spot_img

Casertana, prossimo avversario Catania: è una big in trasferta, c’è l’ex Curcio

Archiviata la sconfitta di Picerno, è già tempo di pensare alla sfida successiva. In occasione della venticinquesima giornata di Serie C, il prossimo avversario del Catania sarà la Casertana. I falchetti attualmente non stanno attraversando un gran momento di forma, ma giungeranno in Sicilia forti di un posizionamento in classifica più elevato e della consapevolezza di essere, finora, la migliore neopromossa del Girone C.

Casertana, prossimo avversario del Catania: tanti fallimenti e due apparizioni in B

La Casertana, prossimo avversario del Catania, è uno dei club più antichi dell’intera terza serie. È soltanto in due occasioni i falchetti sono riusciti però ad andare oltre la Serie C. Fondata nel 1908 con la denominazione di Robur Football Club, la compagine campana è stata spesso soggetta a percorsi di rifondazione e scioglimenti, specialmente durante il primo quarantennio di vita. Le difficoltà societarie portarono il club a disputare il primo torneo di Serie C soltanto nel 1941, mentre si dovette attendere addirittura il 1970 per vederlo per la prima volta in cadetteria. Il sogno durò soltanto una stagione, visto che conclusero quel campionato al penultimo posto in classifica, con un bottino di appena 6 vittorie in 38 giornate.

Per rivedere la Casertana in Serie B si dovette aspettare un altro ventennio (stagione 1991/92), ma anche in quel caso l’esito fu infausto. Gli sforzi economici profusi per la promozione e l’immediata retrocessione in C furono una mazzata per la società, che nel 1993 venne dichiarata fallita. Da quel momento è iniziato un periodo particolarmente negativo per il club, caratterizzato da tante ripartenze e svariati campionati dilettantistici. Il ritorno nel mondo professionistico, poi, nel 2013. Nel 2021 tuttavia l’ennesimo forfait societario e la conseguente ripartenza dalla Serie D.

A inizio stagione, nonostante la mancata vittoria del girone di Serie D di riferimento, la Casertana è comunque riuscita a tornare in Serie C in virtù di un ripescaggio, dimostrando però sul campo di avere tutte le carte in regola per ritagliarsi un ruolo importante in questo campionato.

Casertana, squadra quasi imbattibile in trasferta

Confermata in Serie C soltanto a stagione iniziata, la Casertana, prossimo avversario del Catania, ha dovuto assemblare molto rapidamente il proprio organico. I risultati iniziali non lasciavano presagire nulla di buono (8 punti nelle prime otto gare). Eppure, con determinazione, cattiveria agonistica e voglia di stupire, Curcio e compagni sono riusciti ad inanellare una serie di 12 risultati utili consecutivi, dalla nona alla ventesima giornata, proiettando così i rossoblù a ridosso delle primissime posizioni.

Nonostante un girone di ritorno ancora a secco di vittorie, i falchetti occupano attualmente il posto in classifica a quota 40 punti, con una media di 1,66 punti a partita, frutto di 10 vittorie, 10 pareggi e 4 sconfitte. Al di là di un mese di gennaio poco felice, la Casertana appare un avversario parecchio ostico, specialmente lontano dalle mura amiche. È infatti fuori casa che i ragazzi di mister Cangelosi hanno mostrato tutti i propri punti di forza. Attendere l’attimo giusto, chiudersi e ripartire alla perfezione. Queste le doti che hanno issato i campani a terza forza del girone per rendimento esterno. Lontano dal “Pinto”, hanno raccolto 23 punti in 12 gare, con una media di 1,92 punti per partita. A bilancio una sola sconfitta.

Numeri importanti si registrano anche per ciò che concerne il pacchetto offensivo, con i campani che detengono il terzo miglior attacco proprio per le gare in trasferta, avendo siglato 19 marcature: 1,59 gol a partita. La difesa invece ha fatto registrare qualche giro a vuoto, riuscendo però ugualmente a mantenere il quinto miglior rendimento stagionale, con 11 reti incassate ed una media di 0,92 gol subiti.

Casertana, Curcio e tutti i big blindati: il calciomercato

Il calciomercato di riparazione della Casertana si è svolto in maniera diametralmente opposta a quello del Catania. La dirigenza campana ha voluto trattenere tutti i prezzi pregiati, puntellando l’ottima ossatura di base con pochi ma funzionali innesti. Rovaglia, Nicoletti e i due ex Deli e Bacchetti sono stati gli unici colpi d’alto livello piazzati dalla società durante il mese di gennaio.

Ai nuovi arrivi, vanno poi sommati tutti i pezzi da novanta già in organico: Casoli, Turchetta (presenti sin dalla passata stagione), Venturi, Proietti, Celiento, Carretta, Calapai, Tavernelli, Darmian, assistman della squadra con 5 passaggi vincenti e 2 reti, oltre che la coppia Curcio-Montalto, che è una macchina da gol.

I due attaccanti sono i grandi trascinatori di questa Casertana, issandosi rispettivamente a capocannoniere e vice della squadra di Cangelosi. Nella partita di domenica Curcio sarà anche un ex, per cui sicuramente assetato di gol. Le sue marcature sono finora 9, mentre 7 i centri di Montalto. Entrambi si sono rivelati fondamentali anche in fase di rifinitura, totalizzando complessivamente 2 assist ciascuno. Per il Catania, dunque, si prospetta una sfida non semplicissima, al cospetto di una compagine ben attrezzata e vogliosa di riscattare la brutta sconfitta dell’andata (0-4).

Casertana-Potenza, gli highlights del prossimo avversario del Catania

Nell’ultimo turno di campionato la Casertana, prossimo avversario del Catania, non è andato oltre lo 0-0 casalingo contro il Potenza: di seguito gli highlights. Per i falchetti si tratta del secondo pareggio consecutivo, il primo a reti bianche, dall’inizio del nuovo anno.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli