spot_img

Palermo Pisa, le pagelle: Insigne si supera, Segre da bomber

Le pagelle di Palermo Pisa sorridono ai rosanero, che sono tornati a vincere, trascinati da Insigne, che si prende il titolo di migliore in campo. Poche le insufficienze per gli uomini di Eugenio Corini, ad eccezione di qualche pecca difensiva che rischiava di compromettere la partita. Il risultato finale per fortuna è stato di 3-2.

RIVIVI IL MATCH -> Palermo Pisa (risultato 3-2), highlights: il miglior Insigne firma la vittoria

Palermo Pisa, le pagelle: Insigne tra i migliori

Di seguito le pagelle di Palermo-Pisa con i migliori e i peggiori della squadra di Eugenio Corini.

La difesa

PIGLIACELLI 6 – L’estremo difensore rosanero è preciso negli interventi tra i pali, ma dimostra di far fatica nelle uscite. Al 18′ il Pisa arriva al gol proprio in virtù di un suo errore, ma il VAR lo grazia segnalando una posizione di fuorigioco e annulla il vantaggio. Nelle reti “vere” non c’è molto da rimproverargli, dato che i suoi compagni di reparto si fanno trovare impreparati. Nel finale riesce a difendere il 3-2, anche se facendo avvertire qualche brivido al pubblico.

GRAVES 6+ – È una partita sorprendente quella del terzino, a sorpresa chiamato da Corini a sostituire lo squalificato Mateju. Non fa in alcun modo sentire la mancanza del ceco, mostrando di sapere essere puntuale in fase difensiva e propiziando diversi palloni interessanti in fase offensiva. Gioca per 90′, dimostrando di avere tenuta fisica e di potere essere un titolare.

LUCIONI 5,5 – Il difensore rosanero non manca anche questo pomeriggio di carisma, ma commette qualche imprecisione. Nel primo gol del Pisa arriva in ritardo sulla marcatura di Marin e anche occasione della rete Valoti avrebbe potuto coprire meglio gli spazi. Se non fosse arrivata una vittoria, sicuramente gli errori odierni peserebbero di più.

MARCONI 5,5 – Le colpe di Lucioni sono condivise con il compagno di reparto, chiamato anche quest’oggi a sostituire l’infortunato Ceccaroni. La prestazione però è in calo rispetto alle scorse partite, dove seppure non fosse arrivata la vittoria non aveva commesso grandi errori. È da capire se tornerà in panchina o meno nei prossimi turni, complice il ritorno.

LUND 6 – Una prestazione senza grandi squilli. Fa il suo, tra luce e ombre, senza commettere grandi errori e senza essere particolarmente decisivo nella fase offensiva. Ormai però è un titolare fisso agli occhi di Eugenio Corini e sente la fiducia del suo allenatore (dal 76′ AURELIO 5,5 – Non fornisce l’impatto sperato, soprattutto in fase offensiva in cui si rivela carente. Anche in difesa commette delle sbavature)

Il centrocampo

COULIBALY 5,5 – Non è la solita prestazione per il centrocampista, che nel primo tempo fa fatica a reggere la velocità di un avversario meno fisico di quelli a cui è abituato. È per questo motivo che perde diversi contrasti, regalando palloni alla squadra ospite. Dopo il vantaggio la sua partita va in discesa e causa anche l’espulsione di Marin, prima di lasciare il campo (dal 64′ SOLERI 6 – Non ha lo spirito realizzativo visto in altre occasioni da subentrato, ma contribuisce ad aiutare la squadra gestendo il possesso palla e dopo il gol difendendo il vantaggio)

GOMES 6 – Una prestazione sufficiente per il centrocampista, che nella prima mezz’ora soffre un po’ la pressione degli avversari ma con lo scorrere del cronometro riesce a familiarizzare con la partita, incidendo anche nelle azioni offensive (dal 76′ STULAC 6 – Nel quarto d’ora finale si occupa in particolare di gestire palla con la sua consueta maestria, portando geometrie in mezzo al campo)

SEGRE 7 – Quantità e qualità. Al di là del gol da bomber vero di testa che ha deciso la partita, non commette mai errori a centrocampo e riesce a contenere le insidie tesegli dagli avversari. Non molla mai e si rivela un trascinatore per la squadra di Eugenio Corini.

L’attacco

INSIGNE 7,5 – È sicuramente la miglior partita del numero 11 dall’arrivo a Palermo. Alla corte di Eugenio Corini finora non era riuscito a dare mostra al 100% delle sue qualità, che invece si sono viste con grande maestria in occasione di questa gara. La speranza è che possa replicarsi nel futuro più imminente (dall’87’ VALENTE s.v.)

BRUNORI 6,5 – Il capitano riesce ad andare in gol per due partite consecutive e la speranza è che questo gli dia fiducia per il futuro. La rete già fatta sbagliata nel finale tuttavia pesa sul giudizio nelle pagelle di Palermo-Pisa.

DI FRANCESCO 6 – Una sufficienza politica dettata dalla traversa. L’attaccante per il resto riesce a concretizzare poco, sebbene le occasioni offertegli dal compagno di reparto Insigne fossero numerose (dal 76′ DI MARIANO 6 – Entra e si posiziona a sinistra, in una zona di campo a lui poco congeniale ma nel complesso non sfigura. Prova anche a calciare ma non trova la porta)

Palermo Pisa, le pagelle: l’allenatore

CORINI 6 – La sua partita è positiva, al di là di quelli che erano stati i fischi prima della partita. L’idea di inserire Graves e soprattutto Insigne dal 1′ si rivela vincente. Anche i cambi hanno dato un impatto positivo alla partita.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli