spot_img

Genoa, Blessin: “Il Palermo sarà arrabbiato, noi pronti alla battaglia. Aramu non è pronto”

Alexander Blessin, allenatore del Genoa e prossimo avversario del Palermo nella quinta giornata di Serie B, ha parlato nella consueta conferenza stampa pre-partita. Un match molto atteso dalla piazza che, nonostante l’imbattibilità ancora in piedi da parte dei rossoblu, si aspettavano passi avanti dal punto di vista del gioco. Una partita quindi molto importante da ambo le parti, visti i mugugni della piazza palermitana.

Genoa, Blessin: “Col Parma la migliore partita finora. Errori? Fa parte del gioco”

Le riflessioni di mister Blessin partono inevitabilmente dal 3-3 contro il Parma: “Se guardo alle prime 4/5 partite, la partita coi gialloblù è stata la migliore per la fase di possesso palla. Abbiamo fatto una buona performance, ci è mancato solo chiudere la partita. I gol presi sono stati incredibili: una rovesciata finita sulla testa di un compagno, un tiro dai 25 metri deviato, poi sul terzo abbiamo dormito”.

Pur essendo consapevole di dover migliorare la fase difensiva e di dover essere “proattivo”, Blessin non manca di sottolineare il lavoro fatto in settimana: “Fare errori fa sempre parte del gioco. Mi aspettavo sicuramente qualcosa di diverso dai cambi fatti, probabilmente avrò sbagliato. Ma queste sono decisioni che devo prendere io. Vedo gli allenamenti e i ragazzi tutta la settimana: ci sono molti aspetti che mi portano a prendere una decisione e le decisioni, alla fine, le prendo io”.

LEGGI ANCHE -> Palermo-Genoa probabili formazioni: Corini ritrova Marconi, rossoblu senza Gudmundsson

Blessin sull’anniversario dei rossoblu, i dubbi di formazione e il Palermo

Ieri si è trattato di un giorno importante per il Genoa, avendo festeggiato il 129^ anniversario della propria fondazione. L’allenatore tedesco ha quindi voluto celebrare ancora una volta il popolo genoano: “I nostri tifosi sono incredibili, i migliori del mondo. Li ringrazio per il loro sostegno. Ci hanno chiaramente dato carica: ho fatto alcuni video e li ho rivisti stamattina. Sento la responsabilità come allenatore di avere maggiori momenti così coi nostri tifosi”.

Sul Palermo, Blessin è consapevole di trovarsi davanti una squadra tosta ma soprattutto arrabbiata: “Hanno perso due gare di fila e sappiamo che 30mila tifosi li sosterranno. Saranno arrabbiati e di certo non dovremo perdere il nostro assetto: questo è il nostro obiettivo. Dobbiamo giocare la nostra partita, con velocità di gioco per trovare spazi e tempi giusti. Sarà una battaglia, anche considerando caldo e umidità. L’importante sarà fare la nostra gara”.

Infine sulla formazione Blessin, così come il suo omologo Corini, non si sbilancia più di tanto. Soprattutto sul sostituto di Albert Gudmundsson, squalificato per ben tre giornate: “Speriamo gli riducano la squalifica, ma adesso c’è da capire se cambiare più uomini oppure uno con un altro. Portanova ha fatto bene, lo ho in mente, e anche Jagiello ha fatto una buona partita. Aramu? Lavora con noi da due settimane. I tifosi chiaramente attendono sempre i nuovi giocatori, ma ancora non hanno la condizione atletica. Stanno progredendo, vedremo quanti minuti hanno nelle gambe. Martinez? Sta crescendo. Coda? È un calciatore importante e lo sono anche i suoi gol. Crea tantissime occasioni e ho molta fiducia in lui”.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli