spot_img

Palermo, Marconi: “Da confronti devono derivare fatti, momento no si può superare”

Ivan Marconi commenta la partita persa in casa dal Palermo contro il Catanzaro. Così il difensore, alla gara numero 100 in rosanero, in conferenza stampa: “Volevamo portare a casa un risultato positivo, è chiaro. Ogni partita cerchiamo di farlo. In questo momento è tutto più difficile, il periodo non è felice. Siamo persone fatte anche di sentimenti. Non è facile. Al primo sbaglio, al primo errore, veniamo penalizzati. Oggi abbiamo subito un gol su un rimpallo. Non sono stato bravo a intervenire. Le reti sono frutto di episodi. Il Catanzaro gioca molto bene a calcio. Abbiamo provato a impostare la partita in modo diverso, prendendoli alti. Nel primo tempo ci siamo riusciti, nella ripresa purtroppo no, complice anche il raddoppio. Siamo stati più arrembanti e sono saltati gli schemi. Siamo stati troppo generosi per volere agguantare il risultato”.

LEGGI ANCHE -> Palermo, Corini: “Esonero? Ho parlato col club, credo nella squadra e vado avanti”

Palermo, Marconi e i momenti “no” da affrontare

Marconi poi ha ripercorso altri momenti negativi nella sua storia a Palermo. Situazioni non facili sul piano dei risultati, ma dai quali la squadra ha dimostrato di saper uscire: “Da quando sono qua, ci sono stati diversi periodi non positivi. In questa città è tutto più difficile quando le cose vanno male ed è più facile quando le cose vanno bene. Bisogna trovare un equilibrio. Dobbiamo tapparci le orecchie e metterci i paraocchi, come i cavalli. In settimana serve preparare bene la partita per esprimerci al meglio sul campo”.

Nel prossimo turno il Palermo sarà di scena a Parma. Marconi parla dei ducali, capolista della Serie B: “Il Parma è una squadra importante, lo era anche l’anno scorso e lo è sempre stata. È una partita che prepareremo cercando di essere il più possibile efficaci. Dobbiamo essere bravi ma anche fortunati ad affrontare questa partite nelle migliori condizioni possibili. Non è facile ma è nostro dovere isolarci da tutto e da tutti, non solo dai tifosi. La piazza giustamente o non giustamente decide di criticarci o sostenerci. Parma può essere un punto di svolta. Se dovesse andare bene si potrebbe parlare di un punto e a capo. Da lì si potrebbe riprendere il cammino che abbiamo lasciato indietro per un po’”.

Il momento della squadra

Marconi ribadisce che il Palermo è unito. Così il difensore sul momento della squadra: “Siamo meno sereni e tranquilli, ci può stare. Non è un alibi ma il Barbera è tanto bello quanto difficile. I confronti interni ci sono stati. Fanno bene, ma dopo le parole vanno trasformate in fatti. Cerchiamo di andare in campo ogni giorno dando il 100%. Dobbiamo curare ogni particolare per invertire la rotta. Non fa piacere a nessuno essere in questo momento, non ce lo aspettavamo. Una flessione c’è sempre in un campionato, ma dobbiamo uscirne fuori il prima possibile. Io e miei compagni abbiamo le carte in regola per farlo, dipende solo da noi e da quello che ci passa per la testa”.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli