spot_img

Palermo, Corini: “A Venezia per vincere e sognare playoff, punti valgono doppio”

Il Palermo si proietta alla sfida di campionato in casa del Venezia (32a Serie B) in programma sabato pomeriggio a partire dalle ore 14.00. I rosanero hanno necessità di ritrovare la via del successo per non abbandonare la speranza di raggiungere una posizione play-off che al momento dista solo 3 punti. Match da non sottovalutare quello contro i lagunari che cercano punti salvezza, come confermano le parole di mister Corini in conferenza stampa: “È vero che in trasferta non vinciamo da Ascoli, ma abbiamo prodotto ottime prestazioni. Fa tutto parte del nostro processo di crescita e della ricerca di quel sogno che si chiama playoff”.

Palermo, Corini: “Serie B equilibrata”

Il tecnico del Palermo, Eugenio Corini, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida di campionato contro il Venezia, ha parlato dell’equilibrio che regna in Serie B: “Ci siamo spesso raccontati di quanto sia equilibrato il campionato. Basti vedere la classifica, con squadre con budget importanti in fondo. Non c’è pericolo di sottovalutare le squadre, sappiamo che campionato dobbiamo fare. Il lavoro può vivere una fase di rallentamento ma abbiamo ben chiaro cosa dobbiamo e vogliamo fare. Vogliamo far capire che il Palermo vuole tornare protagonista, ma ci sono dei passaggi da fare”.

Il momento del Palermo

Il tecnico del Palermo, Eugenio Corini, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida di campionato contro il Venezia, ha analizzato le prestazioni dei rosanero nell’ultimo periodo: “Le ultime 8-10 partite hanno un peso specifico straordinario. I punti iniziano a pesare tantissimo, tutte le squadre buttano il cuore oltre l’ostacolo. Si valutano le prestazioni e le difficoltà che abbiamo affrontato, con assenze importanti e recuperi fatti solo nell’ultima partita. La squadra ha fatto quel che doveva fare, ha sempre cercato di mettere in campo le sue idee. A volte ci siamo riusciti bene, altre volte meno bene, ma sempre con un’identità precisa”.

Il Cosenza

Il tecnico del Palermo, Eugenio Corini, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida di campionato contro il Venezia, è tornato sul match pareggiato per 0-0 contro il Cosenza: “Il Cosenza prima di affrontare noi ha vinto a Frosinone e battuto il Pisa. Quando valuti una partita devo valutare anche l’avversario e il loro periodo di forma. La partita è stata molto tattica, anche per merito loro. Noi abbiamo affrontato la gara recuperando giocatori dopo stop lunghi e abbiamo valutato la partita volta per volta. Negli ultimi 20 minuti siamo stati più sbarazzini e abbiamo subìto le occasioni più importanti del Cosenza. Per me abbiamo fatto una partita equilibrata – ha detto Corini in conferenza stampa –, non vedo squadre che attaccano all’arma bianca. Dobbiamo sapere sempre quando abbiamo la palla e quando ce l’hanno gli altri, ancor di più in queste partite in cui il peso dei punti aumenta”.

Venezia, prossimo avversario

Una sfida quella contro il Venezia che pone i rosanero a una sorta di bivio, servirà portare a casa i tre punti per rincorrere ancora un posto tra le prime otto: “Arriviamo a questa partita con la voglia di fare la partita e di vincere, come sempre e sempre con rispetto dell’avversario. Non è facile far comprendere come arriviamo alle partite, come il modo in cui siamo arrivati alle gare contro Parma e Cosenza. Perdere Di Mariano – ha detto Corini in conferenza stampa -, ci ha tolto qualcosa per tenere alto il livello in un ruolo in cui ho dovuto trovare una soluzione diversa. Ci sono tante cose che un allenatore valuta, aver creato occasioni per vincere contro il Cosenza per me era importante. Se avesse segnato Soleri nel finale staremmo parlando di altro. I risultati sono sempre al limite, può succedere di tutto e noi dobbiamo stare dentro al campionato come abbiamo fatto finora“.

Il tecnico bresciano ha anche tessuto le lodi dei prossimi avversari: “Il Venezia è una delle squadre che dimostra l’equilibrio del campionato. Ha una rosa importante costruita con un budget importante. Stanno facendo delle buonissime partite, anche quando perdono fanno partite di livello. Stanno bene in campo, la partita di andata non dovevamo perderla, siamo stati penalizzati ma ormai è andata”.

Ballottaggio Sala-Aurelio

“Sala sta bene, è un’opzione che valuterò dal primo minuto. Dovrò vedere se metterlo titolare oppure scegliere Aurelio e fare scelte diverse a gara in corso”.

“Fare le scelte giuste”

“Forzare qualche giocata diventa necessario quando trovi squadre più chiuse. Attacchiamo con più uomini ma dobbiamo essere immediati nel passaggio. In alcune scelte dobbiamo essere più veloci e incisivi, è più difficile farlo quando le squadre ti aspettano negli ultimi metri. Dobbiamo lavorare per ottimizzare le nostre risorse”.

L’obiettivo finale del Palermo

Il tecnico del Palermo, Eugenio Corini, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida di campionato contro il Venezia, ha analizzato l’andamento della stagione: “Un campionato in cui anche l’ultima spera di salvarsi, può veder alzare o abbassare la quota salvezza e la quota playoff. Adesso è difficile certificarla, tutte le squadre hanno degli obiettivi, dalla vittoria del campionato alla salvezza. Questo può determinare una varietà di punteggi. Il nostro obiettivo è quello di vincere più partite possibili, in questo momento cerco di spingere per correre un rischio tra vincere e perdere, quando ci sono le condizioni per poterlo fare”.

La strategia per il centrocampo

“Gomes ha fatto la solita partita, in alcune situazioni è stato meno lucido ma ha lavorato bene. Bisogna velocizzare certi passaggi e rischiare qualcosa. Sulla qualità della manovra recuperare Verre ci può aiutare, è un giocatore che può far saltare il tappo con tante soluzioni. Nell’ultima partita ho scelto un centrocampista da esterno, ma ho spiegato il motivo. Saric è cresciuto tanto da quando è arrivato, sul piano atletico e mentale. Vive di strappi, con un campo aperto si vedono meglio le sue qualità. Stiamo lavorando su quali zone di campo attaccare per fargli sfruttare le sue caratteristiche”.

Velocità di manovra

l tecnico del Palermo, Eugenio Corini, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida di campionato contro il Venezia, si è soffermato sulla velocità di manovra: “La velocità della manovra dipende anche da quanto campo ti dà l’avversario. Quando l’avversario è più basso dobbiamo accelerare il giro palla. Non è facile essere veloci, a volte devi trovare la situazione per sbloccare la partita e far aprire l’avversario. Dobbiamo saperlo fare per diventare una squadra vincente”.

Condizione fisica della squadra

“La squadra sul piano fisico sta bene. Chi ha giocato rientrando da un infortunio ha un tempo fisiologico per ritrovare una condizione fisica importante. Dobbiamo continuare su questo lavoro e ritrovare la brillantezza, poi sul piano mentale trovare quella partita che restituisce autostima. Il Cosenza è un esempio: la vittoria contro la Reggina ha dato quell’autostima che ha consentito di fare tanti risultati”.

Sulla difesa…

Il tecnico del Palermo, Eugenio Corini, nel corso della conferenza stampa che anticipa la sfida contro il Venezia, è tornato sugli errori su palla inattiva che avrebbero potuto compromettere la sfida contro il Cosenza: “Difesa su palla inattiva? Ci lavoriamo su come lavorare meglio in marcatura, lo abbiamo fatto anche questa settimana. È vero che soffriamo un po’, il Cosenza ha avuto le occasioni più importanti su palla inattiva. Anche a Parma abbiamo preso gol. Dobbiamo essere più attenti e applicati”.

Tiri da fuori

“Tiri dalla distanza? A volte non è facile calciare anche perchè sul perimetro gli avversari alzano un muro. I tiri da fuori area possono aiutare anche a sbloccare partite così chiuse contro squadre così compatte”.

Centrocampo e attacco

Il tecnico del Palermo, Eugenio Corini, nel corso della conferenza stampa che anticipa la sfida contro il Venezia, si è soffermato sulle possibili scelte a centrocampo: “Segre è un centrocampista che ha attitudini di un certo tipo e può fare quel ruolo. Sto lavorando per trovare un’alternativa a Valente in quel ruolo. Non è stato facile per lui, lo abbiamo allenato ma non ha un percorso in quel ruolo. Stiamo lavorando anche su Masciangelo a destra. Di Mariano farà fatica a recuperare nel prossimo campionato, potrebbe doversi sottoporre a intervento per il problema al ginocchio”.

Sull’attacco: “Ho tanta varietà in attacco, contro il Cosenza ho privilegiato Brunori e Soleri. Tutino aveva fatto una buona partita a Parma. Ora sto valutando le soluzioni giuste dall’inizio e a gara in corso”.

Palermo esclusa da EURO 2032

“Palermo esclusa da Euro 2032? Mi dispiace tanto, spero che possa rientrare. Potrebbe essere un’occasione per riammodernare uno stadio che è bellissimo, ma ha tante potenzialità di miglioramento. Non so come la società abbia preso la notizia”.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli