spot_img

Palermo, con il Genoa arriva la sconfitta: rosanero spreconi, rossoblu cinici

Il Palermo ospite del Genoa per continuare la propria striscia positiva che dura da ormai nove turni, il match di “Marassi” apre la 24a giornata di Serie B. Una sconfitta che brucia quella subita dal Palermo che ha ceduto per 2-0 al Genoa (Gudmunsson), i rosanero cadono dunque dopo nove turni di imbattibilità. Gli uomini di Corini restano fermi a quota 34, salgono a 43 i rossoblu di Alberto Gilardino.

Primo tempo: rosanero svagati, Genoa cinico

Al 7′ ci prova Ivan Marconi con un colpo di testa sugli sviluppi di un corner, la sua incornata termina sull’esterno della rete. Qualche minuto più tardi ci prova il Genoa con una punizione laterale calciata da Gudmunsson, dopo un batti e ribatti arriva la conclusione di Aramu bloccata da Pigliacelli. Al 14′ buona trama offensiva del Palermo sotto la regia di Dario Saric, il filtrante del centrocampista bosniaco non trova per un nulla l’accorrente Verre. Palermo nel pallone al 17′ quando un errore in impostazione di Damiani spalanca la fascia a Gudmunsson che serve al centro Coda, anticipato dall’ottimo Sala che salva praticamente un gol.

Trascorrono alcuni minuti e il Genoa continua le proprie sortite offensive, il Palermo non riesce a prendere le giuste misure. Al 25′, dopo una serie di attacchi non concretizzati, i padroni di casa passano con Alfred Gudmunsson che si incunea tra i difensori rosanero e dal limite dell’area incrocia con il destro. Al 29′ occasione potenziale per i rossoblu con Massimo Coda che calcia con il destro da posizione defilata, sfera deviata in corner. Al 33′ occasione pazzesca non sfruttata dal Palermo con Verre che riceve palla all’interno dell’area di rigore ma non riesce a calciare in porta. Sale in cattedra il Palermo che al 37′ ci prova con un cross di Mateju dalla destra per Di Mariano, l’attaccante rosanero anticipato in corner. Sugli sviluppi ci prova Nedelcearu, il suo colpo di testa su assist di Valente termina alto sopra la traversa.

Secondo tempo: Palermo impreciso

Il Palermo si ripresenta in campo con una novità rispetto ai primi 45′, fuori Damiani che viene rilevato da Claudio Gomes. La ripresa inizia con il Palermo che rischia di andare sotto di due reti. Il Genoa infatti raddoppia ancora con Gudmunsson, il cui gol è però annullato per offside a inizio azione di Coda. I rosanero si fanno vedere in avanti al 57′ quando un cross dalla destra di Valente finisce sui piedi di Sala, il suo mancino viene bloccato da Martinez. Trascorrono pochi minuti e il Palermo si propone ancora con Valente, serie di doppi passi e mancino che termina alto. Al 60′ calcio d’angolo in favore dei padroni di casa, stacca di testa Bani con la sfera che è bloccata da Pigliacelli.

Alla ricerca del pareggio mister Corini al 65′ inserisce Gennaro Tutino e Jeremie Broh rispettivamente al posto di Francesco Di Mariano e Dario Saric. Quando scatta il 70′ ecco la girandola di sostituzioni da una parte e dall’altra: Puscas, Dragus e Strootman per il Genoa mentre Soleri e Segre per il Palermo. Al 76′ altra occasione d’oro per il Palermo con Soleri che da due passi non riesce a realizzare su perfetto assist dalla sinistra di Sala. Gli ultimi quindici minuti sono più che altro di stampo Palermo, ma i rosanero non riescono a trovare la via del gol. Al 96′ la chiude Jagello che su assist dalla destra di Puscas raddoppia e regala i tre punti ai suoi.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli