spot_img

Palermo, Corini: “Ternana pericolosa ma dobbiamo vincere, Gomes in dubbio”

Eugenio Corini presenta la partita tra Palermo e Ternana. Un match, valido per la giornata numero 27 del campionato di Serie B, che si giocherà martedì 27 febbraio 2024 allo stadio “Renzo Barbera”. Si tratta di una partita insidiosa per i rosa, reduci dal pareggio raccolto sabato sul campo della Cremonese. Di fronte ci sarà la terzultima forza del cmapionato cadetto, reduce a sua volta da un pareggio, a reti bianche contro il Lecco.

Corini presenta Palermo-Ternana

Queste le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa da Eugenio Corini, alla vigilia del match tra Palermo e Ternana: “Quella di Cremona rimane un’occasione persa, la percezione dello spogliatoio è quella di una sconfitta. Questo certifica il livello a cui siamo arrivati, dopo una prestazione fatta bene come un avversario di valore. Sarebbe facile parlare di approccio sbagliato, ma stavamo attaccando, loro hanno provato a spingere. Era normale che loro potessero spingere per riaprire la partita. Abbiamo preso il gol dell’1-2 con una loro bella azione, lì potevamo fare meglio in quei minuti. Sul gol del 2-2 abbiamo delle responsabilità. Devi avere sempre coraggio, non puoi pensare di accontentarti e di aspettare di sistemarla. Abbiamo avuto 10 minuti di difficoltà, loro hanno portato la partita dove la sanno fare bene, ma la squadra ha provato e ha costruito almeno 4-5 occasioni in cui è mancato qualcosa. Portiamo a casa un pareggio, ma se valuto la Cremonese nelle due partite i 4 punti ci stanno, anche se ne avevamo 3 in tasca e li abbiamo lasciati lì”.

Testa alla Ternana

“Abbiamo una partita molto importante – prosegue Corini, parlando del prossimo avversario – . Abbiamo pulito la delusione che c’è stata, rimane un’occasione persa. La classifica è lì, adesso dobbiamo pensare solo a battere la Ternana”.

Si torna a parlare della sfida contro la Cremonese, in particolare dello stato fisico della squadra. Il Palermo sta bene, Corini lo sa e lo ribadisce: “La Cremonese è una squadra importante, con giocatori di personalità. Per me la squadra fisicamente sta bene, lo dico perchè ci sono dei dati che lo dicono. Sulla lunghezza della partita la squadra fa cose molto importanti. Si è trattato di una questione di inerzia psicologica, gli abbiamo concesso di rientrare in partita e dovevamo essere più coraggiosi al cospetto del loro momento. Poco prima dello 0-2 hanno avuto un’occasione importante, poi abbiamo palleggiato e abbiamo fatto un bellissimo gol. Quello è il coraggio che dobbiamo sempre avere, ovvero fare quel che prepariamo”.

A chi teme un contraccolpo mentale in vista della sfida tra Palermo e Ternana, Corini risponde con fermezza. Non ci sono problemi psicologici, ma solo voglia di affrontare gli umbri al top: “Hanno giovani di valore, hanno un allenatore bravo. Nelle mie squadre non c’è il pericolo di sottovalutare un avversario, soprattutto in un campionato che ogni giorno riserva sorprese. Dobbiamo essere attenti ed equilibrati, lavorare bene sulle marcature e sull’attacco loro alla profondità. Sarà una partita molto complicata, ma abbiamo le risorse per venirne a capo se avremo la giusta cattiveria”.

LEGGI ANCHE -> Palermo, scontri diretti sorridono: 12 punti contro le prime 4, meglio anche del Parma

Un blackout che si ripete

Il blackout avvenuto a Cremona si era già visto. In particolare nella sfida di Parma e contro il Como all’andata. Corini prova a leggere la situazione in questo modo: “Potrei anche far vedere alcune partite in cui siamo stati bravi noi al contrario. È un dato oggettivo, sicuramente c’è una lettura mia sui concetti su cui lavoro a fine primo tempo, anche a livello motivazionale. Un pezzo devono metterlo anche i giocatori, io posso far riconoscere situazioni in cui lavorare in maniera diversa. In un campionato in cui l’inerzia cambia molto velocemente devi essere bravo a continuare a far vedere quello che sei. Non abbiamo pensato di aver già vinto, mi assumo le responsabilità di tutto ma dobbiamo andare avanti”.

Corini valuta il Palermo anti-Ternana

Torna tra i convocati Kristoffer Lund. Lo statunitense è una delle armi che Corini ha a disposizione per la sfida tra Palermo e Ternana: “Valuterò con lo staff medico come sta chi ha giocato di più a Cremona. Cercherò di capire lo stato atletico e di recupero, poi cercherò di leggere la partita e come la voglio orientare all’inizio, sapendo di avere risorse importanti in panchina”.

Anche Chaka Traore, entrato bene a Cremona, potrebbe essere tenuto in considerazione: “È una possibilità, sarà uno degli argomenti con lo staff medico. Il ragazzo ha fatto un bel percorso, lo avevamo recuperato per la rifinitura prima di Cremona ma lo abbiamo lasciato lavorare. Valuteremo le scelte da fare anche in questo senso. Traore titolare è una possibilità”.

Corini non si fida della Ternana, prossimo avversario del Palermo. Una squadra in piena lotta per non retrocedere, ma che ha doti importanti: “Ho visto Ternana-Como, hanno perso ma se la sono giocata fino alla fine. A Venezia hanno perso con un gol nel finale. È difficile fargli gol se si difendono negli ultimi 30 metri. Raimondo ha fatto 8 gol in trasferta ed è un dato importante, hanno preso Pereiro che sul piano della qualità è un giocatore importante. Hanno Distefano che è un giovane di qualità, in difesa c’è grande esperienza. Fanno bene le proprie cose, per venirne a capo dovremo fare una grande partita”.

Gomes in dubbio

Claudio Gomes è in dubbio per Palermo-Ternana, Corini in conferenza svela i suoi problemi fisici: “Abbiamo fatto un percorso di un anno e mezzo, abbiamo un’anima offensiva senza la quale non faremmo gol. Gomes è cresciuto tanto, ha avuto un piccolo fastidio e oggi ha fatto una rifinitura ridotta, vedremo se potrà giocare anche in vista della gara di sabato”.

La sostituzione tra Ranocchia e Soleri, avvenuta nel secondo tempo, non ha solo una matrice disciplinare. Corini spiega cosa lo ha indotto a cambiare: “Filippo era ammonito, volevamo cambiare qualcosa per alternare Soleri e Brunori nella ricerca del pallone. Ci siamo appiattiti troppo, in realtà dovevamo far muovere i giocatori avversari. In 10 minuti lo abbiamo fatto meno bene, poi abbiamo fatto meglio. È entrato bene anche Traore, quando giochiamo con le due punte non si devono appiattire, anzi devono partecipare di più al gioco”.

Un Insigne in più

La Ternana è la classica squadra che può creare problemi al Palermo, ma Corini si fida dei suoi uomini: “Con la Ternana bisogna avere equiibrio e pazienza. Quando vengono a fare pressione possiamo trovare spazi. In una preparazione di una partita in giornate di solo recupero fisico, oggi abbiamo lavorato sulla strategia. Penso che abbiamo le caratteristiche, ma la paritta dipenderà da come la orienteremo. La Ternana è pericolosa”.

Roberto Insigne è a sua volta chiamato a una reazione per riuscire a riconquistare il posto da titolare perduto. Corini dimostra di credere molto nell’ex giocatore del Frosinone: “Sono contento dell’atteggiamento di Insigne, sta facendo un bel lavoro. Con la Cremonese è entrato bene, l’ho visto carico e pronto. Sono sicuro che farà bene nelle prossime 12 partite”.

Infine si parla della sostituzione di Claudio Gomes, qualora dovesse dare forfait. Si pensa al ritorno da titolare di Leo Stulac, ma non è ancora detta l’ultima parola: “Nella mia lettura complessiva la scelta dipenderà anche dagli esterni, anche se Leo ha dimostrato di stare molto bene”.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli