spot_img

Girona, via a centro sportivo targato City Football Group: 25 mln per 23 ettari

Il Girona da gennaio 2024 avrà un maxi centro sportivo targato City Football Group. Un progetto enorme, da sviluppare nella città di Vilablareix, situata a pochi chilometri dalla cittadina catalana. L’investimento si aggira intorno ai 25 milioni di euro e si svilupperà su un terreno di 23 ettari. La struttura sarà dotata di ben sette campi da calcio (tre in erba naturale e quattro in erba artificiale), uno dei quali disporrà di gradinate per ospitare i tifosi, oltre ad un edificio che diventerà la sede istituzionale del club.

Il club spagnolo dunque segue la scia del Palermo nel creare una propria casa. Il processo dimostra la volontà della holding di Mansour di investire nelle infrastrutture in Europa e non solo. Il paragone tra i due centri sportivi – quello di Vilablareix e quello di Torretta – tuttavia non regge. I motivi sono da ricondurre alle opportunità che il City Football Group ha tratto dalle istituzioni locali.

Girona e Palermo, centri sportivi a confronto: il paragone non regge

L’investimento per il centro sportivo del Girona da parte del City Football Group è di dimensioni triple rispetto a quello portato avanti per la costruzione del centro sportivo del Palermo a Torretta, che era già stato avviato dalla precedente proprietà con a capo Dario Mirri. Sia per quel che concerne i termini economici (25 milioni di euro a fronte di 5,8 milioni) sia per quel che concerne il terreno impiegato (23 ettari a fronte di 9 ettari).

È necessario sottolineare però che il progetto del club spagnolo verrà finanziato per il 70% attraverso “Impulso“. La Liga infatti nei mesi scorsi ha stipulato con fondo di investimenti britannico Cvc che inietterà 2,7 miliardi di euro nel calcio iberico da utilizzare anche per la creazione di nuove infrastrutture. La sintonia con le istituzioni locali sembrerebbe dunque avere fatto la differenza nel plan del Girona, che diventerà realtà nel giro di un solo anno.

A gennaio 2024, infatti, la prima squadra potrà iniziare ad allenarsi in quel di Vilablareix. È soltanto a settembre del medesimo anno che avverrà però il trasferimento di tutte le rose componenti della società, dalle giovanili alla femminile, nella nuova struttura. Anche per il Palermo si era parlato di circa un anno di lavori, ma per il momento appare difficile un imminente trasloco al campo sportivo di Torretta, seppure gli allestimenti stiano andando avanti di giorno in giorno.

LEGGI ANCHE -> City Football Group, il centro sportivo è la chiave della cessione del Palermo: il motivo

Girona, centro sportivo entro gennaio 2024. Pere Guardiola: “Infrastruttura essenziale”

Nella conferenza stampa di presentazione del progetto del centro sportivo di Girona, intanto, erano presenti Delfí Geli, presidente del club, e Pere Guardiola, fratello di Pep e presidente del CdA dei catalani, nonché Ignasi Mas-Bagà (Ceo della squadra) e Ferran Soriano, Ceo di City Group. Tutti certamente soddisfatti di aver dato vita ad una infrastruttura così importante. Come d’altronde era avvenuto anche all’inaugurazione dei lavori a Torretta.

“Dicevamo fin dal primo giorno che questo sarebbe stato un importante banco di prova. Le infrastrutture sono essenziali tanto quanto la prima squadra, avevamo bisogno di avere un centro sportive così. Le vicissitudini sportive e la pandemia ci hanno fatto rallentare, ma quest’anno ci è stato chiaro che era una priorità assoluta” ha detto Guardiola.

Soriano ha invece rimarcato come il centro sportivo (che avrà stretti legami con il City Accademy), sarà il secondo per grandezza della galassia dello sceicco Mansour, dietro solo quello del Manchester City. Per il Ceo, questo è “un ulteriore” esempio dell’impegno dei soci con questo club. “Ci abbiamo messo lavoro, entusiasmo e conoscenza, oltre che i soldi”, ha affermato.

I legami tuttavia saranno anche col territorio circostante. Il club ha pensato a tante iniziative per rendere partecipe al progetto la popolazione di Vilablareix, che è già stata dotata di opuscoli informativi sul progetto. Sarà anche messa a disposizione della cittadinanza un box per suggerimenti sullo stesso, per integrarlo al meglio con l’ambiente circostante.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli