spot_img

Unitas Sciacca double face nel 2024: show in trasferta, male in casa

Sembra paradossale, ma l’Unitas Sciacca ha ottenuto i migliori risultati in trasferta. Il ritorno numeroso del pubblico al seguito della squadra neroverde dovrebbe far prevalere maggiormente il fattore casa, ma per ora non è così per la squadra allenata da Angelo Galfano. Gli agrigentini non hanno trovato il feeling giusto con lo stadio “Gurrera”, davanti ai propri tifosi. Il prossimo match del girone A di Eccellenza contro il Marineo sarà molto delicato: gli ospiti hanno soltanto cinque punti di vantaggio sulla zona rossa.

Unitas Sciacca, il Dottor Jekyll e Mister Hyde dell’Eccellenza

L’Unitas Sciacca formato trasferta si trasforma: fa emergere la sua parte “letale” per avere la meglio sugli avversari. Al Gurrera invece si dimostra più impacciata, incapace di imporre il suo calcio (anche per colpe di un terreno di gioco non all’altezza). Una doppia personalità che è costata ai ragazzi di Galfano. I risultati parlano e per maggiore trasparenza possiamo suddividerli anche tra punti fatti in casa e in trasferta, nella gestione dell’ex Vibonese.

Nel primo caso lo Sciacca ha conquistato sei punti: una vittoria (contro il Mazara), tre pareggi e due sconfitte. Nel secondo caso invece i numeri sorridono, arricchiti da quattro vittorie, nessun pareggio e una sconfitta. Dodici punti che assumono ancora più valore considerando il blasone degli avversari affrontati: la Supergiovane Castelbuono, il Misilmeri e l’Athletic Club Palermo, oltre l’Aspra, più abbordabile, almeno sulla carta.

I numeri con mister Galfano

Unitas Sciacca Galfano

Lo Sciacca ha concluso in bellezza l’ultima giornata di campionato, dilagando contro l’Aspra. Ma non si può dimenticare il percorso altalenante di tutto il campionato. I neroverdi sono appena a ridosso di una zona playoff che quest’anno non significherà nulla. Dato positivo in relazione al fatto che l’attacco agrigentino è tra i più prolifici del girone A, quarto dietro Nissa, Pro Favara e Castelbuono. Difesa non brillante, a prescindere dai due gol subiti dall’Aspra, visto che i neroverdi registrano la sesta difesa del girone: meglio dello Sciacca hanno fatto Folgore, Mazara 46, Castellammare, Pro Favara e Nissa.

Allo stadio Gurrera, lo Sciacca vanta numeri importanti per l’Eccellenza in termini di spettatori sugli spalti. Il sostegno massiccio del popolo neroverde, però, non si traduce nell’ottenimento di risultati importanti: Sciacca addirittura al settimo posto per numero di punti in casa, facendo poco meglio delle squadre che lottano per non retrocedere. Appena 16 i gol messi a segno in casa, 10 quelli subiti. In trasferta, invece, si classifica al quinto posto con 18 punti, alle spalle di Misilmeri, Mazara 46, Pro Favara e Nissa. Da una squadra che presenta in rosa gente del calibro di Concialdi, Iraci, Cassaro, Fricano, Seckan e Baldeh, ci si poteva aspettare molto di più.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli