spot_img

Palermo, Brunori: “Col Brescia una finale, serve bolgia. Gol? Punto Luca Toni”

Matteo Brunori e il Palermo tornano da Cagliari con una sconfitta indolore. Anche perchè la prestazione, secondo il centravanti, è stata ottima: “A Cagliari abbiamo dimostrato il nostro valore. Da fuori ho visto una squadra viva, che voleva portare a casa il risultato pieno. La partita è stata condizionata da alcuni episodi. Bisogna essere bravi a mantenere sempre la concentrazione alta, ma c’è stato un grande Palermo”.

Un buon Palermo a Cagliari

Ai microfoni dei media ufficiali rosanero, il capitano ha parlato delle sensazioni provate a bordocampo in Sardegna. Prima di fiondarsi sul match contro il Brescia: “Ho voluto essere a Cagliari per essere vicino alla squadra e vivere la partita da bordocampo. Ero contento di seguire la squadra. Sappiamo l’importanza della gara contro il Brescia. Dobbiamo dare la giusta carica, la partita vivrà di emozioni e vogliamo arrivare al top a questa gara. Dobbiamo essere bravi a gestire queste emozioni, lavoreremo al meglio con il mister”.

Il Palermo di Brunori si gioca una fetta importante di playoff all’ultima giornata. Per questo motivo sarà fondamentale dare il massimo e vincere: “Dipende tutto da noi, credo che sia la cosa più bella. Siamo padroni del nostro destino, entriamo in campo e sappiamo quel che dobbiamo fare. Conosciamo la qualità dell’avversario ma la nostra gente ci dovrà trasmettere come sempre quella spinta per fare il salto”.

Sogno playoff

Brunori ha parlato del modo in cui preparare la sfida contro le Rondinelle. Una partita che vedrà quasi certamente nel pubblico il proverbiale dodicesimo uomo in campo: “Bisogna preparare la partita con tranquillità, senza caricarla troppo. Però è giusto vivere la tensione che si vive intorno, dando la giusta importanza e arrivando a venerdì con la carica per affrontare la gara. Ci aspetta una finale, il Barbera deve essere una bolgia com’è stato sempre, specialmente l’anno scorso in cui abbiamo avuto quella spinta in più per raggiungere il traguardo. Serve quello stadio là, la gente che ci spinge oltre. Il pubblico può essere determinante in queste partite in cui c’è tanta tensione. Noi viviamo per giocare queste partite, quando c’è qualcosa in palio è bellissimo”.

Il numero 9 ha fatto capire che i playoff sarebbero un obiettivo oltre le aspettative per il Palermo. Anche perchè le credenziali di inizio stagione erano altre: “Dobbiamo essere orgogliosi del percorso che abbiamo fatto. Eravamo partiti con un obiettivo e ce ne stiamo giocando un altro. Dobbiamo guardare la realtà, ora che siamo qua ci crediamo. Dobbiamo trasformare la tensione in energia positiva, specialmente per chi è arrivato quest’anno e non ha vissuto la piazza come l’abbiamo vissuta noi che siamo qui da prima. Tutti sanno il valore di questa partita e quanta gente può venire a sostenerci se facciamo questo salto in più”.

Palermo, Brunori “vede” Luca Toni

Si chiude parlando di un altro obiettivo personale per Brunori a Palermo. Bastano altri tre gol per raggiungere, nella classifica cannonieri all time, un campione del mondo. “Sono a tre soli gol – dice – da un grande campione come Luca Toni. Mi riempie di orgoglio e mi dà uno stimolo a dare sempre qualcosa in più. Questa piazza ti dà un traguardo dopo l’altro, è sempre bello raggiungerli ed entrare ancor di più nella storia del Palermo”.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli