spot_img

Palermo-Ternana, le pagelle: Pigliacelli Superman e Brunori sottotono. Vido entra bene

Al “Renzo Barbera” il Palermo alla ricerca del successo che manca ormai da tre turni in cui sono arrivati i due pareggi contro Frosinone e Sudtirol e la sconfitta in casa del Genoa. I rosanero si sono trovati opposti alla Ternana nelle gara valida per la 27a giornata di Serie B, un turno infrasettimanale che potrebbe rappresentare un crocevia importante della stagione. Al termine dei 90′ la sfida tra le due compagini si chiude sullo 0-0, tante occasioni da una parte e dall’altra che non fruttano però nessun gol. Terzo pari di fila per il Palermo che raggiunge quota 37 punti in classifica, di seguito le pagelle di PalermoTernana.

Palermo-Ternana, le pagelle dei rosanero

PIGLIACELLI 8.5 – Partita da ricordare quella disputata dal portiere rosanero che non sbaglia un colpo! Interventi strepitosi quelli effettuati dall’estremo difensore che si trasforma in Superman. Al 15′ parata pazzesca su testa di Mantovani; si ripete al 30′ quando compie un autentico miracolo su Diakite. Al 51′ ferma anche Partipilo che aveva provato a superarlo con un esterno mancino dall’Interno dell’area. Al 62′ ennesimo miracolo sul mancino di Partipilo, si allunga e devia in corner.

MATEJU 5 – Prestazione negativa quella del centrale ceco che non riesce a gestire gli attacchi avversari, si trova spesso in difficoltà e rischia anche di regalare un gol agli umbri.

NEDELCEARU 5.5 – Il centrale rosanero ha senza dubbio avuto giornate migliori. Nel primo tempo, insieme ai suoi compagni di reparto, lascia troppo spazio agli umbri che non trovano il gol solo grazie agli interventi di Pigliacelli.

MARCONI 5 – Soffre maledettamente la velocità e la tecnica di Partipilo, male anche sui calci da fermo che avrebbero potuto fruttare gol alla Ternana.

VALENTE 5.5 – Macina la fascia come di consueto, ma non riesce a essere decisivo né nei cross né nelle conclusioni. Nella ripresa avrebbe l’opportunità di andare in rete, ma non sfrutta al meglio l’occasione. (DAL 73′ DI MARIANO 5.5 – Entra per dare più vivacità all’attacco rosanero senza riuscirci, deve ritrovare sicurezza).

SEGRE 5 – Prestazione incolore del centrocampista rosanero che non entra praticamente mai nel vivo del gioco. Mancano i suoi consueti inserimenti, durante l’intervallo viene rilevato da Dario Saric. (DAL 46′ SARIC 5.5 – Il centrocampista bosniaco dà un pò di verve in più al centrocampo del Palermo senza però trovare la giocata giusta. A inizio ripresa potrebbe andare in gol, ma calcia fuori da ottima posizione).

GOMES 6 – Il centrocampista francese è sempre uno dei migliori per quanto riguarda il recupero della sfera, deve migliorare tanto in impostazione e soprattutto dovrebbe provare più spesso a calciare in porta.

BROH 6 – Non brilla l’ex Sudtirol che solitamente percorre chilometri come se non ci fosse un domani: primo tempo discreto, secondo tempo da dimenticare.

MASCIANGELO 5.5 – Per tutto l’arco della prima frazione di gioco spinge poco e male, al 35′ avrebbe anche un’occasione ma non arpiona un pallone in area di rigore. Durante l’intervallo Corini decide di sostituirlo, al suo posto il giovane Aurelio. (DAL 46′ AURELIO 6 – Esordio assoluto per l’ex esterno del Pontedera che non riesce a fare la differenza sulla fascia mancina, poca concretezza e tanta confusione per il nuovo volto rosanero che deve ancora crescere. Si prende la sufficienza con la giocata offerta nei minuti di recupero, peccato per l’occasione mancata al 94′).

BRUNORI 5.5 – Al 41′ non sfrutta un pallone d’oro di Tutino, forse poteva fare di più! Non riesce in pratica a calciare mai in porta, la difesa umbra lo tallona alla perfezione e lui va in crisi. A venti dalla fine lascia il posto a Edoardo Soleri. (DAL 73′ SOLERI 6 – Dà tutto se stesso come al solito, non riesce però a creare occasioni da rete).

TUTINO 6.5 – Senza dubbio il migliore dei suoi dopo Pigliacelli, ci prova con convinzione ed è l’unico a creare le occasioni da gol per il Palermo. Al 18′ il suo destro bacia la parte alta della traversa, a metà ripresa una sua conclusione trova l’opposizione di Iannarilli. (DALL’83’ VIDO 6.5 – Gioca una manciata di minuti, ma rischia di diventare l’eroe della partita. L’ex Cittadella calcia per due volte in porta, trovando però l’opposizione di Iannarilli).

- Advertisement -spot_img

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli