spot_img

Messina, Pitino: “Con Sciotto lavoriamo per il futuro. Non escludo nulla, ma…”

Il Messina del futuro potrebbe ripartire da Marcello Pitino. Il direttore sportivo ammette di essersi confrontato con l’attuale patron Pietro Sciotto, nonostante l’intenzione di disimpegno di quest’ultimo: “Mi sono incontrato ieri con il presidente Sciotto e anche oggi ci vedremo presso i suoi uffici. Stiamo lavorando per mettere a posto ogni casella per quanto riguarda la pratica dell’iscrizione e, anche se non rientra prettamente nei miei compiti, sono qui a dare un contributo. Sino al 30 giugno sono un tesserato del Messina ed essendo legato a questa piazza mi rendo disponibile per ogni evenienza”.

Nell’intervista rilasciata per l’edizione odierna della Gazzetta del Sud, Pitino fa capire che non si sta ancora lavorando per la costruzione dell’organico. Allo stato attuale delle cose, infatti, l’eventuale cambio di proprietà ha la precedenza su tutto: “In questo momento, visto quanto comunicato dal presidente, è prematuro parlare di futuro. Sciotto sta facendo le dovute valutazioni e quindi spetterà a lui decdere se e quando far partire i giochi sulla prossima stagione”.

Messina, Pitino spera di rimanere

Nonostante l’amore per Messina Pitino ha ammesso di aver avuto dei contatti. Tutte situazioni informali, quindi nulla per cui far suonare campanelli di allarme: “Per chi come me si occupa dell’area tecnica, questi sono giorni importanti. Sono stato nei vari campi per assistere a molte partite. Dalle finali Primavera di Sassuolo ai vari incontri di playoff e playout in giro per l’Italia. È normale che si incontrino persone e dirigenti e si discuta un po’. Non posso negarlo. Ma non ho preso accordi e fino al 30 giugno sono un tesserato del Messina”.

Anche perchè l’attuale direttore sportivo ammette che gradirebbe molto l’eventualità di una permanenza nello Stretto: “In questo momento non mi sento di escludere alcunchè. Anzi mi farebbe piacere ripartire da qui, posto in cui mi sono trovato benissimo, sia con la proprietà e con tutti gli altri collaboratori che, a vario titolo, hanno contribuito alla salvezza. C’è un parco giocatori da cui poter ripartire. La città merita grandi soddisfazioni, la tifoseria ci ha dato una grossa mano d’aiuto, spronandoci a non mollare mai e a credere in un obiettivo che a dicembre sembrava lontanissimo. Vedremo cosa accadrà nei prossimi giorni. A oggi, però, non si è cominciato a parlare di futuro”.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli