spot_img

Igea Virtus, il sereno dopo la tempesta: poker di vittorie per Di Gaetano

“La forza del gruppo sta facendo la differenza, tempo fa non avremmo vinto questa partita. Per me la vittoria vale doppio”. Queste alcune delle dichiarazioni di Francesco Di Gaetano, tecnico dell’Igea Virtus, dopo il successo di 0-1 in casa della Gioiese nell’ultimo turno di campionato di Serie D. Un breve riassunto di una squadra diventata consapevole, che gioca a calcio e che sta risalendo la china in classifica con l’ex Cittanova in panchina.

E dire che l’esperienza del mister palermitano in quel di Barcellona Pozzo di Gotto non aveva preso una bella piega dopo la vittoria al debutto con il Ragusa. Due successi ed un pareggio a reti bianche con il modesto Castrovillari per Di Gaetano nelle prime dodici partite della sua avventura messinese. Nove sconfitte, delle quali sette consecutive, in molte altre società avrebbero portato ad un nuovo cambio in panchina. E invece la società del presidente Costantino Bartolo si è dimostrata coerente con la scelta intrapresa lo scorso 15 ottobre, quando veniva scelto il nuovo allenatore, al posto dell’esonerato Pasquale Ferrara.

La svolta è arrivata nelle ultime quattro partite, con quattro successi consecutivi, due gol subiti e dieci gol fatti. Tra le vittime di questa ripresa targata Nuova Igea Virtus, c’è anche il Siracusa di Cacciola, caduto in quel del Carlo Stagno d’Alcontres, per 2-1. Da lì in avanti ecco i successi con Portici, Licata e Gioiese. Tutti scontri diretti in chiave salvezza diretta, vinti convincendo. Adesso i barcellonesi sono decimi a quota 29 punti, lontani sei lunghezze dalla zona playout e pronti a giocarsi il derby con il Città di Sant’Agata.

LEGGI ANCHE -> Risultati Serie D Girone I, 26a giornata: Trapani settebellezze

Di Gaetano e l’obiettivo salvezza attraverso un calcio offensivo

Gli ingredienti più utilizzati dall’Igea da quando c’è l’ex allenatore del Trapani sono il controllo del gioco attraverso un possesso palla pensato e preparato, che articola e rifornisce la fase offensiva nella maniera più pulita possibile. Infatti, in zona di rifinitura la compagine giallorossa vanta di una proposta corale abbastanza riconoscibile ed efficace. Tutti elementi che potrebbero far storcere il naso ai più tradizionalisti, specie in Serie D, abituati al solito piatto del “palla lunga e pedalare”. Di Gaetano dice no, anche se l’obiettivo è la salvezza!

Ciccio, al suo arrivo – in sede di conferenza stampa – si era presentato in questo modo: “Credo basti andare a vedere una qualsiasi partita di una qualsiasi squadra che ho allenato per capire che sono una persona a cui comunque piace raggiungere gli obiettivi e farlo cercando di far giocare la squadra e far divertire la gente che viene allo stadio. Voglio coinvolgere più persone possibili per il fatto di andare a vedere la propria squadra del cuore”.

Dai moduli ai baluardi difensivi dell’Igea Virtus

La versatilità conferita sul piano tattico costituisce uno straordinario valore aggiunto per la compagine giallorossa. Di Gaetano ha fin qui alternato vari moduli senza mai scalfire gli equilibri né sconfessare l’impronta offensiva della sua formazione. Dal 3-4-3 al 3-5-2 fino al 4-4-2, talvolta declinabile in un temerario 4-2-4.

Passando ai punti fermi di questa rosa, è impossibile non iniziare dal portiere Agustin Staropoli, argentino classe 1990. L’anno scorso era già stato protagonista in Eccellenza, sempre con l’Igea nella vittoria del girone B di Eccellenza. Quest’anno subisce una media di quattro tiri in porta a partita, intervenendo in maniera provvidenziale almeno su tre delle conclusioni rimediate. Una vera e propria arma in più. Per quanto concerne la distribuzione del gioco, è fondamentale per Di Gaetano. Grazie alla sua percentuale di passaggi riusciti a partita (81.6%), alimenta e rifornisce le trame dell’Igea, dal basso o con i suoi rinvii profondi. Possiamo definirlo un portiere moderno.

Angelo Della Guardia è senza dubbio la colonna portante di questa Igea. Il classe ’95 era già un profilo di sicuro affidamento lo scorso anno nel massimo livello regionale, quest’anno in D sta continuando sulla stessa lunghezza d’onda nei panni di difensore centrale. Ha più del 70% dei duelli difensivi vinti a partita, solo questo lascia intendere quanto sia determinante in fase di non possesso. Senza dimenticare personalità e carattere. Che gli permettono di giocare la palla quando serve, anche nella metà campo avversaria.

Il colpo Calafiore per rafforzare la rosa

Claudio Calafiore è stato senza dubbio il colpo più importante della sessione invernale di calciomercato dell’Igea Virtus. L’ex centrocampista del Sant’Agata, dopo una parentesi poco felice al Trapani ha deciso di sposare il progetto del club di Barcellona Pozzo di Gotto anche per motivi familiari. Progetto in cui è finito al centro, sia del campo che delle attenzioni, essendo un totem per la categoria. Finora solo un gol in sette presenze, ma conferisce di partita in partita esperienza, dinamicità, tecnica ed una marcata propensione offensiva. Quest’ultima, accompagnata da un destro per palati fini. Calafiore, insieme a Giovanni Biondo costituisce un tandem in zona nevralgica di incredibile spessore.

Attaccante esterno, jolly offensivo dotato di tecnica e fantasia, dal background prestigioso in categoria ed in grado di spostare gli equilibri sul fronte offensivo. Sebastiano Longo, classe 1996, è il capocannoniere di questa Igea Virtus con 10 gol e 4 assist in 19 presenze. E’ in grado di creare superiorità numerica ed alzare l’indice di pericolosità in avanti in ogni momento della gara, l’ex Castrovillari è il numero 10 perfetto per la formazione di Francesco Di Gaetano. Gli riescono circa sette dribbling a partita, calcia quasi quattro volte ogni novanta minuti ed ha una buonissima percentuale nell’accuratezza dei passaggi (+70%). E’ nettamente l’uomo in più della compagine messinese, desiderosa di assicurarsi un derby dall’alto coefficiente di difficoltà come quello con il Città di Sant’Agata, in programma domenica alle ore 14:30.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli