spot_img

Trapani Shark, Antonini: “Deluso per palazzetto semivuoto, ma sogno lo scudetto”

Valerio Antonini vuole i suoi Trapani Shark ai massimi livelli. Un livello che passa però anche dalla presenza di pubblico. Ecco allora che emerge rammarico per il mancato sold out in gara1 contro Piacenza: “Mi aspetto che per le prossime partite ci si renda conto che è indecoroso avere spalti vuoti o mezzi vuoti, com’è successo sabato. La società si merita che il palazzetto sia strapieno. A lungo andare questo potrebbe portare a delle riflessioni che la società deve fare per gli investimenti sul basket. Gli obiettivi a questo punto potrebbero cambiare. Confido nel senso di responsabilità”.

Il presidente granata ha fatto svolgere uno studio sulle abitudini dei cittadini trapanesi. Un modo fondamentale per capire le spese medie e poter fare dei prezzi abbordabili per i biglietti: “La provincia di Trapani spende 600 milioni di euro l’anno in gioco d’azzardo e oltre 150 milioni in sigarette e tabacco. Sono solo due delle voci che mi sono state riportate da uno studio demografico che ho fatto fare in questi mesi. Volevo capire qual era lo standard che si poteva raggiungere per il costo dei biglietti. Invito a riflettere sul fatto che basterebbe dirottare una minima parte di questi soldi sullo sport per avere lo stadio e il palazzetto pieno”.

Trapani Shark, Antonini sogna la Serie A

Proprio in base a questi studi, Antonini ha fatto sì che i Trapani Shark diventino una realtà solida del basket italiano. In questo senso gli investimenti vanno fatti anche in base al seguito di pubblico: “Mi aspetto che venga recepita da tutti l’importanza di avere lo stadio e il palazzetto sempre pieno. Quest’anno la squadra di basket, in stipendi lordi, costa il doppio rispetto alla seconda del nostro stesso campionato. Non si possono fare le nozze con i fichi secchi. La piazza deve reagire in maniera forte alla mia richiesta di presenza. Il Trapani Shark ha una straordinaria potenza di fuoco, c’è un legame indissolubile con il Trapani calcio. La vittoria del basket sarà propedeutica alla vittoria della Serie C nel calcio”.

Al di là di uno sfogo comprensibile, Antonini vuole un Trapani Shark protagonista anche in futuro. Il sogno scudetto non è impossibile secondo il presidente granata: “Niente è impossibile nella vita. Proveremo almeno nel basket di cercare di vincere il prima possibile il campionato. Se andremo in Serie A faremo una squadra per arrivare tra le prime quattro. I giocatori che stiamo trattando per il prossimo anno sono clamorosi. Se e quando li annunceremo vi renderete conto del loro livello, sia nazionale che internazionale. Non ci sarà limite. Preferisco fare una stagione folle che 3-4 di basso profilo. Voglio raggiungere qualcosa di grande e ambizioso”.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli