spot_img

Palermo, Corini: “Ogni partita è importante, la pressione c’è sempre. Mercato? Priorità al campo”

Eugenio Corini fa la conta dei giocatori disponibili in casa Palermo. Si comincia con Dario Saric, che partirà con la squadra ma non scenderà in campo: “Saric è convocato ma non sarà un disponibile, visto che è un ritiro lungo verrà per lavorare con noi. Vido ha fatto una prova prima del match col Venezia ha iniziato ad avvertire qualche fastidio, in questi giorni ha lavorato ed oggi ha fatto il primo lavoro con noi ed è disponibile per il match”.

Anche Claudio Gomes ha destato un po’ di preoccupazione. Lui, a differenza del bosniaco, a Benevento giocherà: “Gomes ha avuto una gastroenterite virale e non si è allenato, ma adesso sta bene e partirá regolarmente con noi”.

Questo è invece il punto di vista su Leo Stulac: “

Questo è invece il punto di vista su Leo Stulac: “Ha sempre avuto un atteggiamento professionale, si impegna tanto. Le mie scelte su di lui sono state tattiche. Ho cercato una quadratura che porti al risultato, che nelle ultime sei partite sono in parte arrivati. È un giocatore qualitativo, sta lavorando in fase di non possesso con grande applicazione. Può darci velocità nel passaggio, cambi di gioco e filtranti. È una risorsa importante, vedremo dove e come inserirlo in queste tre partite”.

La ripartenza secondo Corini

Si tratta di due centrocampisti, che compongono il reparto più affollato del Palermo. In tal senso Corini fa capire che le valutazioni sono sempre in corso d’opera: “Ci sono vari aspetti da valutare, tra cui come arrivano le sconfitte. Le ultime due ci hanno fatto male, ma abbiamo combattuto e creato le premesse affinché il risultato fosse diverso. La reazione emotiva c’è sempre stata. Il campionato è difficile, ne siamo consapevoli. Ogni partita può essere una risorsa per ripartire. Gomes è diventato importante per noi, non è solo un incontrista perché ci aiuta a dare velocità gioco e a dargli qualità. Sul ruolo ci abbiamo lavorato, così come su Stulac. Abbiamo un calendario fitto. Stiamo recuperando anche Saric. Gomes e Stulac possono giocare insieme, sia domani sia nelle prossime partire”.

E poi non si può non parlare di pressioni. Specie per una squadra che arriva da una brutta sconfitta. Il tecnico la vive così: “La pressione c’è sempre, anche quando si vince. Non ci siamo esaltati con quattro risultati utili e non ci deprimiamo oggi. Non siamo riusciti a darci slancio in classifica. Meritavamo un risultato utile. Col Venezia mi prendo le mie responsabilità, ma c’è stata anche una parte che non è dipesa da noi ovvero la qualità dell’avversario”.

Corini e il rilancio del Palermo

La prestazione fornita contro il Venezia non preoccupa Corini, specie su un Palermo che può continuare a migliorare. Anche con le giocate dei suggeritori sulla trequarti: “Su Venezia ribadisco la mia interpretazione, l’ho rivista due volte, Abbiamo lavorato con tanti giocatori in area ma non siamo riusciti a concludere. Eravamo in gestione tecnica, ma loro in contrattacco si sono resi pericolosi. Alla fine del primo tempo c’è stata la doppia occasione in cui non siamo stati bravi, poi nel secondo tempo per qualità nostre il Venezia ha arretrato. Abbiamo sofferto solo alla fine del primo tempo. Valente e Di Mariano lavorano molto vicini a Brunori, non si schiacciano mai. Dobbiamo imparare a coprire l’ampiezza del campo. Valente ha fatto quello che doveva fare, servendo anche palloni importanti a Di Mariano. La squadra ha combattuto senza mollare, dobbiamo continuare a portare avanti questa mentalità”.

Le giocate tra le linee, in tal senso, possono senza dubbio funzionare meglio: “L’attitudine di Brunori è andare in profondità. Abbiamo creato delle occasioni pericolose in questo modo contro il Venezia. Il concetto deve essere sempre l’equilibrio complessivo che ci renda più solidi e qualitativi in zona gol. A volte forzo anche delle situazioni per arrivare a questo obiettivo”.

Il mercato che verrà

Occhi puntati anche sul mercato. Corini fa capire chiaramente che non può essere ancora questa la priorità in casa rosanero: “C’è un confronto diretto con la società, c’è un’idea su come lavorare anche se la sessione è lontana. Il focus in questo momento è dare il meglio di sé in queste ultime partite”.

Ne consegue che anche in uscita non sono ancora stati fatti ragionamenti definitivi: “Tutti sono dentro il progetto, anche se c’è chi ha giocato più e chi meno. Tutti devono lavorare ogni giorno per farsi trovare pronti. Sono coesi e pronti al meglio”.

L’analisi del Benevento

Non si può non parlare del prossimo avversario. Il Benevento di Fabio Cannavaro viene da una partita controversa contro la Reggina: “È stata una partita particolare, il Benevento ha avuto il primo controllo del gioco nel primo tempo. La Reggina ha fatto due gol in ripartenza. I giallorossi però sono sempre stati in partita. Nella ripresa hanno messo Farias e Improta esterni, giocando con due punte. C’è sempre stato equilibrio. Il Benevento è stato bravo ad ottimizzare due palle inattive”.

Più in generale, secondo Corini i sanniti sono in ripresa e possono rappresentare un rivale duro: “Nell’ultimo periodo il Benevento si è ripreso, ha fatto risultati importanti con la SPAL e con la Reggina. È stato costruito per un campionato diverso, ciò certifica che c’è equilibrio. Hanno grandi qualità, per cui non mi sento avvantaggiato. È una squadra in salute, per cui dovremo fare una prestazione di rilievo”.

La partita si prevede equilibrata. Almeno questo dice la classifica. In ogni caso il Palermo andrà al “Vigorito” per giocare al meglio: “In classifica siamo a pari punti. Siamo pronti a mettere dentro le nostre qualità per fare una grande partita e portare a casa un risultato utile”.

La situazione di Brunori

Matteo Brunori è diventato l’osservato speciale. Due rigori falliti nelle ultime partite e una responsabilità importante. Corini però dice di averlo visto bene: “L’ho trovato sereno, abbiamo parlato. Il mestiere di rigorista lo conosco bene, per me rimane lui. Se ha qualche problema può venirmelo a dire e valuteremo di conseguenza”.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli