spot_img

Palermo, con il Frosinone arriva la sconfitta: la decide Moro, ancora ‘mal di trasferta’ per i rosanero

Il Palermo vuole continuare la propria marcia positiva dopo aver superato per 1-0 il Genoa nell’ultimo turno di Serie B. La sfida tra il Frosinone e il Palermo non sarà più banale dopo le ultime vicissitudini risalenti al giugno 2018, ma oggi contano solo i tre punti. Prova opaca da parte degli uomini guidati da mister Eugenio Corini che hanno rimediato la terza sconfitta stagionale, a prevalere sono i frusinati con il punteggio di 1-0.

Primo tempo: ciociari avanti con Luca Moro

Al 4′ occasionassimo per Brunori che si inserisce in area di rigore dopo un filtrante di Segre, l’attaccante rosanero dopo una doppia finta non riesce a calciare e favorisce così Turati che interviene sulla sfera e anticipa il centravanti rosanero. al 9′ si invola verso la porta avversaria Dario Saric che è atterrato con le cattive da Boloca che si prende il cartellino giallo. Al 13′ il Frosinone va a un passo dal gol del vantaggio, il colpo di testa di Fabio Lucioni sugli sviluppi di corner è salvato sulla linea da Matteo Brunori! Trascorre meno di un minuto e sul capovolgimento di fronte Brunori si tuffa in spaccata su cross dalla destra di Elia, l’attaccante rosanero non arriva sulla sfera per un soffio.

Dopo un periodo di stasi da entrambe le parte, al 27′ si riaffacciano in avanti i padroni di casa con Giuseppe Caso che ci prova da fuori con la sua conclusione che si perde sul fondo. Trascorrono circa otto minuti e arriva la conclusione di Konè che però non trova la porta. Al 38′ magia di Caso sulla trequarti destra e tunnel su Marconi che deve intervenire con le cattive, giallo per il difensore del Palermo. A cinque minuti dal termine ci provano i rosanero con una botta da fuori di Saric non trattenuta da Turati, sulla sfera di avventa Brunori che è però in fuorigioco. Il risultato lo sbloccano i giallazzurri al 44′ con la rete di Luca Moro che riceve l’assist in scivolata di Caso e insacca con un destro sporco dall’interno dell’area di rigore deviato anche da Buttaro.

Secondo tempo: reazione rosanero senza risultati

La ripresa inizia con un cambio immediato in casa Palermo: fuori l’ammonito e non troppo perfetto Ivan Marconi, dentro Davide Bettella. La prima conclusione del secondo tempo è di stampo frusinate con Garritano che al 49′ ci prova da fuori, blocca senza problemi Pigliacelli. Si rende pericoloso il Palermo al 52′ con un tentativo volante di Saric che su servizio di Di Mariano non inquadra la porta. Al 56′ occasione colossale non sfruttata dal Palermo con Di Mariano, l’ex Lecce servito all’interno dell’area da una spizzata di Brunori alza troppo la traiettoria.

Al 62′ ciociari a un passo dal gol del raddoppio con Giuseppe Caso che prova una conclusione a giro che però si infrange sul palo. A venti dalla fina mister Corini decide di inserire freschezza: Floriano, Damiani e Soleri prendono il posto di Elia, Saric e Stulac. Palermo a un passo dal gol al 74′ con Di Mariano che taglia alla perfezione su lancio di Floriano, l’attaccante rosanero si fa ipnotizzare da Turati. All’87’ i rosanero vanno a un passo dal pari con Segre che da pochi passi non inquadra la porta con un colpo di testa. Da qui al termine del match non accade praticamente più nulla, il Palermo resta fermo a quota 7 in classifica dopo sei giornate.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli