spot_img

Gemini, Marrone: “Obiettivo playoff in casa, giocheremo sei finali”

Mirko Marrone fa sempre gol, anche con la maglia del Gemini. Una carriera intensa e piena di alti e bassi quella del bomber nato a Palermo, prototipo di terminale offensivo moderno nell’accezione più nobile e completa del termine. A Geraci è transitato il tempo di una stagione nel campionato 2022-2023, quanto basta per lasciare un’ impronta significativa e comunque indelebile nella recente storia madonita. 21 gol nel girone B di Promozione e 5 nella coppa di categoria, una vittoria calcisticamente miracolosa conseguita in un’annata a dir poco perfetta sotto il profilo tecnico e societario.

Dopo l’inizio difficile, la compattezza del gruppo ed il raggiungimento del traguardo grazie ai gol, pesanti e decisivi, di Mirko Marrone: “Geraci sarà sempre nel mio cuore! Abbiamo vinto un campionato con una squadra magnifica, dove ho trovato degli amici. Per me tutt’ora importanti nella mia vita. Come Mirko De Miere, diventato un fratello maggiore. Lì abbiamo scritto un pezzo di storia e sono felice di averne fatto parte. Geraci lo vedo ancora bene quest’anno, anche se ha iniziato un po’ male. Però ci può stare in un campionato nuovo. Adesso li vedo veramente bene ed è sempre un piacere tornarci. Quando vai a trovare persone che ti fanno stare bene e ti dimostrano affetto ti rimangono nel cuore e sono contento per loro”.

La stagione di Marrone e le difficoltà della Promozione

L’attuale attaccante del Gemini, società virtuosa e compagine che sta ben figurando nel campionato di Promozione, ha ripercorso virtualmente quell’intenso frangente della sua carriera nel corso di un’intervista esclusiva concessa alla redazione di Sporticily.it, senza tralasciare il presente, che si chiama San Giovanni: “Sto veramente bene a San Giovanni Gemini, ho trovato persone splendide che mi hanno voluto fortemente e quindi mi viene facile dare il 100% ogni partita. Ho visto l’interesse e la voglia di avermi con loro. L’obiettivo, secondo me alla nostra portata, è quello di fare i playoff, con la speranza di farli dentro casa. Sappiamo che non è facile, perché ci sono squadre attrezzate. Restano sei finali e dovremo dare il massimo”.

Alto coefficiente di difficoltà, competizione ed equilibrio. Questo e tanto altro il girone A di Promozione siciliana, che presenta numerose piazze storiche ed importanti, che lo stesso Marrone ha voluto sottolineare: “Questo girone è veramente bello, pieno di squadre forti. Un’altra Eccellenza possiamo dire. San Vito, Piana, Bagheria, Parmonval, San Giovanni, anche Partinico. Tolta l’Iccarense, anche le squadre in basso danno filo da torcere a tutti. È veramente un bel campionato, nel quale viene sempre più voglia di giocare. Più le sfide sono importanti, più aumentano gli stimoli. Sarà una battaglia per i primi posti fino all’ultimo. Visto che ci sono squadre veramente forti e per questo sono contento di far parte del girone A”.

GUARDA ANCHE -> HIGHLIGHTS PARTINICAUDACE – MARSALA (PROMOZIONE GIRONE A)

Non poteva mancare l’autoanalisi del bomber del Gemini, su quanto fatto in questa buona fetta di stagione passata. Dall’inizio complicato in Eccellenza con l’Aspra alla vena realizzativa ritrovata in quel di San Giovanni, per un totale di otto reti siglate: “La mia stagione è stata di alti e bassi, com’è normale che sia. Non mi sono trovato bene ad Aspra, sentivo poca fiducia nei miei confronti ed ho segnato poche reti. Invece, qui a San Giovanni sono in un posto bellissimo, con persone fantastiche. Dai miei compagni di squadra alla dirigenza, fino al magnifico pubblico. In otto partite sono a quota cinque gol, spero di farne altri per aiutare la squadra ad arrivare all’obiettivo. Ovvero di centrare i playoff. Spero veramente tanto che questo avvenga”.

Marrone, a tutto Gemini: tifoseria, derby vinto e testa alla Giardinellese

“Il pubblico di San Giovanni Gemini è uno spettacolo, perché sono molto calorosi, ci supportano ogni partita”. Parla così della tifoseria del Nino Lo Bue, Mirko Marrone ai nostri microfoni, sottolineandone l’importanza: “Ci spingono a dare quel qualcosa in più, ti viene proprio la voglia e la forza di fare quello scatto in più solo per la loro presenza. Onoratissimo di farne parte e spero di farli esultare ancora”.

Gol decisivo, +3 in classifica e voglia di continuare a stupire per il classe 2001, determinante nel derby con il Casteltermini, nell’ultimo turno di Promozione: “Sono veramente contento di aver dato un contributo alla squadra, portando tre punti importantissimi contro il Casteltermini, in un derby molto sentito. La squadra ha fatto una partita magnifica, abbiamo giocato a una sola porta perché siamo scesi in campo per vincere. L’abbiamo fatto per fortuna, con bravura e voglia di fare. I miei compagni di squadra sono leoni che lottano su ogni palla, oltre a essere brave persone. Fiero di essere uno di loro”.

Testa già alla prossima per Marrone, impegnato con il suo Gemini in quel di Giardinello: “Domenica andremo in un campo difficilissimo come quello della Giardinellese, dove loro vorranno fare punti per la salvezza. Noi invece dobbiamo vincere questa battaglia, per continuare la nostra cavalcata per i playoff. Dovremo dare il 110%, per cercare di sbloccarla subito e portare questi tre punti a casa, con umiltà e spirito di sacrificio”.

Gemini-Marrone: un rapporto che può durare nel tempo

Ventidue anni e una carriera davanti per un giocatore che all’alba del suo percorso ha vestito maglie prestigiose come quelle di Reggina e Trapani, prima di fermarsi e ripartire da Gangi. Adesso Mirko guarda con determinazione al futuro: “Le mie ambizioni in questo calcio sono quelle di fare ancora tanti anni, con il sorriso e la consapevolezza di aver dato tutto per le squadre in cui giocherò. Anche se spero di rimanere a San Giovanni Gemini ancora a lungo – sottolinea Marrone – ho trovato una famiglia, nonostante io sia qui da pochissimo tempo. Queste sono le mie ambizioni, fare bene e far parlare bene di me, sul campo e fuori”.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli