spot_img

Messina-Virtus Francavilla, pagelle: bene Frisenna ed Emmausso, bocciato Salvo

Si è appena concluso sul risultato di 3-2 il match tra Messina-Virtus Francavilla, valevole per la 24a giornata di Serie C Girone C. Partita folle quella che si è vista allo stadio Franco Scoglio, coi giallorossi prima in vantaggio di 2 gol rimontati già nel primo tempo dagli avversari. Nel finale arriva la rete decisiva di Frisenna che regala 3 punti fondamentali. Ecco le pagelle giallorosse di Messina Virtus Francavilla.

Messina-Virtus Francavilla, le pagelle dei giallorossi

Nelle pagelle di Messina-Virtus Francavilla ampiamente promosso il match winner Frisenna, così come Emmausso (uscito anzitempo per infortunio). Male la difesa, soprattutto Manetta e Salvo.

La difesa

Piana 6: dopo appena un giro di lancette è chiamato all’intervento da Artistico. Antipasto di un pomeriggio poco tranquillo. La mancanza d’equilibrio in difesa nella prima frazione lo espone a diversi pericoli. Sui gol non ha responsabilità.

Lia 5,5: torna titolare dopo quasi 3 mesi e atleticamente sembra ristabilito. Ma i meccanismi di squadra, creatisi in sua assenza, non sembrano includerlo perfettamente. Nell’intervallo viene sostituito per riportare Salvo sulla destra. (Dal 46′ Zona 6: in fase di spinta non è male, anzi sembra crescere di minuto in minuto. Poi il Messina rimane in 10 e lui deve badare più a difendere).

Manetta 5: vive una giornata da dimenticare. Impreciso con la palla tra i piedi, ma anche nell’anticipo. Sui gol di Artistico e Macca sembra imballato, incapace di sottrarre il pallone agli avversari. Stavolta il muro giallorosso è crollato.

Dumbravanu 5,5: esordio complicato, visto che Artistico è un brutto cliente per tutti. Se poi il tuo compagno più esperto incappa in una prestazione negativa, difficile mettersi in luce. Nel secondo tempo comunque lancia qualche segnale positivo.

Salvo 4,5: l’esperimento a sinistra è naufragato nel primo tempo. La sua proverbiale corsa non si vede, così come la sua pericolosità offensiva. Inoltre l’adattamento sull’altra fascia lo mette in difficoltà sulle letture difensive. Non è un caso che nelle reti subite sia sempre solo l’uomo che Salvo dovrebbe marcare. Il suo ritorno a destra nella ripresa migliora leggermente la situazione, col terzino va vicino al gol. Ma il pomeriggio da dimenticare si chiude con un rosso, forse eccessivo.

Il centrocampo

Frisenna 7: si pensava che potesse partire titolare Firenze, ma lo stato di forma evidenziato dal numero 8 è straripante. Oltre il suo solito atletismo mette lo zampino nei gol di Emmausso e Zunno, mettendo dei palloni pericolosissimi in area di rigore. Dopo un’ottima partita, risolve la contesa con un gran gol da 35 metri che manda in visibilio il pubblico di casa.

Franco 5,5: tra i due centrocampisti è quello che si sacrifica un po’ di più in fase difensiva. Non molto rapido, va in difficoltà a fare filtro contro il mobile attacco della Virtus Francavilla. Nel secondo tempo, dopo l’espulsione di Salvo, arretra sulla linea dei difensori, senza più patire il pressing ospite.

L’attacco

Rosafio 6: come tutti prova a rendersi pericoloso, soprattutto giocandosi al meglio gli uno contro uno. Oggi però non è nella sua forma migliore. Partita comunque positiva. (Dal 76′ Giunta 6: si limita a contenere i danni quando il Messina è in 10, provando a dare ordine alla manovra).

Emmausso 6,5: apre le marcature con una gran botta da dentro l’area che fa impazzire lo stadio Franco Scoglio. Come in altre occasioni svaria su tutta la trequarti per inventare qualche pericolo, rendendosi praticamente imprendibile per gli avversari. Una botta a fine primo tempo però lo mette in difficoltà. Il 10 prova a stringere i denti, ma all’ora di gioco alza bandiera bianca. (Dal 58′ Ragusa 6,5: impatto importante del capitano, che deve entrare in un momento complesso del match. L’inferiorità numerica lo limita, ma lui mette al servizio della squadra tutta la sua esperienza. Mette lo zampino nel 3-2 e spreca nel finale il gol che può mettere il sigillo alla partita).

Zunno 6: gol importante ai fini del risultato quello trovato dal numero 11. Durante la partita spazia molto, soprattutto quando viene messo trequartista dopo l’uscita di Emmausso. Anche lui però pian piano abbassa la qualità delle sue giocate. (Dall’83’ Luciani S.V.: potrebbe segnare anche lui il 4-2 ma spreca malamente).

Plescia 6: tanta corsa, tanto sacrificio ma ancora 0 gol. Il centravanti ce la mette tutta, provando a battagliare contro l’arcigna difesa ospite. Ma il Messina, che recapita pochi palloni al numero 28 ogni volta, sembra voler fare a meno dei suoi gol. (Dal 76′ Scafetta S.v.: non si vede praticamente mai nei minuti che è in campo).

Pagelle Messina-Virtus Francavilla: il voto del tecnico giallorosso

Modica 5,5: recupera con i cambi una partita giocata in maniera schizofrenica. Non si capisce perché abbia messo Salvo a sinistra, consegnando di fatto un uomo agli avversari. Per fortuna sua e del Messina, Frisenna pesca il jolly della domenica che regola la Virtus Francavilla.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli