spot_img

Monterosi-Messina, pagelle: redivivo Emmausso, Fumagalli sugli scudi

Come scritto in precedenza, il Messina batte in trasferta il Monterosi (0-2 il risultato finale) e scaccia le nuvole intorno la squadra. Prestazione positiva, sia come collettivo che in alcune individualità, che tornano ad incidere dopo un mese e mezzo di difficoltà. Queste le pagelle di Monterosi-Messina.

Monterosi-Messina, le pagelle giallorosse

La difesa

Fumagalli 7: Silipo gli scalda in più di un’occasione, ma il 41enne portiere giallorosso risponde presente. Fortunato sul calcio di rigore tirato dal numero 99, che centra la traversa. Non manca di far sentire la sua voce con tutti, anche con la terna arbitrale. Strepitoso sul secondo penalty, tirato da Costantino. Autentico protagonista della vittoria.

Polito 6: praticamente inoperoso per larghi tratti della partita, visto che il Monterosi attacca dal lato di Ortisi. Il 33 però si mantiene in linea con la buona prestazione complessiva del reparto.

Manetta 6: solita prestazione grintosa, da leader difensivo che lascia passare poco o nulla.

Pacciardi 6,5: gol a parte, forse la migliore prestazione del numero 23. Più sicuro nei suoi mezzi, riesce anche a gestire l’ammonizione presa nel primo tempo. Piacevole riscoperta per Modica.

Ortisi 5,5: Silipo non è un cliente facile e spesso lo salta con troppa facilità. In copertura fa un passo indietro rispetto alla prestazione con la Juve Stabia.

Il centrocampo

Scafetta 5,5: meno brillante rispetto ad altre partite, forse condizionato anche da un piccolo infortunio alla spalla subito durante il match. Ingenuo sul tocco di mano sul primo rigore concesso al Monterosi, ma la fortuna lo grazia. (Dal 76′ Salvo S.V.)

Firenze 6: sempre pericoloso su calcio piazzato, è lui che disegna una traiettoria perfetta per la testa di Pacciardi sullo 0-1. In generale sembra sempre avere ben chiaro cosa fare col pallone tra i piedi, aiutato dal moto perpetuo di Frisenna.

Frisenna 6: torna a fare tanta legna a centrocampo, non lesinando neanche una goccia di sudore. Se tornerà attivo anche in zona gol, il Messina potrà sperare davvero nella risalita.

L’attacco

Emmausso 6,5: torna ad essere il fulcro delle azioni d’attacco del Messina e questo è ossigeno puro per i giallorossi. Sin dai primi minuti si capisce che è in giornata e celebra il suo “ritorno” con un gol pesante dagli 11 metri. (Dal 92′ Luciani S.V.)

Plescia 6: ci prova in tutti i modi ad entrare nel tabellino dei marcatori, ma non ci riesce. Solita prova di grande generosità del numero 28, che si sbatte contro l’intera difesa avversaria. (Dal 92′ Zunno S.V.)

Ragusa 6: il campitano si vede poco ma c’è nel momento decisivo, quello in cui si conquista il calcio di rigore che indirizza il match. (Dal 76′ Ferrara 5: impatto negativo dell’esperto difensore, che fa un fallo da rigore ingenuo su Costantino e rischia di far riaprire il match. Lo salva Fumagalli).

Monterosi-Messina, le pagelle: il voto dell’allenatore giallorosso

Modica 6: il tecnico cambia ancora la sua squadra, ma stavolta sceglie l’esperienza per un match così importante. Ed è una scelta che paga, visto che Emmausso e Pacciardi, panchinati nelle ultime partite, sono decisivi per la vittoria.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli