Serie A1 per il 5° posto. I padroni di casa del TeLiMar sfideranno il Circolo Canottieri Ortigia nell’ennesimo derby della stagione. Il Club dell’Addaura arriva dalla vittoria di sabato scorso in Gara 1, quando è riuscito ad espugnare la Piscina Caldarella della Cittadella dello Sport al termine di un match equilibrato come sempre, tra le due compagini siciliane. Appuntamento a domani, mercoledì 25 maggio, alle ore 19,30 per la prima palla al centro. A dirigere l’incontro sarà la coppia arbitrale formata dal lombardo Raffaele Colombo e dal ligure Stefano Pinato.

Torna ad analizzare la partita di Siracusa, il coach del Telimar Gu Baldineti: “Prima dell’incontro, in quei pochi attimi a disposizione, ho parlato ai miei ragazzi, dicendo loro di non sottovalutare gli avversari, perché loro sono un’ottima squadra anche con l’assenza di due grandi campioni, come effettivamente hanno poi dimostrato in acqua. Devo fare davvero i complimenti ai miei giocatori, perché sono riusciti a vincere una partita difficilissima. Una vittoria che mi rende veramente felice: queste sono partite complicatissime, da giocare innanzitutto con la testa e loro sono riusciti a star calmi fino all’ultimo e a portare a casa il risultato. Quella di domani sarà un’altra storia tutta da scrivere. Si ricomincia daccapo. È tutto in gioco. sarà un’altra battaglia, come ogni derby che si rispetti”.

Alla vigilia, Stefano Piccardo, coach dell’Ortigia, sottolinea la difficoltà del match e l’equilibrio che ha contraddistinto le ultime sfide con i palermitani: “Credo che, a differenza di quella con il Quinto, questa sia una serie tra due squadre che si conoscono molto bene. Se andiamo a vedere i risultati dei match precedenti, sono sempre stati caratterizzati da uno scarto ridotto: o perdiamo di pochi gol o vinciamo con pochi gol di scarto. Forse uno o due al massimo. Questo indica che c’è molto equilibrio. Devo dire che mi dispiace non poterli affrontare al completo, ma penso che, al di là delle assenze, gara 2 sarà l’ennesimo momento importante, di grande crescita per noi. Le situazioni di inferiorità o superiorità numerica saranno fondamentali per l’esito della partita. Bisogna andare a Palermo e cercare di giocare un’ottima partita, ben sapendo quali sono le loro armi”.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli