spot_img

Catania, Lucarelli: “Derby col Messina va onorato, l’assenza dei tifosi pesa”

Cristiano Lucarelli ha presentato in conferenza stampa il derby tra Messina e Catania, che andrà in scena sabato sera per la diciassettesima giornata del campionato di Serie C Girone C. L’allenatore rossazzurro si è dimostrato molto equilibrato riguardo alla gestione del match in entrambe le fasi, consapevole che l’avversario è difficile, sebbene la squadra di Giacomo Modica stia vivendo un momento complicato.

Catania, Lucarelli presenta il derby col Messina

“Il derby è una partita complessa, essendo stato anche allenatore del Messina so quanto tengano a questa partita. Se non fossi passato da lì non sarei arrivato qui. Sono disposti a tutto per vincere. L’aspetto mentale sarà fondamentale. È comunque un derby va onorato anche da parte nostra. L’assenza dei nostri tifosi sarà pesante ma abbiamo esigenza di fare punti in trasferta anche perché sono determinanti rispetto a quelli persi in casa col Francavilla per demerito nostro”, così Cristiano Lucarelli ha esordito alla vigilia di Messina-Catania.

L’allenatore ha ritrovato alcuni giocatori che non erano al meglio. “Di Carmine può essere della gara. È un giocatore esperto ed è molto bravo a entrare a partita in corso. Ho altri due dubbi per la formazione, vedremo. De Luca è un giocatore che spacca la gara, per noi è una risorsa importante. In vista della gara di domani penso all’equilibrio”.

E sui singoli continua: “Io voglio di più da tutti quelli che hanno ruoli offensivi. Chiricò non è stanco e nelle partite ravvicinate ha speso più degli altri. Noi stiamo cercando di essere competitivi da tutte e due le parti. Bouah, Rocca, Zanellato e Quaini hanno fatto in passato gol da fuori area. Zanellato ha pagato il fatto di essere arrivato qui a settembre ed è un gap che ha avuto. Ora però lo vedo equilibrato quando si allena e per noi può essere un’arma in più”.

LEGGI ANCHE -> Messina-Catania, probabili formazioni: Di Carmine in dubbio, Polito squalificato

Il Messina, poi la Coppa Italia

Il calendario del Catania è fitto. Ora c’è il Messina, poi la Coppa Italia. “Modica si ispira molto a Zeman e quella di domani e quella di mercoledì saranno molto simili. Credo che faranno quello che hanno sempre fatto. La pesantezza del campo? I calciatori si risparmiano per la loro tutela. Ci sono delle valutazioni in corso in vista della partita di mercoledì”.

Guai a dare per scontato che gli etnei sono superiori. “Noi non possiamo fare calcoli. La Coppa Italia faremo di tutto per vincerla, ma non ho la sfera di cristallo. Le partite vanno vinte comunque e domani se vinciamo recuperiamo altre posizioni. Voglio fare più punti possibili e bisogna giocare una partita alla volta. Certi ragionamenti si possono fare solo se arriviamo in finale playoff o finale di Coppa Italia”.

LEGGI ANCHE -> Messina-Catania, precedenti: ultima sfida in Serie C dolorosa per gli etnei

Calciomercato Catania, Lucarelli rimanda le riflessioni

Per quel che concerne le riflessioni relative al calciomercato del Catania, invece, Cristiano Lucarelli non vuole correre. “Vorrei dei regali da qui alla fine del girone d’andata. È prematuro parlare di mercato, i giocatori si stanno mettendo a disposizione e stanno mettendo il massimo impegno. Io non amo le rivoluzioni ed è complicato fare bene qui il primo anno. Dobbiamo dare il tempo ai ragazzi di capire l’ambiente”.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli