spot_img

Foggia Catania, le pagelle: Rapisarda tutto cuore, Haveri ingenuo

Andiamo a leggere le pagelle di Foggia-Catania. La gara, valida per la 24a giornata del campionato di Serie C Girone C, si è conclusa con il risultato di 1-1. Gli ospiti la sbloccano nel primo tempo con la zampata di Rapisarda, ma poco dopo la mezz’ora arriva il pareggio dei rossoneri con Santaniello. La squadra di Lucarelli gioca tutto il secondo tempo in inferiorità numerica per l’espulsione di Haveri. Nel secondo tempo gli etnei resistono nonostante una traversa di Carillo a inizio ripresa.

RIVIVI IL MATCH -> Foggia Catania (risultato 1-1), highlights: etnei in 10 per un tempo, pari prezioso

Foggia-Catania, le pagelle: i migliori e i peggiori tra i rossazzurri

Giudizio positivo per Francesco Rapisarda, autore del gol dell’iniziale vantaggio e più in generale protagonista di una buona prova. Menzione di merito anche per Ivan Kontek e per il solito Alessio Castellini. Inizia invece nel peggiore dei modi l’avventura a Catania per Kevin Haveri.

Difesa

ALBERTONI 6 – Occasione importante per il portiere, subito impegnato da Millico. Non può nulla sulla rete di Santaniello, per il resto è poco impegnato.

KONTEK 6,5 – L’ex Entella comanda la difesa e riesce a sventare tutto con maestria. Il gol di Santaniello non passa da lui, più in generale la sua prova è positiva.

MONACO 6 – Lucarelli gli dà una chance e lui non la spreca. Il figlio d’arte gioca con attenzione e monitora bene le situazioni pericolose.

CASTELLINI 6,5 – Il giovane difensore continua a giocare da veterano, anche in una partita non facile sul piano dell’intensità. Nella ripresa fa il terzino e non cala nel rendimento.

Centrocampo

RAPISARDA 6,5 – Nel primo tempo è l’attaccante più pericoloso del Catania. Il gol è il premio per la caparbietà e per la presenza in area. Un bel messaggio per il prosieguo della stagione

ZAMMARINI 5,5 – La sua intensità in mezzo al campo si vede solo a intermittenza. Non riesce a trascinare la squadra dopo l’1-1, nella ripresa prova a riaccendersi (dal 55′ WELBECK 6 – Entra per dare intensità e dinamismo in mediana e riesce a tenere la situazione in mano in maniera positiva)

QUAINI 5,5 – Proprietà di palleggio e qualità non sono di certo gli ingredienti predominanti in gare così sporche. L’ex Fiorenzuola ci prova, ma con poco costrutto (dall’87’ BOUAH s.v. – Troppo poco tempo per emergere)

HAVERI 5 – Sicuramente non un esordio da ricordare per l’esterno sinistro albanese. Poca presenza in fase di spinta e soprattutto due cartellini in pochi minuti che lasciano la squadra in 10.

Attacco

PERALTA 5,5 – La sua qualità emerge nei primi minuti, le azioni più pericolose passano dai suoi piedi, compreso il gol. Poi cala alla distanza, l’uomo in meno non gli consente di riprendere il gioco (dal 46′ TELLO 6 – Debutto in rossazzurro per il colombiano che mette grinta in una situazione complicata. Avrà tempo per ritagliarsi uno spazio importante)

DI CARMINE 5,5 – Partita non facile per il centravanti, spesso isolato in attacco e quindi raramente in grado di incidere. L’inferiorità numerica amplifica la sua solitudine, non poteva fare di più (dall’87’ COSTANTINO s.v. – Cambio per dare più peso all’attacco nel finale, ma non può incidere)

CHIARELLA 5,5 – La scelta a sorpresa di Lucarelli non paga più di tanto sul piano delle occasioni create. Esce in preda ai crampi (dal 73′ CICERELLI s.v. – La sua esclusione dall’inizio sorprende, la situazione della gara non gli consente di incidere in fase offensiva)

Foggia-Catania, pagelle: la valutazione del tecnico rossazzurro

LUCARELLI 6 – Le novità rispetto al Monopoli funzionano solo in parte. Haveri lo “tradisce”, Chiarella non impatta bene sul match. Inevitabile il cambio tattico dopo l’espulsione. Nel complesso la squadra risponde in maniera positiva sul piano nervoso.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli