spot_img

Palermo, Corini: “Reggina squadra di valore, vogliamo continuare a volare. Tutino ci sarà”

Eugenio Corini fa la conta degli infortunati in casa Palermo. Tra gli indisponibili non ci saranno Massolo e Tutino nonostante la febbre. Diverso il discorso per Claudio Gomes: “Massolo e Tutino hanno avuto la febbre, ieri si sono ripresi e per tutela oggi hanno svolto un programma personalizzato da casa. Andranno in ritiro con la squadra. Gomes è rientrato in gruppo, ma non è ancora pronto dal punto di vista della sicurezza della mano. Dalla prossima settimana sarà pienamente recuperato e sarà disponibile per la trasferta di Genova”.

Si passa poi all’analisi dell’avversario di giornata. La Reggina è una squadra che si presenta da sola. Corini, però, sa bene che il buon risultato si può fare: “La Reggina è un altro step di crescita, abbiamo ricreato entusiasmo e fiducia. Dobbiamo reggere questo tipo di pressione e siamo preparati a farlo. L’inerzia è positiva. Quando si inizia a volare, bisogna continuare a farlo ma rimanendo nei principi che ci hanno permesso di essere concreti e fare risultato. L’avversario è oggettivamente di valore per la squadra, per l’allenatore e per la classifica”.

Palermo, Corini non pone obiettivi

Si parla dell’ottimo momento dei rosanero, imbattuti da 8 giornate. Nonostante questo, Corini non pone obiettivi al Palermo: “Cerco di essere meno stucchevole possibile nello spiegare che mancano ancora tantissime partite per la fine del campionato. L’esempio del Milan è lampante. L’inerzia cambia molto velocemente. Abbiamo raggiunto un buon livello e dobbiamo aumentare ulteriormente per consolidarlo. È una squadra costruita in poco tempo che a gennaio ha introdotto 6 giocatori nuovi. Dobbiamo lavorare tutti insieme, incluso il pubblico che agevola sempre la squadra. È ciò che ci siamo meritati e dobbiamo continuare a farlo, lavorando quotidianamente”.

“Domani – prosegue l’allenatore del Palermo – parleremo della partita in base a quanto visto in campo. Il calcio accende gli entusiasmo, è bello vedere la piazza attiva. Concentriamoci sul valore della Reggina per disputare al meglio la partita”.

Un Palermo-Reggina diverso

Quella dell’andata al “Granillo” forse è stata una delle peggiori prove del Palermo di Corini. Il mister bresciano, però, ricorda le condizioni in cui i suoi giocarono quella gara: “La partita d’andata ha visto la Reggina vincere meritatamente. Noi vedevamo da un percorso in cui i giocatori avevano fatto pochi allenamenti tutti insieme e avevano bisogno di un ricondizionamento atletico. I miracoli non sempre nel calcio esistono. Abbiamo fatto ciò che dovevamo, ma non siamo riusciti a portare l’inerzia dalla nostra parte. Domani vogliamo portare in campo entusiasmo, ma anche lucidità. Non dobbiamo perdere equilibrio, dobbiamo essere bravi a leggere le situazioni”.

Tra i giocatori che non faranno parte della spedizione anti-Reggina, spicca il nome di Edoardo Masciangelo. Corini spiega l’assenza tra i convocati dell’ex Benevento, arrivato all’ultimo giorno di mercato: “Masciangelo è arrivato da poco, ha bisogno di ricondizionassi a livello atletico. La trattativa è stata lunga, ha saltato diversi allenamento. Svolgerà un percorso atletico e mentale personalizzato, dalla prossima settimana lavorerà con la squadra”.

Chi invece è ancora in dubbio, è Jacopo Segre. Il centrocampista non è al top, ma Corini si riserva ogni decisione all’ultimo minuto: “Segre ha avuto una piccola distorsione al ginocchio, ha recuperato pienamente. Ieri ha completato l’allenamento, è disponibile. Mi riservo qualche ora per capire chi partirà dal 1′”.

Occhio agli amaranto

Corini parla poi di Filippo Inzaghi, suo sfidante domani. Un allenatore che, come il Genio, è cresciuto poco per volta: “Inzaghi è da sempre un nemico scomodo. È stato un ottimo giocatore, da allenatore ha grande passione ed è cresciuto di anno in anno. Inzaghi ha avuto un tempo fisiologico per mettere dentro le sue idee da quando è arrivato. La Reggina ha idee precise ed è attendibile. Noi all’andata siamo andati a Reggio in ritardo dal punto di vista dell’amalgama. Siamo cresciuti di partita in partita e domani metteremo in campo tutti questi miglioramenti”.

A proposito dei calabresi, domani non sarà a disposizione Fabbian. Il talento di scuola Inter è out per squalifica, ma Corini crede che Inzaghi troverà il modo di sopperire all’assenza: “Fabian è un giocatore importante, il rendimento lo dimostra. È un’assenza di rilievo, ma riusciranno a sopperirla. Hanno una rosa importante e sono intervenuti sul mercato”.

Ma come si affronta una squadra sempre pericolosa sul piano offensivo? Corini svela di aver lavorato molto sul piano tattico: “Abbiamo lavorato sui due sistemi usati da Inzaghi. A Bolzano ha giocato Menez prima punta, gioca spesso con la costruzione 4+1 con Menez falso nove. Leggendo la loro formazione, capiremo dove possiamo creare loro dei problemi”.

Palermo, Corini chiaro su Lancini

Per quanto riguarda il Palermo, le assenze solite sono quelle di Edoardo Lancini e Leo Stulac. Corini risponde così alle domande sul centrale e sul playmaker sloveno: “Lancini è nella lista, cercava una soluzione diversa ma non è arrivata. È stato inserito al posto di Stulac che rimarrà ai box per diversi mesi. Continuerà ad allenarsi con costanza e volontà. È motivato e pronto a dare il suo contributo”.

Stulac ha fatto posto in lista anche ai nuovi acquisti. Corini, sui volti nuovi di casa Palermo, si esprime così: “Siamo cresciuti, il tempo ci ha dato una mano. Il valore è aumentato. La squadra è migliorata collettivamente. Verre l’ho messo in campo ad Ascoli con un solo risveglio muscolare dopo l’esperienza terribile della trasferta. Ha dimostrato personalità e qualità. È un giocatore importante. Abbiamo alzato il livello sul mercato, trovando alternative valide in tutti i ruoli. Orihuela sta crescendo, Graves ha ottime attitudini e Aurelio faceva persino l’esterno e può migliorare tanto. Il concetto di allargare il campo dei titolari è stato messo in atto. Sceglierò l’11 che ritengo migliore, ma essendo consapevole che i cambi potranno influire molto sulla partita. Tutti sono titolari”.

Domani il “Barbera” sarà quasi tutto pieno, grazie alla passione dei tifosi nell’acquisto dei biglietti. Corini si affida dunque al dodicesimo uomo: “Il fatto che lo Stadio sarà pieno domani è molto bello, ce lo siamo meritati. La gente sa quanto può aiutarci, anche applaudendoci sugli errori. Dobbiamo essere uniti, perché così siamo più forti. Domani possiamo dimostrarlo contro un avversario di valore”.

Un ciclo importante per il Palermo

Quella contro la Reggina sarà la prima di quattro sfide durissime per il Palermo. Si affrontano le prime quattro della classe. Corini, però, non teme nulla e nessuno: “Le prossime quattro sono step importanti visti gli avversari, abbiamo voglia di misurarci ma pensando partita per partita. Alla fine di questo percorso valuteremo quanti punti abbiamo ottenuto. Poi sarà tempo delle altre dodici che sono altrettando importanti”.

Proprio in tale ottica va vista una rosa ampliata in alcune zone del campo. Come la fascia sinistra, che ora vede ben tre elementi a disposizione di Corini: “Sulla fascia sinistra abbiamo preso Masciangelo che ha esperienza e Aurelio che ha dato ottimi segnali di crescita. Con il ds Rinaudo cercavamo una alternativa a Sala”.

Chiusura dedicata alle parole di Inzaghi: “Non avevo dubbi che Inzaghi dicesse che il Palermo può già competere per la Serie A. Noi sappiamo qual è la tipologia di percorso che abbiamo fatto, dobbiamo avere la giusta dose di umiltà ed anche di entusiasmo. È uno step importante, sono curioso anch’io di capire come reagiremo. Ci siamo costruiti questa situazione con fatica e sudore, vogliamo far vedere che questa squadra ha un valore. È una chiave di lettura”.

Cambia il rigorista del Palermo dopo l’errore di Brunori ad Ascoli? Corini risponde così: “Nutro un profondo rispetto per i rigoristi, io ne ho realizzati e ne ho sbagliati. Abbiamo lavorato con Brunori in settimana. Il rigorista resta lui, non ho dubbi”.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli