spot_img

Catania-Virtus Francavilla, pagelle: Bocic dà la scossa, Dubickas soporifero

Andiamo a vedere le pagelle della sfida tra Catania e Virtus Francavilla. La sfida, valida per la 16a giornata del campionato di Serie C Girone C, si è conclusa con il risultato di 1-1. A sbloccare il match ci ha pensato Artistico, che a metà del primo tempo ha trovato una grande soluzione individuale dopo aver saltato tre avversari. Poi De Luca pareggia a un quarto d’ora dalla fine. I rossazzurri, prima di pareggiare, hanno sprecato un gran numero di palle gol. Al tempo stesso, con questo risultato viene sprecata una grande occasione per rientrare nel giro dei playoff.

RIVIVI IL MATCH -> Catania Virtus Francavilla (risultato 1-1) highlights: etnei spreconi e salvati da De Luca

Catania-Virtus Francavilla, le pagelle: i migliori e i peggiori tra gli etnei

Le prestazioni di Milos Bocic e Giuseppe De Luca hanno incantato. Entrambi sono subentrati dalla panchina e si sono rivelati decisivi per evitare la sconfitta. Bene anche Cosimo Chiricò, mentre Edgaras Dubickas non ha confermato la buona prova di coppa. Dietro la lavagna la difesa, beffata troppo facilmente da Artistico in occasione del gol.

Difesa

BETHERS 5,5 – Si potrebbe trattare della classica partita da “senza voto” in cui becchi gol nell’unico tiro in porta. Ed è proprio per questo che non riusciamo a dargli la sufficienza.

BOUAH 5,5 – Spinge ogni volta che può ma non è incisivo come nelle due precedenti gare di campionato. A volte è impreciso negli appoggi e nei cross, accompagna Chiricò in fase offensiva finchè può.

SILVESTRI 5 – Il numero 4 degli etnei fa una grandissima fatica nelle uniche occasioni in cui viene sfidato. Artistico lo affronta in maniera troppo agevole in occasione del gol, poi si becca anche l’ammonizione.

CURADO 5,5 – L’argentino fa un passo indietro rispetto alle precedenti partite. Anche lui viene coinvolto in negativo nell’azione del gol di Artistico, più in generale l’ex Perugia non riesce a garantire la solita sicurezza.

CASTELLINI 6 – Il più giovane tra i difensori in campo è quello che fornisce ancora una volta le risposte migliori, sia in fase difensiva che in quella offensiva. Per “rubare” una punizione a Chiricò, poi, ci vogliono attributi (dal 62′ MAZZOTTA 6 – Mezz’ora di qualità e quantità per il terzino palermitano, il quale mette freschezza anche se non si esalta)

Centrocampo

ZAMMARINI 6 – Ancora una prova fatta più che altro di sostanza per l’interno di centrocampo, il quale cerca di limitare al minimo gli errori. Di certo da parte sua ci vuole qualcosa in più.

QUAINI 6 – Se la squadra riesce a costruire tante palle gol in questa partita, il merito è anche della sua capacità di verticalizzare subito e mettere in ritmo con continuità i compagni in attacco

ROCCA 5,5 – Il confronto con il Deli visto mercoledì in Coppa Italia non regge minimamente. Da parte sua c’è tanta voglia di dimostrare, ma non c’è quel cambio di passo che ci si aspetta in questa zona di campo (dal 63′ DE LUCA 7 – La Zanzara dimostra che forse avrebbe meritato una maglia da titolare, soprattutto con il mix di grinta e qualità con cui realizza la rete del pareggio)

Attacco

CHIRICÒ 6,5 – Mino sembra essersi messo alle spalle le difficoltà delle primissime giornate e gioca un’altra gara da fuoriclasse. Gli manca solo il gol perchè Forte vive una serata quasi perfetta, ma il salentino c’è

DUBICKAS 5 – Non la prestazione che ci si aspetta da un giocatore chiamato a confermare quanto di buono si era visto in coppa. Incide poco, conclude poco e le poche occasioni che ha non le sfrutta.

MARSURA 5 – Non ce ne voglia l’ex giocatore del Pisa, ma sbagliare 2-3 occasioni come quelle avute non è all’altezza del compito al quale viene chiamato. Forse viene sostituito troppo tardi (dal 75′ BOCIC 7 – Come De Luca, anche l’ex Pescara entra in campo con l’idea di spaccare il mondo e ci riesce. Dà l’assist alla Zanzara, poi dà una palla d’oro a Chiricò. Molto bene)

Pagelle Catania-Virtus Francavilla, la valutazione di Lucarelli

LUCARELLI 6 – Il voto finale è un mix tra le scelte non esaltanti nella formazione titolare e la capacità di cambiare volto alla squadra con i cambi in corso d’opera. Forse Bocic entra con qualche minuto di ritardo, ma in generale il Catania sotto la sua guida è un’altra squadra.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli