spot_img

Messina-Taranto (risultato 1-0), highlights: Zunno-gol, seconda vittoria di fila

Il Messina concede il bis e vince 1-0 contro il Taranto, sfida valevole per la 22a giornata di Serie C Girone C. Giallorossi in controllo per larghi tratti della partita, anche se le occasioni sono state poche per tutto il match. Il risultato si poteva sbloccare solo su un episodio e così è stato, con Marco Zunno a trovare il gol da 3 punti. Il successo porta il Messina a 25 punti, mantenendo lontana la zona playout. Si ferma invece a quota 37, accantonando momentaneamente il sogno secondo posto.

Messina-Taranto, le formazioni ufficiali

Il Messina fa i conti con le assenze e mantiene il 4-2-3-1 che ha portato al successo con la Casertana. Il pacchetto difensivo è composto dal portiere Ermanno Fumagalli, con Vincenzo Polito e Giuseppe Salvo sulle fasce e Marco Manetta e Federico Pacciardi a formare la coppia di centrali. Sulla mediana tornano Giulio Frisenna e Francesco Giunta, a supporto dei tre trequartisti Marco Rosafio, Michele Emmausso e Marco Zunno. Davanti confermato Pierluca Luciani al posto di Vincenzo Plescia.

Il Taranto risponde con un 3-4-3 che vede già protagonisti i 3 acquisti di questo calciomercato. Al centro della difesa, davanti a Gianmarco Vannucchi, c’è l’ex Feralpisalò Mirko Miceli insieme a Alessio Luciani e Cristian Riggio. Sugli esterni il volto nuovo è quello di Federico Vaglietti, scuola Genoa ma proveniente da sei mesi a Vicenza. Con lui anche l’ex giallorosso Marco Fiorani, Simone Calvano e Ciro Panico. In attacco, assieme Mamadou Kanoutè e Alfredo Bifulco, l’altro neo-acquisto, ovvero Michael De Marchi.

LEGGI ANCHE -> Risultati Serie C Girone C oggi: Latina vince col Monterosi

Primo tempo avaro di emozioni

Nonostante un’iniziale fase propositiva del Taranto, il Messina prende campo e comincia a rendersi pericoloso. All’11 proteste giallorosse per un possibile rigore su Luciani, ma l’arbitro non ritiene il contatto meritevole della massima punizione. Qualche minuto dopo prima vera occasione peloritana, ancora capitata al numero 9. Su un calcio d’angolo di Rosafio la palla giunge sulla testa del centravanti del Messina, che da dentro l’area piccola manda a lato.

La risposta del Taranto arriva al 29′, con Bifulco che salta con un sombrero Manetta e pesca in area De Marchi. L’ex Padova calcia al volo di destro ma non inquadra la porta. Dopo queste folate la partita si assesta su ritmi blandi, con le due squadre che sembrano non volersi fare troppo male. Nella squadra di Modica meno ispirato del solito Emmausso, da cui passano spesso i palloni negli ultimi 25 metri di campo. L’ultimo assolo della frazione lo regala Kanoutè, che lascia partire una botta dalla distanza controllata in bagher da Fumagalli. Da segnalare a fine primo tempo le ammonizioni arrivate per Polito e Manetta.

Nella ripresa il gol partita: Zunno decisivo

Senza cambi all’intervallo, il secondo tempo parte subito a mille per merito del Taranto. La difesa del Messina valuta male la posizione di De Marchi, che si invola da solo contro Fumagalli. L’attaccante però non riesce a superare il 42enne portiere giallorosso, che stoppa con freddezza la sua conclusione. Iniziano i cambi e i peloritani inseriscono Ortisi e Plescia per Polito e Luciani. Proprio Plescia è decisivo per il vantaggio del Messina.

Al 57′ uno schema su punizione libera sulla destra Salvo. Il terzino mette in area la palla, contesa da più uomini. La mischia è risolta da Plescia che da terra rovescia il pallone al centro per Zunno, il quale insacca a porta vuota. La partita ha un nuovo punto di svolta, probabilmente decisivo, al 68′. Salvo sgroppa sulla destra, con Bifulco che prova a fermarlo come può. L’arbitro decide per il secondo giallo, e quindi manda il numero 14 sotto la doccia.

I pugliesi però non demordono e provano a portarsi in avanti per cercare il pareggio. Ci va molto vicino Fabbro, subentrato al pari di Orlando nella ripresa. Quest’ultimo recupera palla e pesca in area l’attaccante scuola Milan. Ma Fabbro da dentro l’area piccola cicca il pallone e butta fuori la palla. Il Messina controlla agevolmente, provando anche a trovare il raddoppio. Plescia ci va vicinissimo, grazie ad un nuovo schema su punizione, ma viene anticipato prima di calciare. La partita si chiude senza più sussulti e il Messina può festeggiare la seconda vittoria di fila.

Messina-Taranto, gli highlights del match

Appena disponibili, saranno qui visibili gli highlights del match Messina-Taranto.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli