spot_img

Palermo, a Brescia torna Marconi: difficile un ritorno alla difesa a 4

Il Palermo si proietta alla sfida di campionato contro il Brescia, nel giorno di Santo Stefano (ore 12.30) i rosanero saranno ospiti delle Rondinelle nell’ultima gara ufficiale della Serie B per il 2022. La compagine guidata da mister Eugenio Corini vorrebbe chiudere nel migliore dei modi, un successo in casa dei lombardi sarebbe la ciliegina sulla torta in vista poi della nuova stagione.

Non sarà di certo una passeggiata anche perché i prossimi avversari del Palermo hanno cambiato da qualche ora il proprio tecnico, al posto dell’esonerato Clotet è arrivato Alfredo Aglietti. La trasferta di Brescia pone dei dubbi a Corini che deve valutare quale sistema di gioco utilizzare vista l’assenza forzata (squalifica) di Ionut Nedelcearu. Le vie sono due: confermare il 3-5-2 oppure scegliere il 4-3-3 o il 4-3-1-2?

Come potrebbe cambiare il Palermo

Il Palermo approccerà la gara di Brescia senza uno dei leader incontrastati della squadra quale è Ionut Nedelcearu, il centrale rumeno era in diffida e l’ammonizione presa contro il Cagliari gli costerà una giornata di squalifica. Al posto dell’ex Crotone ci sarà senza dubbio Ivan Marconi, da capire adesso se mister Corini si affiderà alla difesa a quattro oppure se utilizzerà il modulo dell’ultima uscita. Il 3-5-2 visto nella gara vinta contro il Cagliari ha convinto per diversi aspetti, l’unico problema sarebbe legato ai cambi che sarebbero praticamente nulli. Questo perché i vari Lancini e Crivello sono in pratica fuori dal progetto tecnico, Accardi non rientra al momento nelle rotazioni e Buttaro è fuori per infortunio. Ci sarebbe Devetak che viene però visto come esterno alto come ha confermato mister Corini nella scorsa gara, quando lo ha inserito al posto di Sala.

Se mister Corini dovesse optare per uno schieramento con difesa a tre si affiderebbe al trio MatejuBettellaMarconi e di conseguenza non avrebbe nessun cambio in difesa da poter esercitare in caso di necessità. Nel caso si dovesse scegliere di schierare una difesa a quattro non cambierebbe poi così tanto dal punto di vista dei rifornimenti a partita in corso, almeno per quanto concerne la linea difensiva. La possibilità di rivedere l’identico schieramento di domenica scorsa è molto alto, soprattutto per la prestazione offerta dalla squadra.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli