spot_img

Catania, Lodi: “Ora sappiamo cosa ci aspetta in D, ecco dove migliorare”

Il ritorno al Catania per Francesco Lodi si rivela amaro. La formazione rossoazzurra esce sconfitta dalla prima gara ufficiale del nuovo corso targato Ross Pelligra. Alla fine a fare festa è la Sancataldese, che supera il primo turno di Coppa Italia di Serie D dopo la lotteria dei calci di rigore. Alla fine c’è la consapevolezza che una rondine non fa primavera, anzi gare del genere possono accelerare il processo di adattamento alla categoria.

LEGGI ANCHE -> Catania, Ferraro: “Serve essere meno precipitosi, dispiace per risultato”

Catania, le parole di Lodi dopo la Sancataldese

In primis Lodi ha espresso grande rammarico per il risultato finale: “La concentrazione non è mancata. I calci di rigore sono una lotteria. Questa partita è da spunto per capire cosa succederà ogni domenica, dispiace per il risultato e per i tifosi. Possiamo anche fare a meno di Lodi, ma non degli under. Li ho visti nel ritiro e sono tutti elementi importanti”.

Il ritorno a Catania per Lodi è stato praticamente automatico. C’è la grande voglia da parte sua di dare una mano alla squadra e alla società: “A livello personale sono tornato con la voglia di dare una mano dentro e fuori dal campo, è un ritorno diverso rispetto al passato ma sono pronto per dare il mio contributo”.

Infine l’esperto regista si schiera dalla parte di Ferraro. Il tecnico è considerato l’uomo giusto per fare ottime cose: “Tatticamente stiamo lavorando, ovviamente la condizione non è ottimale e la palla deve girare più velocemente, ma questo scappellotto può essere utile per mentalizzarci sulla categoria. Il gruppo è unito, ha voglia di scherzare quando è giusto e di lavorare fortemente per crescere”

- Advertisement -spot_img

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli