spot_img

Modena-Palermo, le pagelle: rosa “autoritari”, Henderson da applausi

Il Palermo chiude la pratica Modena con uno 0-2 per corrispondenza più che meritato. I rosanero sfruttano la superiorità numerica e vincono con autorità il match. Una prestazione ottima e un secondo posto messo in ghiaccio, alla vigilia di Parma-Venezia. Queste le pagelle rosanero dopo Modena-Palermo.

LEGGI ANCHE -> Risultati Serie B oggi: in campo il Catanzaro espugna Bolzano

Le pagelle di Modena-Palermo: i migliori e i peggiori

Nelle pagelle di Modena-Palermo nessuna insufficienza per gli uomini di Corini, che hanno dominato sugli avversari per 90 minuti. Migliore in campo Henderson, ma difficile trovare dei difetti oggi. Difesa impenetrabile, risalta la prestazione di Mateju.

La difesa

PIGLIACELLI 6,5: ha un gran riflesso nel primo tempo su Magnino, poi deve solo gestire alcune situazioni di ordinaria amministrazione e nulla più.

MATEJU 6: il ceco, tornato al 100% dopo qualche acciacco, si rende protagonista di una prestazione solida in fase di copertura. Sembra acquisire sempre maggiore consapevolezza nei suoi mezzi.

LUCIONI 6: solita leadership e fisicità messa a disposizione dei compagni. Dalle sue parti non si passa. Annullato l’attacco dei gialloblù, nonostante anche l’ingresso di Falcinelli nella ripresa.

CECCARONI 6: insieme a Lucioni riesce a contenere gli attacchi avversari, limitati certamente dall’inferiorità numerica. Nel primo tempo non è preciso su alcune chiusure, nella ripresa sale certamente nella prestazione. Prova decisamente positiva.

LUND 6: sulla sua fascia gli avversari si rendono pericolosi, soprattutto nel primo tempo, e una sua distrazione rischia di portare in vantaggio il Modena. In avanti però è sempre di supporto all’azione. (Dal 64′ AURELIO 6: mantiene viva la corsia di sinistra con la sua rapidità, ma il Palermo bada più a contenere che ad attaccare nella ripresa).

Il centrocampo

HENDERSON 7: scelto dall’inizio al posto di Segre, è subito attivo in fase di costruzione. Ha una chance su punizione nel primo tempo, che Gagno respinge in angolo. Lavora su svariando da una parte e l’altra della trequarti campo ed è un pericolo per la difesa avversaria. Prova ne è l’inserimento e il gran gol dell’1-0, una voleè di sinistro che il portiere avversario può solo sfiorare. (Dal 64′ VASIC 6: adattato a mezzala destra recupera tante palle e prende fallo. Essenziale per difendere il vantaggio).

GOMES 6: partita poco appariscente del numero 4 rosanero, che è sempre attentissimo quando si tratta di difendere. Decisamente meno propositivo in fase di costruzione rispetto ad altre circostanze.

COULIBALY 6: dominante in fase di recupero palla grazie alla sua fisicità. Un po’ “leggero” a disimpegnarsi della palla, ma quando lo fa riesce a far ripartire velocemente l’azione. (Dal 64′ SEGRE 6: solita corsa, grinta ed inserimenti, mantenendo impegnata la difesa del Modena quando gli emiliani cercano il pareggio).

L’attacco

DI FRANCESCO 6,5: sin dai primi minuti è un’autentica spina nel fianco nella difesa del Modena. Taglia come una lama nel burro da sinistra verso il centro e una delle sue incursioni porta all’espulsione di Oukhadda. In apertura di ripresa, con una magia in area di rigore, mette in mezzo il pallone che porta al gol di Henderson. (Dal 69′ STULAC 6: il suo ingresso dovrebbe servire per mettere in banca la partita. In realtà di palloni ne tocca veramente pochi. In generale esce anche lui con una sufficienza)

BRUNORI 6,5: partita “importante”, come direbbe Corini, del numero 9 rosanero. L’ottimo approccio alla partita per il capitano lo si vede dalla traversa dopo pochi minuti. Lotta contro tutta la difesa avversaria per 90 minuti ed avrebbe anche la possibilità di trovare il gol. Ma la sua prova è decisamente più che positiva, da capitano vero.

INSIGNE 6: anche lui si inserisce bene alle spalle della difesa avversaria, ha più di un occasione che però spreca con superficialità. In fase di ripiegamento si sacrifica tanto e questo giustifica la poca lucidità sottoporta. Anche lui fa parte della 4×100 che in contropiede porta in vantaggio il Palermo. (Dal 69′ MANCUSO 6,5: i rosanero sembrano un po’ sotto tono nel secondo tempo, più impegnati a difendere il vantaggio acquisito a inizio frazione. Lui però entra con la solita generosità e alla fine trova anche un gol meritato che chiude la partita).

Modena-Palermo, la pagella di Corini

CORINI 6,5: ha messo in campo senza dubbi la formazione migliore, ma ha anche azzeccato i cambi (pur rischiando nella gestione degli stessi). Se il Palermo ha acquisito questa sicurezza il merito è certamente suo, che dà a tutti chance di sentirsi importanti.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli