spot_img

Palermo, Corini: “Abbiamo dimostrato cuore. VAR decisivo, il rigore avrebbe cambiato la gara”

Il Palermo torna a perdere tra le mura amiche. Eugenio Corini analizza così la gara: “I primi 20-25′ siamo riusciti a uscire bene dalla pressione e abbiamo creato occasioni potenzialmente pericolose, ma non siamo riusciti a ottimizzarle. Nella restante parte del primo tempo il Venezia ha fatto meglio, bravo Pigliacelli. Il secondo tempo è stato equilibrato”.

Il VAR è stato grande protagonista, con il rigore prima dato e poi tolto a Brunori e la rete annullata a Bettella. Il tecnico rosanero perde la pazienza quando ne parla: “Le situazioni non sono mai girate a nostro favore. Io faccio difficilmente polemica, ma oggi hanno inciso tanto sull’esito della partita”.

LEGGI ANCHE -> Palermo, col Venezia altro ko: Brunori spreca tutto, il VAR ci mette il carico

L’analisi della partita da parte di Corini prosegue così: “Il Venezia ha preso campo nel finale del primo tempo, ci ha messo sotto. Pigliacelli ha fatto ottimi interventi. Nei primi tempi i lagunari fanno molto spesso bene, come con la Reggina, e sono insidiosi in trasferta, dove hanno fatto molti più punti che in casa. Ne eravamo a conoscenza, dovevamo tenere duro. Abbiamo sofferto questa peculiarità del Venezia. Nel secondo tempo la partita si è riequilibrata, non siamo stati pericolosissimi ma è sempre stata aperta. Il Venezia non deve fare il campionato che sta facendo, perché ha dei valori importanti, ma c’è molto equilibrio e lo stiamo vedendo”.

Secondo il tecnico del Palermo, la formazione guidata da Paolo Vanoli non vale l’ultimo posto. E lo ribadisce quando sottolinea un concetto: “Il valore degli avversari non è da dimenticare. Era una squadra oggettivamente complicata. Noi siamo riusciti a fare le nostre cose, a volte bene e a volte no. Se avessimo fatto 1-1 con il rigore l’inerzia della partita sarebbe potuta cambiare. I ragazzi hanno dimostrato un cuore grande, continuando a spingere nel cercare il pari, che meritavano”.

Dopo il Sudtirol, il Venezia. Rosanero battuti alla prima gara dopo la sosta, per Corini potrebbe essere un campanello di allarme: “Dopo la sosta sono arrivate due sconfitte, è una statistica oggettiva che faccio fatica a spiegare. La squadra non meritava di perdere. Le prestazioni e la voglia di fare risultato c’è stata”.

Si parla anche di due “veterani” di questo gruppo come Nicola Valente e Matteo Brunori. In particolare ci si sofferma sul centravanti, che ha fallito il secondo rigore consecutivo. Corini, però, lo scagiona e tiene conto di altre cose: “Valente nelle ultime partite ha sempre svolto questo ruolo, abbiamo trovato un equilibrio. Anche stasera ha lavorato bene, soffrendo una catena importante. Zampano ti mette in apprensione, lui ha cercato di raddoppiare coi compagni. Abbiamo voluto correre questo rischio per approfittare della sua qualità nel possesso palla. Brunori è da apprezzare, perché dà tanto per questo club e si assume le sue responsabilità. Oggi non è riuscito a fare gol, ma si è presentato sul dischetto come doveva fare. Ho fiducia in lui”.

La conferenza post-partita si chiude con una riflessione. Col Benevento va cercata una nuova svolta, ma il tecnico ribadisce l’imprevedibilità del campionato: “Faccio fatica a parlare di svolte. Abbiamo perso due occasioni in cui il risultato poteva essere diverso, ma fa parte di un campionato equilibrato. La prestazione di Cosenza e quella di oggi meritava un esito diverso. Il rigore c’era ed il fuorigioco fischiato è cervellotico. Con due punti in due partite la visione della classifica sarebbe stata diversa”.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

1 COMMENT

  1. Non apisco di tattiche e moduli però, credo che questa sia una squadra costruita in fretta e male. Non è questione di qualità dei singoli ma di amalgama e convinzione che non ci sono ancora. Quanto ai rigori, pur capendo che non si può umiliare Brunori, bisogna tuttavia al momento togliergli il peso di questa responsabilità.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli