spot_img

Picerno, prossimo avversario Catania: sorpresa in C, ha il secondo miglior attacco

Il Picerno è il prossimo avversario del Catania. Gli etnei vengono dalla rotonda e convincente vittoria casalinga contro il Brindisi e devono dare un seguito al buon risultato per svoltare definitivamente. La prossima gara dei rossazzurri, valevole per la 22a giornata di Serie C girone C, non sarà tuttavia semplice. I lucani infatti stanno conducendo un ottimo campionato e si trovano stabili ai piani alti della classifica, nonostante col Taranto abbiano ottenuto soltanto un pari.

I punti in classifica per i rossoblù sono 38, a -6 dalla Juve Stabia capolista. Un campionato finora sorprendente con sole tre sconfitte. La partita in programma il 20 gennaio alle ore 16:15 allo stadio Donato Curcio sarà, quindi, un importantissimo esame per entrambe le compagini. I lucani, infatti, dovranno infatti confermare quanto di buon fatto finora, mentre i rossazzurri dovranno trovare continuità per rientrare in zona playoff. Queste alcune statistiche e curiosità sul Picerno, prossimo avversario del Catania.

Picerno, prossimo avversario Catania: statistiche e curiosità

I lucani sono giunti alla loro quarta partecipazione in Serie C, la terza consecutiva. Lo scorso anno si sono piazzati al sesto posto e sono stati eliminati al primo turno dei playoff dai “cugini” del Potenza. Obiettivo della società lucana è il mantenimento della categoria, ma a giudicare dagli attuali risultati ottenere anche quest’anno la qualificazione ai playoff non sarà affatto difficile. Aver perso soltanto 3 gare su 21, con il secondo miglior attacco del girone con 34 gol fatti, permette di sognare quantomeno di bissare il piazzamento dello scorso anno. Il tutto anche se nell’ambiente si predica calma.

Emilio Longo, già artefice del miracolo della scorsa stagione, si sta confermando anche quest’anno, facendo praticare alla sua squadra un calcio concreto ed efficace in un campionato spesso imprevedibile come quello di Serie C. Il tecnico mette in mostra un 4-2-3-1, che sfrutta in particolare le corsie laterali, con gli esterni di centrocampo che diventano attaccanti aggiunti. Il ruolino di marcia, con 10 vittorie, alcune delle quali contro squadre ambiziose, entusiasma la piazza.

Longo vuole continuare a stupire

La compagine lucana, rispetto alla rosa dello scorso anno ha cambiato molto tra il centrocampo e l’attacco. Il presidente Donato Curcio ha riconfermato per il quinto anno consecutivo il direttore generale Vincenzo Greco, che anche quest’anno ha rinforzato la squadra. A beneficiarne sono stati in particolare centrocampo e attacco, con gli arrivi in particolare di Graziani, Murano, Ceccarelli e Mariorino. Adesso è ancora da capire come il club si muoverà a gennaio: la volontà è quella di ritoccare qualcosa e alcune mosse sono già state fatte, ma senza disfare quanto di buono fatto finora.

I tifosi rossoblu si augurano in tal senso che il recente arrivo dell’ex rossazzurro Alessando Albertini possa contribuire ad alimentare i sogni di gloria, già a partire dalla sfida contro i siciliani. Appaiate in classifica ci sono infatti squadre di grande blasone come Crotone, Avellino e Casertana, che da qui alla fine del torneo venderanno cara la pelle, per cui non si può perdere terreno. Il test di sabato al Curcio rappresenta un ulteriore banco di prova per questa sorprendente realtà della terza serie, che ha anche un po’ il dente avvelenato, dato che la compagine etnea li ha battuti nella gara di andata di campionato ed eliminati dalla Coppa Italia.

Taranto-Picerno, gli highlights del prossimo avversario del Catania

Questi gli highlights di Taranto-Picerno, ultimo match disputato dal prossimo avversario del Catania. La gara si è conclusa con il risultato di 1-1.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli