spot_img

Messina, Auteri: “Con il Giugliano dovremo alzare i ritmi. Vrenna? Ha rettificato, altrimenti denunciavo”

Gaetano Auteri, allenatore del Messina, è intervenuto in sala stampa nella consueta conferenza prepartita in vista del match contro il Giugliano (sabato 1 ottobre ore 14:30 allo stadio Franco Scoglio). Il mister ha parlato dell’avversario, di diverso valore tecnico rispetto al Catanzaro in testa alla classifica. Ma sarà anche una partita ostica contro un avversario in forma.

LEGGI ANCHE -> Messina-Giugliano, probabili formazioni: Fazzi sulla fascia, ballottaggio in attacco

Messina, Auteri: “Con il Giugliano dovremo alzare i ritmi”

La squadra sente la partita? L’emotività della squadra è stata al centro della conferenza stampa di Auteri che, di fatto, respinge l’idea che il Messina sia una squadra fragile: “L’impatto emotivo a Catanzaro è stato buono, visto che siamo stati in partita per 65-70 minuti. Da questo punto di vista, nonostante non abbiamo ancora vinto, sono sicuro che la squadra risponderà e sta bene. Non dà l’impressione di essere una squadra logora, spenta. Dovremo essere bravi a fare due cose: ad essere più concreti e attenti nella lettura della partita. Noi andremo a cercare questa vittoria, non è un crocevia ma è una partita importante”.

Anche sul singolo errore, come il gol dell’1-0 del Catanzaro nella precedente partita, il mister valuta quanto fatto da Riccardo Daga come come un episodio a se stante: “Credo che non sia un problema di pressione. Daga in quel momento ha fatto una scelta non adeguata su quel gol, non l’ha fatto apposta quell’errore. Fino al secondo gol, probabilmente irregolare, siamo stati in partita con una squadra forte. Domani la partita sarà diversa: mi aspetto una squadra che non concede, molto concreta e forte sul piano agonistico. Giocherà sul doppio risultato, quindi dovremo essere bravi e intelligenti a non perdere gli equilibri. Dal punto di vista fisico sono tutti disponibili, anche Versienti, Fazio e Curiale”.

La partita che, secondo Auteri, il Messina dovrà giocare contro il Giugliano dovrà essere più aggressiva: “A Catanzaro non si può fare, hanno dei giocatori che sanno gestire bene la palla e per portargliela via spendi tanto. Di contro li abbiamo messi in difficoltà quando avevamo palla noi. Domani la partita sarà diversa: dovremo alzare ritmi e intensità e aggredire una squadra che ha valori tecnici inferiori a quelli del Catanzaro. Il Giugliano ha una certa mentalità. Ci saranno spazi chiusi, con un avversario pronto a ripartire con giocatori importanti. Noi dovremo essere bravi a destabilizzare il loro assetto senza concedere tante possibilità a loro”.

Auteri: “Curiale sta bene. Vrenna? Ha rettificato, altrimenti denunciavo”

A chi gli chiede se sia arrivato finalmente il momento di rivedere al centro dell’attacco Davis Curiale, il mister non ha dubbi: “Curiale sta bene dopo l’episodio con la Viterbese. Si è sempre allenato, è migliorato rispetto ad un mese fa ed è arrivato il momento di schierarlo. Ha tutta la nostra fiducia perché è un giocatore importante, di spessore e che può concretizzare tanto del lavoro che facciamo. Però non voglio dare responsabilità solo ad uno: dobbiamo lavorare da squadra”.

Le ultime ore sono state catalizzate dalle dichiarazioni del d.g. del Crotone Raffaele Vrenna, che sull’errore di Daga si è lasciato andare a non troppe velate allusioni. Secca la risposta di Auteri: “Credo abbia rettificato, se non fosse così ero pronto a denunciare alla Procura Federale queste frasi. Probabilmente ha avuto un’amnesia, non si è neanche accorto che il retropassaggio era volontario. Se Daga l’avesse presa con le mani sarebbe stata punizione a due a sette metri dalla porta”.

Chiosa finale sulla Coppa Italia, occasione da cogliere per chi ha giocato meno e obiettivo per il Messina secondo Auteri: “Sarà un nostro obiettivo. Giocherà chi ha avuto meno spazio sinora ed hanno una chance importante, che va colta. Il turno non è facile, vista la partita secca a Crotone. Ma sarà importante la voglia di andare avanti per fare anche esperienza”.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli